Tuesday, 30 September 2008

Internet Radio

Una delle novita` in materia di gadgets sono le Internet Radio che qui in Gran Bretagna iniziano a prendere piede.

Il concetto e` molto semplice: e` una radio che sfrutta la connessione Wi-Fi ad Internet e pertanto permette di ascoltare decine di migliaia di emittenti da tutto il mondo tramite Internet, anche se il computer e` spento e in qualsiasi luogo ci sia un segnale "wireless"

Ultimamente queste radio stanno diventando popolari e dopo tante incertezze, mi sono deciso a comperarne una anche io. L'ho ordinata su Amazon dove il prezzo era il piu` economico (£50, circa €65) e dovrebbe arrivare questa settimana! Speriamo non sia una fregatura...

Monday, 29 September 2008

Cats do the funniest things...

OK e` l'ultimo ve lo prometto!

Partite dal secondo "20" in avanti.

Saturday, 27 September 2008

Alphabeat - Fascination

Li hanno paragonati agli ABBA. Io non mi spingerei a tanto. Si, e` vero sono Scandinavi (gli ABBA svedesi, gli Alphabeat danesi) e hanno questo stile in cui l'uomo e la donna cantano contemporaneamente in 2 tonalita` diverse, ma gli ABBA proprio no!

Pero` questa canzone mi piace. Il testo e` assolutamente privo di ogni senso; il video e` molto allegro: mi piacciono i colori. Dopo ormai anni di questa moda, devo confessarvi che gli "skinny jeans" e le bretelle su un uomo (vedi cantante) ancora non mi convincono!
Divertente il batterista che continua a suonare nonostante perda la bacchetta (minuto 1.16).



Easy living,
killed the young dudes,
in the high boots
Teenage,
in the pace age,
that's when love burns,
now it's your turn.

Fascination Fascination
It's just the way we feel.
Fascination Fascination
It's just the way we feel. (yeah)

We love this exaltation (woh oh, o-o-oh)
We want the new temptations (woh oh, o-o-o-oh)
It's like a revelation (woh oh, o-o-oh)
We live on fascination.

Passion,
is our passion,
in the moonlight,
on a joyride

Easy living,
killed the young dudes,
in the high boots. (oh yeah)

Fascination Fascination
It's just the way we feel (come on).

We love this exaltation (woh oh, o-o-o-oh)
We want the new temptations (woh oh, o-o-o-oh)
It's like a revelation (woh oh, o-o-o-oh)
We live on fascination.

The word is on your lips - say the word
The word is on your lips - say the word
The word is on your lips - say the word
The word is on your lips - say the word
The word is on your lips - say the word
The word is on your lips - say the word
The word is on your lips - say the word
The word is on your lips - say the word
The word is on your lips - say the word
The word is on your lips - say the word
The word is on your lips - say the word
Fas-ci-na-tion!

We love this exaltation (woh oh, o-o-o-oh)
We want the new temptations (woh oh, o-o-o-oh)
It's like a revelation (woh oh, o-o-o-oh)
We live on fascination (o-oh).
Say the word now (fa-sci-nation)
Say the word
Come on say the word now (fa-sci-nation)
Come on (fa-sci-nation)

Friday, 26 September 2008

Simboli inglesi in via di estinzione -2-

Continuo con questo argomento iniziato ieri. Un'altro simbolo, in particolare di Londra, in via di estinzione sono le tipiche cabine telefoniche rosse. La minaccia principale e` ovviamente il telefono cellulare; quesi nessuno usa piu` la cabina telefonica, le poche che sono rimaste sono di tipo aperto perche` molto piu` economiche da mantenere ma anche perche` in quelle "chiuse" alcuni incivili decidono di fare i propri bisogni.

La British Telecom sta in questi giorni giocando la sua ultima carta nel disperato tentativo di salvare questo simbolo: ha chiesto l'aiuto economico dei vari councils (i quartieri) londinesi che vogliano contribuire alla salvaguardia delle ultime cabine rimaste. Se entro il primo novembre nessuno risponde all'appello, le classiche cabine rosse verranno presto smantellate o sostituite da cabine piu` moderne.


In alto la cabina telefonica piu` fotografata in Gran Bretagna e forse al mondo!

Wednesday, 24 September 2008

Simboli di Londra in via di estinzione -1-

I famosi autobus rossi a 2 piani antichi, quelli su cui si poteva salire e scendere al volo dal retro e che avevano il bigliettaio che passava a controllare i biglietti, sono per molti ormai un lontano ricordo. Da 4-5 anni infatti sono stati sostituiti da quegli orribili autobus snodabili lunghi 18 metri che anche in Italia spopolano ovunque (vedi foto sotto).

Gli autobus vecchi, chiamati Routemasters (a sinistra) erano una barriera insormontabile per gli invalidi e gli incidenti dovuti a persone che scendevano dall'autobus in corsa o lontano dalle fermate erano frequenti. Inoltre in caso di incendio rappresentavano una trappola mortale, avendo una sola via di fuga.

Per chi viene a Londra oggi, e` ancora possibile viaggiare su questi magnifici mezzi perche` sono state mantenute 2 linee che attraversano il centro di Londra: la linea 9 e la linea 15. E' un'esperienza che un turista, a mio avviso, dovrebbe sicuramente fare.

Il rumore del motore e` inconfondibile, i finestrini scendono con una manovella, tipo quella delle vecchie auto, ma tutta in metallo. Nei modelli piu` antichi per prenotare la fermata si tira una cordicella che scorre lungo tutto l'autobus e che suona meccanicamente una campanella nella cabina dell'autista. Il bigliettaio annuncia urlando le fermate principali perche` ovviamente non ci sono i display degli autobus moderni. La cabina dell'autista infine e` completamente separata dal resto dell'autobus e pertanto il bigliettaio e` il solo ad avere una chiara visuale dei passeggeri che salgono e scendono; quindi quando il Routemaster e` ad una fermata e tutti i passeggeri saranno scesi e saliti, il bigliettaio suonera` la campanella 2 volte per segnalare all'autista che puo` riprendere la marcia.

Il nuovo sindaco di Londra, il conservatore Boris Johnson, e` stato eletto anche perche`, fra le altre cose, ha promesso di reintrodurre i Routemasters. Per ora, nonostante sia in carica da ormai 5 mesi, nulla e` cambiato, ma e` un'operazione costosissima considerato che ogni Routemaster dovra` essere "modernizzato" e le centinaia di nuovissimi autobus snodabili dovranno essere messi in pensione.
I nuovi autobus snodabili sono anche considerati da molti "autobus gratuiti" perche` al contrario della maggior parte degli autobus dove si puo` salire solo dalla porta anteriore e si deve mostrare il proprio biglietto all'autista, nei cosiddetti "bendy-buses" si puo` salire anche dalle porte posteriori e pertanto sta alla coscienza del passeggero acquistare il biglietto prima di salire o passare la propria Oyster card sull'apposito lettore per l'addebito della corsa (dell'Oyster card magari parlero` in un altro post).
Domani parlero` di un altro simbolo inglese che sta tristemente scomparendo: la famosa cabina telefonica rossa.

Tuesday, 23 September 2008

Bedbugs - Cimice dei letti

E' di oggi una notizia che mi ha fatto sorridere: I bedbugs sono tornati prepotentemente e sembra stiano attaccando gli umani tramite i sedili delle compagnie aeree low-cost.

Questa notizia, sicuramente ci fara` pensare a quelle persone che in Italia sono state attaccate dalle zecche su un traghetto diretto in Sardegna, ma i bedbugs non sono proprio la stessa cosa.

La ragione per cui questa notizia mi fa sorridere e` che la cimice dei letti in Italia e' pressoche` sconosciuto, mentre qui in Inghilterra e` molto diffusa e io, avendo lavorato per 8 anni in un ostello per studenti, ne so qualcosa!

A meta' agosto alcuni amici mi sono venuti a trovare da Bologna, premetto subito che l'albergo lo avevano scelto loro! In ogni caso, la prima mattina, quando ci vediamo mi dicono che hanno trovato una macchietta di sangue sul lenzuolo che sono sicuri non ci fosse la notte prima; hanno anche alcuni pizzichi sulla schiena. Avendo esperienza in materia, li ho avvisati che molto probabilmente la loro camera ospitava i famigerati bedbugs!

Al contrario delle zecche che sono molto piu` pericolose e che una volta infilatesi sottopelle sono difficilissime da togliere perche` si impuntano, i bedbugs sono una versione terrestre della zanzara: escono di notte, si cibano del nostro sangue e si ritirano nel loro nido (il materasso, lo stipite del letto, qualsiasi superficie di legno poroso, etc.) per 3-7 notti per poi ri-uscire e ripetere l'operazione.

Nella cultura anglosassone questi insetti sono talmente comuni che sono stati incorporati in una frase che si dice hai bambini prima di dormire: "Sleep tight, don't let the bedbugs bite"!

Anche in Italia comunque questi insetti non sono del tutto sconosciuti, infatti inserendo il loro nome italiano su google si ottengono piu` di 20.000 risultati. Per chi volesse approfondire, questa pagina e breve ma esaustiva.

Per chi invece si trovasse in vacanza a Londra e vittima di questi insetti, bisogna tenere presente che la presenza di questi parassiti non e` necessariamente un indicatore di scarsa pulizia: basti leggere le cause che alcuni clienti hanno lanciato nei confronti di hotel a 5 stelle come il Mandarin o l'Hilton. Disfarsene e` anche molto difficile; spesso i semplici pesticidi non bastano perche` i bedbugs possono rimanere al sicuro nel loro nido fino ad un anno, senza nutrirsi, in una sorta di letargo. Nei casi piu` gravi si ricorre addirittura alla fumigazione delle camere, si devono cambiare materassi, letti, moquette e biancheria.

Per l'uomo, a parte il fastidio, sono rare le reazioni allergiche, ma la sensazione di avere questi "simpatici animaletti" che si arrampicano sui nostri corpi durante la notte, puo` causare notti insonni e sicuramente rovinare una vacanza.

Monday, 22 September 2008

Hovis

Mi piace questa nuova pubblicità della Hovis che mostra questo bambino mentre attraversa la storia Inglese degli ultimi 122 anni...

Thursday, 18 September 2008

Di ritorno...

Nonostante sia tornato da qualche giorno non avevo proprio voglia di scrivere... me la sono presa comoda. Tra l'altro il mio Google Reader aveva un centinaio e piu` di post da leggere e percio` volevo prima mettermi in pari... sembra che siano proprio tutti tornati dalle vacanze e si siano rimessi a scrivere.
Ho letto con interesse anche i vari "cyber-litigi" fra Luca e Gianluca P, e come ho gia` avuto modo di dirti Luca, secondo me faresti meglio a lasciare perdere. Dai la tua opinione certo, ma penso si stia dimostrando abbastanza inutile impuntarsi, anche perche` il blog e` il suo e tramite il filtro dei commenti puo` un po' rigirare la conversazione a suo favore.
Per quanto riguarda la mia vacanza, sono stato bene. Sono arrivato a Bologna, la domenica sono andato al mare con degli amici e poi in settimana sono partito per Sestriere con i miei.
La foto che ho pubblicato in un paio di post precedenti e` una chiara rappresentazione del paese: a mio parere Sestriere fa abbastanza schifo! E` una cozzaglia di casermoni costruiti allo scopo di attirare turisti e percio` il paese non ha un'anima, una piazza, una chiesa interessante dal punto di vista architettonico, non c'e` storia, cultura. Le montagne che circondano il paese sono completamente invase da impianti di risalita e gli alberi abbattuti per fare spazio alle piste di sci. Niente a che vedere con i bellissimi e tipici paesini del Trentino-Alto Adige per esempio.
Detto questo, basta uscire un po' dal paese e ci sono vari sentieri interessanti, e comunque la vacanza, nonostante la pioggia e la neve (!) e` stata piacevole.
Al ritorno dalle vacanze ho scoperto che io e il mio collega verremo "mollati" ad una diversa compagnia. In pratica al momento io offro servizi a 2 compagnie diverse (RCI e Wyndham Hotels) ma sono assunto e pagato da RCI; da gennaio passero` a lavorare per Wyndham Hotels. Il lavoro non dovrebbe cambiare, ma e` comunque sempre un po' preoccupante quando succedono questo tipo di cose... vedremo...
Alla prossima!

Tuesday, 9 September 2008

Hometown Glory

Quando leggerete questo post io sarò fra le montagne piemontesi... ah... il piacere di programmare in anticipo i post!!!

Oggi vi voglio fare ascoltare una canzone che Marco 2 sente a rotazione e che sta iniziando a coinvolgere anche me... quando sento il pianoforte all'inizio mi viene la pelle d'oca...

Spero vi piaccia. A presto!

Friday, 5 September 2008

Sestriere

Grazie alla compagnia per cui lavoro, posso ottenere vacanze gratis di tanto in tanto, di solito in bassa stagione. Percio` questa sera rientro a Bologna e martedi` insieme ai miei partiamo per questa sorta di "ritiro spirituale" (!) a Sestriere...

Sestriere a settembre... sara` un po' deserta ma insomma... a caval donato non si guarda in bocca giusto?

La foto di Wikipedia non promette un granche`(mi ricorda una localita` montana della Bulgaria!), pero` e` una localita` famosa percio` qualcosa da fare la troveremo, si spera!
Torno martedi` 16 settembre. A presto!

Thursday, 4 September 2008

You're better off by bike!

Mi piace questa nuova pubblicita` per promuovere l'uso della bici a Londra:

Wednesday, 3 September 2008

Anna, Raja e Luka a Londra

La casa ora e` di nuovo silenziosa. Anna, Raja e Luka sono partiti. Una cosa che Raja mi ha detto prima di andarsene mi e` rimasta in testa: "Siamo noiosi, ma quando non ci saremo piu` ti mancheremo!". Ed infatti e` stato proprio cosi`!

Si` certo in 5 in 38 metri quadrati si sta stretti, molto stretti (!), pero` quando la compagnia e` buona si sta bene.

I "bimbi", anche se Raja a 15 anni bimba non e` piu`, sono cresciuti. Luka (11) non e` cambiato molto dall'ultima volta che l'avevo visto, circa 3 anni fa. Sempre allegro, il suo mondo e` pieno di cose belle, vuole giocare in continuazione, e ha voglia di raccontarti tante cose in un buonissimo Italiano ma con un peculiare accento tedesco che lo rende ancora piu` simpatico. Dopo qualche ora anche Marco 2 era stato conquistato da Luka che lo faceva ridere e giocare con lui. Luka e`sempre al centro dell'attenzione, stancante a volte, certo, ma anche molto coinvolgente. Luka ripaga il tuo sforzo con un sorriso o con un'inaspettato abbraccio.

Raja invece e` cambiata molto da come me la ricordavo. E` cresciuta, non vuole piu` giocare; litiga meno con il fratello e non e` scatenata come un tempo. Mentre qualche anno fa era in costante competizione con Luka per ottenere un gelato piuttosto che dei dolci, ora ha altri interessi ed e` diventato il braccio destro della mamma nel cercare -invano!- di contenere il fratello. E` piu` silenziosa, mentre in passato era un maschiaccio, ora e` attenta alla moda, ai trucchi (Marco 2 ne sa qualcosa...).

Anna... ad Anna bisognerebbe fare una statua! Con un occhio guarda Londra e con l'altro i figli, che la tengono impegnata tutto il giorno, ma lei non perde il sorriso. Dice di essere cosi` rilassata a Londra mentre io alla fine della giornata mi sentivo sfinito! Anna ha una memoria incredibile, si ricordava tutto quello che avevamo visto e fatto 4 anni prima. Con Marco 2 c'era feeling. Io magari camminavo dietro con i bimbi e loro davanti comunicavano in un misto fra Italiano e Inglese.

Sono stati 5 giorni intensi, ma tutto e` andato benissimo. Abbiamo visto tante cose, osservato la gente, notato le differenze con la campagna intorno a Stoccarda, da dove vengono. Abbiamo riso tanto, fatto tante foto, camminato, corso, ascoltato Luka.

Un pomeriggio io e Marco 2 abbiamo "rapito" Luka e lo abbiamo portato al London Trocadero all'insaputa di Anna. Questo posto e` una sala giochi a 5 piani e al centro c'e` una specie di enorme trampolino su cui i bambini saltano e vengono spinti piu` in alto (circa 10 metri) sollevati da corde elastiche. Luka non se lo e` fatto chiedere 2 volte e dopo avere giocato con i videogames, e` salito sul trampolino! Ci ha confessato in seguito che quello e` stato il suo pomeriggio preferito!


(un ulteriore ospite fuori dalla mia finestra una mattina...)