Wednesday, 9 April 2008

Ecco come il PdL cobatte la Mafia!

Da un articolo apparso ieri su Repubblica:

Quanto ai pentiti, poi, Dell'Utri dice di "conoscere quasi tutti i pentiti di mafia, ma oggi faccio fatica a individuarne uno sano, anche se ce ne saranno". In questo contesto arriva la quasi santificazione di Vittorio Mangano, lo stalliere di Arcore condannato nel 2000 all'ergastolo per associazione mafiosa. "Il fattore Vittorio Mangano, condannato in primo grado all'ergastolo - afferma Dell'Utri - è morto per causa mia. Era malato di cancro quando è entrato in carcere ed è stato ripetutamente invitato a fare dichiarazioni contro di me e il presidente Berlusconi. Se lo avesse fatto, lo avrebbero scarcerato con lauti premi e si sarebbe salvato. A modo suo è un eroe".

5 comments:

rudyguevara said...

cosa vogliamo aspettarci,da gente che dice di voler riscrivere la storia e sputa quotidianamente su tutti i valori civili?

dario trivelli said...

LA TV OGGI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.pupia.tv/includes/tiny_mce/plugins/filemanager/files/immagini/spettacolo/tv_spazzatura2.jpg


http://www.codacons.it/index.html = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://files.splinder.com/1951b82428015fca3f192fda0eed5af2.jpeg= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.geocities.com/jammiesland_debate/worlds2001glasgow-nyd-beer-puke.jpg= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://bp3.blogger.com/__x2xqQ-AywM/RafUiFKWDKI/AAAAAAAAAB0/ArYSehrIEEw/s320/Coprofagia+Whats+There.....jpg= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://bloginstant.bloc.cat/gallery/9372/9372-57980.jpg= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://images.alice.it/sg/notizie1024/upload/ung/unghie_v0.jpg= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

maurizio costanzo = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.vincenzodeluca.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

s.a.l.e.r.n.o. = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

c.i.l.e.n.t.o. = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

vallo della lucania = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

futani = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

rete 7 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

tele salerno 1= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

lira tv = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

tv oggi salerno = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.mediapiuitalia.it/news_media/files/page7_blog_entry5_1.gif = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.newsfood.com/im/Eventi/Insegno_Ciufoli-340.jpg = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.gossipnews.it/mondanita/party_calendario_elisabetta_gregoraci/images/emilio_fede_e_raffaella_zardo_9aba.jpg = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://sarodist.files.wordpress.com/2007/07/0903_emilio_fede_c.jpg = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.tg4.it/res/foto/fede.jpg = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


www.pieroricca.org and gabriele paolini vs emilio fede

the winner is piero ricca and gabriele paolini!

http://bp3.blogger.com/_Nm7YdDMIRRY/RpScGspXBPI/AAAAAAAAAIw/qxZTdsgazno/s400/Piero-Berlusconi-Chiude-Sme.png

http://www.teatronaturale.it/articolo/1066.html

LA TV-SPAZZATURA? TUTTI LA CRITICANO, TUTTI LA GUARDANO
Perché ci poniamo davanti al teleschermo, nonostante gli attuali palinsensti ci propongano programmi senza grande spessore? Ha senso sacrificare la qualità a vantaggio dell'audience? E poi, altra questione: si può ancora considerare una risorsa educativa la televisione?


http://www.tesionline.it/ricerca/parola-chiave.jsp?keyword=tv+spazzatura


http://www.psicopolis.com/ASpED/tvtrash.htm = clonazione umana = dario trivelli= 4)emilio fede

http://www.italiadonna.it/notizie/archivio/20061106g.htm
Anche in tv è emergenza rifiuti”

In tv è ormai emergenza rifiuti. Con questa provocazione il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) invita i cittadini a partecipare domenica 12 novembre al primo sciopero dei telespettatori, aderendo all’iniziativa promossa da Claudio Lippi “Spegni la tv della volgarità”. L’appello è quello di spegnere il televisore anche solo per un minuto domenica 12 nella fascia tra le 17,30 e le 17,35.

Come già sottolineato ieri nel programma Consumi e Costumi, condotto da Giovanni Valentini su Repubblica tv, Francesco Luongo, responsabile del Dipartimento Tlc del Movimento Difesa del Cittadino (MDC), ribadisce: “La paradossale reazione del conduttore e autore Claudio Lippi, che ha abbandonato la trasmissione Buona domenica divenuta un vero e proprio ring per ospiti rissosi, è significativa di un degrado senza precedenti”.

“L’iniziativa non vuole essere una crociata contro le reti Mediaset – spiega Luongo - ma una prima protesta civile contro il contenuto dei palinsesti della tv generalista, orientato sempre più verso il trash. Un fenomeno negativo presente sia
nelle tv commerciali, dove le regole dei codici di autoregolamentazione tv e minori proposti dai network sono spesso ignorati”.

Nel 2006 sono aumentate le denuncie del Dipartimento Junior del Movimento Difesa del Cittadino (MDC) per violazioni delle norme del codice che vanno soprattutto ai danni dei minori nella fascia protetta dalle 07.00 alle 22.30. Più qualità, maggiore attenzione verso i minori e meno spazzatura. Questo l'appello del Movimento Difesa del Cittadino che invita da un lato i cittadini ad aderire all’iniziativa, dall’altro il mondo della scuola e della cultura ad appoggiare questa campagna di sensibilizzazione contro la tv della volgarità.

Fonte: Movimento Difesa del Cittadino


http://www.pupia.tv/includes/tiny_mce/plugins/filemanager/files/immagini/spettacolo/tv_spazzatura2.jpg









RADIO VATICANA: ASSOLTI IN APPELLO BORGOMEO E TUCCI

IL CODACONS: LA CHIESA COLPISCE ANCORA! RICORREREMO IN CASSAZIONE PER RIBALTARE LA SENTENZA


La prima sezione della Corte d'appello di Roma ha assolto padre Pasquale Borgomeo e padre Roberto Tucci, "perchè il fatto non è previsto dalla legge come reato", per la nota vicenda di Radio Vaticana.
?Il nuovo corso interventista della Chiesa ha colpito anche in Tribunale, nonostante la Corte di Cassazione abbia ampiamente dimostrato come l?energia elettrica debba considerarsi ?cosa? ai fini del reato di cui all?art. 674 del codice penale ? afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi ? Annunciamo fin d?ora un ricorso in Cassazione contro tale sentenza abnorme, dove siamo sicuri verranno riconosciute le ragioni delle tante persone che hanno subito danni pesantissimi e irreversibili a causa delle onde elettromagnetiche di Radio Vaticana, questione della quale si sta occupando anche la Procura della Repubblica in sede di indagini, per il reato di omicidio colposo?.
Con la sentenza n. 23066 del 14/06/2002 ? conclude il Codacons ? la Cassazione ha chiaramente affermato: ?tra le cose mobili di cui e' menzione nell'art 674 cod. pen. debbono farsi rientrare anche i campi elettromagnetici, il propagarsi delle cui onde e' riconducibile nella nozione di gettare?. la locuzione cose usata dal legislatore nella formulazione dell'art. 674 cod. pen. comprende anche l'energia elettromagnetica, che non soltanto e' suscettibile di valutazione economica, ma anche provvista di una sua particolare fisicita', ben potendo essere misurata, utilizzata e formare oggetto di appropriazione?.


SALUTE: IN ARRIVO PER I CITTADINI UN?ONDATA DI INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO SE LA DIRETTIVA 2004/40/CE SARÀ RECEPITA DALL?ITALIA

LIMITI AI CAMPI ELETTROMAGNETICI 500 VOLTE SUPERIORI A QUELLI ADOTTATI IN ITALIA!


Il Governo sta sottoponendo al parere del Parlamento il decreto legislativo di recepimento della direttiva 2004/40/CE, recante i limiti per i lavoratori ai campi elettromagnetici dell'ICNIRP, ben 500 volte superiori rispetto agli stessi adottati in Italia.
Se tale decreto verrà approvato infatti il limite per le microonde che attualmente in Italia secondo DM 381/1998 è di 6 volt/m per il campo elettrico, passerebbe a ben 137 volt/m, stesso discorso per gli elettrodotti che dall?attuale limite di 3 microtesla adottato con DPCM 8/7/2003 arriverebbe a 250. Troppe insidie sono presenti in un D.Lgs totalmente favorevole all?inquinamento elettromagnetico:
1. innanzitutto si introduce la confusione tra lavoratori professionalmente esposti e lavoratori non professionalmente esposti a cui si devono applicare i limiti validi per la popolazione

2. in secondo luogo si introduce una dequalificazione dei "limiti di esposizione" che vengono declassati a "livelli di riferimento" ed ora a "livelli di azione". In altre parole per avere il superamento del limite, secondo la direttiva 40 ed il testo del D. Lgs., non basta essere esposti a più di 137 volt/m o a più di 250 microtesla: in tal caso si ha solo il superamento di "livelli di azione" per i quali i consulenti del datore di lavoro "si azionano" per accertare l'eventuale superamento dei limiti di base. Ciò porta però ad una violazione costituzionale e del diritto naturale (come è stato evidenziato persino dai Cinesi che nella III Conferenza Internazionale sui Campi Elettromagnetici, Guilin 2003, organizzata dal NIEHS cinese in collaborazione con il WHO ha portato all? adozione di "limiti di esposizione" come in Italia, in Svizzera e in Belgio da parte della Cina): infatti né il lavoratore, né il datore di lavoro sono in grado di conoscere se la loro esposizione abbia superato il limite, perché, una volta accertato il superamento del livello di azione, il limite può essere dedotto solo dall'applicazione di complessi modelli matematici e sperimentali come l?impiego di fantocci in tessuto umano-equivalente.


Una normativa che non consente di determinare l'eventuale violazione di una norma sul lavoro, cioè il superamento dei limiti da parte dei lavoratori per esposizioni ordinate dal datore di lavoro, è incostituzionale.
Ancora una beffa per i cittadini italiani guidati da un governo favorevole all?inquinamento elettromagnetico!!!

Dal sito www.ambientediritto.it, GIURISPRUDENZA in tema di ELETTROSMOG
Luglio 2003:Interramento elettrodotto - confermata ordinanza del Tribunale di Venezia - l'Enel deve ridurre le emissioni a 0,4 microtesla
DECRETO LEGISLATIVO 4 settembre 2002, n. 198: Disposizioni volte ad accelerare la realizzazione delle infrastrutture di telecomunicazioni strategiche per la modernizzazione e lo sviluppo del Paese - Il Codacons ha sollevato la questione di costituzionalità dinanzi al Consiglio di Stato per violazione di norme costituzionali e di legge comunitaria....
Nota Consiglio di Stato 12 febbraio - 3 giugno 2002 n.3095
"Il Potere dei comuni di disciplinare l'installazione delle stazioni radio base per telefonia cellulare." di Alessandro Amato
CONSIGLIO DI STATO, SEZ. VI - Sentenza 3 giugno 2002 n. 3095
Decreto legge del 7 febbraio 2002: "Ecco la deregulation proposta dal nuovo Governo per accellerare le opere infrastrutturali. I nuovi tralicci delle società di energia elettrica hanno il via libera senza bisogno di alcuna VIA. In violazione anche della recente legge quadro in materia di elettrosmog. Cosa fare? Improcastinabile il Referendum Abrogativo."
3 dicembre 2001 - Testo della direttiva 2001-95-CE del Parlamento Europeo e del Consiglio relativa alla sicurezza dei prodotti (file formato .pdf - dim. 336 Kb)
Legge Regionale Campania 24 novembre 2001, n. 13 - “PREVENZIONE DEI DANNI DERIVANTI DAI CAMPI ELETTROMAGNETICI GENERATI DA ELETTRODOTTI” (file formato .pdf)
Legge Regionale Campania 24 novembre 2001 n. 14 - “TUTELA IGIENICO SANITARIA DELLA POPOLAZIONE DALLA ESPOSIZIONE A RADIAZIONI NON IONIZZANTI GENERATE DA IMPIANTI PER TELERADIOCOMUNICAZIONI” (file formato .pdf)
"La Regione Marche detta le norme per l'elettrosmog" - testo della legge regionale
Commento delle associazioni e comitati alla legge regionale elettrosmog Marche
Ddl Camera 14 febbraio 2001- Legge quadro sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici
Scadenzario degli adempimenti indicati nella legge quadro
Commento breve alla legge quadro sull'inquinamento elettromagnetico
Proposta di legge regionale
http://www.ambientediritto.it/Giurisprudenza/ELETTROSMOG.htm
= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.




http://partitodellaspazzatura.wordpress.com/

www.ilsensodellavita.tv = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

paolo bonolis = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

luca laurenti = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

http://groups.google.it/group/italia.roma.ambiente/browse_thread/thread/fe68644f2bbb767a

Credevo che come rifiuti stessimo meglio dell'inferno-Campania, credevo che
riciclassimo molto di più, invece Roma sarebbe al 16%, ila Provincia di Roma
al 12,5%; il Lazio è ad un misero 11,1% mentre la Campania fa 11,3 % ! !!

E lo ha detto ieri pure Pecoraro, il Lazio si salva SOLO perchè ha/usa delle
discariche più grandi.

mirella russo merda= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

Vuol dire che tra un po' invece di sentire " 'a munnezza" diremo noi stessi
" 'a monnezza" ;-))

Grampasso Vedi profilo
Er Sor Loplop ce venne a ddi' che: >riciclassimo molto di più, invece Roma sarebbe al 16%, "Modello Roma"? >E lo ha detto ieri pure Pecoraro, il Lazio si salva SOLO perchè ha/usa delle >discariche più grandi. Che è esaurita da anni, che doveva chiudere a dicembre 2007 ma che il buon Marrazzo ha deciso di utilizzare ancora per tutto il 2008. La situazione è già al limite da tempo e se non si sbrigano vedrai che bel botto facciamo pure noi... >Vuol dire che tra un po' invece di sentire " 'a munnezza" diremo noi stessi >" 'a monnezza" ;-)) a monnezza, o meglio la sua puzza, la puoi sentire spesso in tutto il quadrante ovest della città, da Malagrotta fino a P.le degli Eroi... Cia Gra -- http://www.italiaroma.it : Visita e collabora http://www.grampasso.com/ama : Mostra fotografica di cassonetti AMA
Altre opzioni 22 Feb, 20:11

Newsgroup: italia.roma.ambiente

Data: Fri, 22 Feb 2008 18:11:40 GMT
Locale: Ven 22 Feb 2008 20:11
Oggetto: Re: Il Lazio ricicla meno della Campania
Rispondi | Rispondi all'autore | Inoltra | Stampa | Messaggio singolo | Mostra originale | Segnala questo messaggio | Trova messaggi di questo autore
Er Sor Loplop ce venne a ddi' che:

enrico ruggeri= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

alessandro cecchi paone= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

http://www.youtube.com/watch?v=y9pZdCnsDkE = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

http://www.tvblog.it/post/4237/il-bivio-che-schifo = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

http://static.blogo.it/tvblog/il_bivio_ruggeri.jpg = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

Il bivio - vergognosamente alla ricerca dello scandalo
pubblicato: mercoledì 24 gennaio 2007 da Debora in: Talk Show Italia1 Il Punto di Svista
Sono passati in modo abbastanza martellante nei giorni scorsi i promo della nuova edizione de Il Bivio - cosa sarebbe successo se… che cercavano di puntare sulla curiosità morbosa dello spettatore. Riuscendoci, evidentemente, visto che ieri sera alle 23.20 circa anch’io ero sintonizzata su Italia1 per seguire la storia di Sabrina e Valentina (in principio Danilo e Stefano), due gemelle trans.

Una storia tutto sommato uguale a tante altre sulla trasformazione sessuale e sul passaggio di genere, con la particolarità del fatto che entrambi i gemelli hanno scelto di intraprendere (e completare, nel caso di Valentina, mentre Sabrina è ancora in “stand-by”) questo difficile percorso. In studio famosi ospiti transgender, tra i quali anche Vladimir Luxuria, e alcuni esperti, come il chirurgo che ha eseguito l’operazione di cambio di sesso a Valentina e uno psicologo.
A fare da intervistatrice, Adriana Fonzi Cruciani, giornalista. E’ proprio lei che si è resa protagonista di un momento che definire squallido è riduttivo: durante l’intervista al chirurgo infatti, ha chiesto ripetutamente e con insistenza, vista la reticenza dell’uomo a rispondere, particolari sulla vita intima e sessuale di un trans operato. Domande come “Ma dopo l’operazione si prova piacere sessuale?“, “Una persona che si trovi ad avere un rapporto sessuale con un trans operato, nota la differenza?” e tante altre, hanno creato in me - e non solo, visti i visi degli ospiti del programma e del chirurgo stesso - una sensazione di disgusto misto ad incazzatura. Mi sono messa nei panni delle due gemelle e l’unica reazione che avrei avuto sarebbe stata quella di alzarmi ed uscire dallo studio, vista la mancanza di sensibilità - ma anche di professionalità - della giornalista.

PUBBLICITÀ

PUBBLICITÀ

Le due ragazze invece si sono limitate a fare un’espressione sbigottita e a parlare sottovoce tra loro, senza sapere che anche il “siparietto” dello psicologo sarebbe stato dello stesso livello, ma stavolta non per colpa della Cruciani, ma dello psicologo stesso, che ha evidenziato come in casi del genere non si faccia niente per “far uscire la mascolinità” delle persone prima del percorso di cambio di sesso, visto che di malattia si tratta (non erano le sue parole esatte, ma il concetto non si discosta da questo).
Ovvia la reazione di Luxuria, che ha fatto notare non solo come l’omosessualità e i casi di questo tipo non siano più considerati “malattia” ormai da decenni, ma si è anche rivolta alla giornalista spiegandole - con educazione - che non esiste piacere sessuale senza una componente psicologica e trovarsi in un corpo in cui ci si sente a proprio agio è sicuramente appagante.

Una trasmissione vergognosa che mi ha creato solamente imbarazzo e fastidio e che non farò l’errore di rivedere. Se certe cose fossero accadute in diretta sarebbe stato davvero difficile riportare il programma sulla via della decenza, ma trattandosi di trasmissione registrata, sarebbe stato possibile - e utile - tagliare tutte quelle parti così “basse”. Che siano andate in onda lo stesso, fa capire la qualità de Il bivio.
= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.



riciclassimo molto di più, invece Roma sarebbe al 16%,


www.domenicain.rai.it = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

www.buonadomenica.mediaset.it = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

"Modello Roma"?


>E lo ha detto ieri pure Pecoraro, il Lazio si salva SOLO perchè ha/usa delle
>discariche più grandi.


Che è esaurita da anni, che doveva chiudere a dicembre 2007 ma che il
buon Marrazzo ha deciso di utilizzare ancora per tutto il 2008.

La situazione è già al limite da tempo e se non si sbrigano vedrai che
bel botto facciamo pure noi...



>Vuol dire che tra un po' invece di sentire " 'a munnezza" diremo noi stessi
>" 'a monnezza" ;-))


a monnezza, o meglio la sua puzza, la puoi sentire spesso in tutto il
quadrante ovest della città, da Malagrotta fino a P.le degli Eroi...

Cia
Gra
--
http://www.italiaroma.it : Visita e collabora


http://www.grampasso.com/ama : Mostra fotografica di cassonetti AMA

http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=239612

Sulla differenziata anche la Campania sopravanza il Lazio

Senza se e senza ma. Una Caporetto. Il rapporto Rifiuti 2007 dell’Apat sgombra il campo da ogni equivoco. La raccolta differenziata vede Roma agli ultimi posti delle classifiche nazionali. Appena il 16,0 per cento. Una sconfessione bruciante per il presidente dell’Ama, Giovanni Hermanin. E per il modello Roma da esportare nel resto del paese a colpi di numeri inventati.
I dati sulla raccolta differenziata, quelli veri, monitorati e riferiti al 2006, sono stati presentati ieri mattina alla Sala Mercede della Camera dei Deputati da Giancarlo Viglione, presidente dell’Apat, Agenzia per la protezione dell’ambiente, facente capo al Ministero dell’ambiente. Una autentica doccia fredda. Roma con il 16,0 per cento di differenziata occupa in Italia il 18mo posto fra le 27 città metropolitane sopra i 150mila abitanti. Fra i quattro maggiori centri urbani, è nettamente staccata da Torino (36,7) e Milano (31,4), e di gran lunga più vicina a Napoli (8,9). In piena zona retrocessione, per usare un termine calcistico. A un passo dal baratro, con rischi addirittura peggiori del capoluogo campano. Le stesse classifiche Apat, infatti, pongono la capitale al primo posto in Italia per quantità di rifiuti prodotti, con 1.763.749 tonnellate, pari a 652 kg ad abitante, nettamente sopra la media nazionale di 550 kg. Esaurita Malagrotta, che succederà?
Ancora peggio della capitale va il resto della regione. La provincia di Roma tocca il 12,5 per cento di differenziata, Frosinone il 4,3, Rieti il 4,5. Il Lazio con l’11,1 per cento è al 15° in Italia nella classifica per regioni. Peggio, sia pure di poco, perfino della Campania, all’11,3. Se questo è il presente, forse peggiore si profila il futuro. Il Lazio, con 2,8 milioni di tonnellate di rifiuti smaltite nel 2006 e una quota dell’85 per cento finita in discarica, vede come un incubo la chiusura definitiva della discarica di Malagrotta. Inutile sperare che le cose cambino da sole. Basta scorrere i dati del Rapporto Apat dello scorso anno. La raccolta differenziata a Roma era al 15,3 per cento, nel Lazio al 10,4 per cento.
A questi ritmi, con un incremento quasi impalpabile, occorrerebbero decenni per rispettare il decreto Ronchi. Responsabilità di una classe politica? Dimissioni? Parole tabù per la sinistra. Che preferisce battere altre strade. Hermanin si aggrappa alle promesse: raggiungeremo il 30 per cento entro il 31 dicembre 2008, dice. Marrazzo si inerpica verso il regno dell’utopia: 45 per cento entro il 2008. Veltroni, invece, tiene i piedi per terra e punta sul deterrente delle multe: da 50 a 300 euro per chi non usa correttamente le campane, da 25 a 619 euro per chi lascia i rifiuti fuori dal cassonetto.
Ma stavolta non basta il tappeto rosso del Festival del Cinema a nascondere la spazzatura. Che a Roma rischia di finire per strada come a Napoli, con l’estinguersi della discarica di Malagrotta. Sui gassificatori i numeri dell’Apat sono chiari: nel Lazio ci sono oggi tre linee. Due a Colleferro, una a San Vittore. E non bastano, replica per il centro-destra Donato Robilotta, capogruppo regionale SR: «Quello di San Vittore non è ancora in funzione. Altre due linee sono in costruzione a Malagrotta. Ma occorrono altri tre gassificatori: uno ad Albano, uno a Latina, uno a Viterbo». Nel Lazio la quota differenziata è irrisoria. «E per di più oltre la metà di questa, non esistendo impianti per lo stoccaggio, finisce in discarica - denuncia Robilotta -. È per questo che le discariche nella regione sono tutte stracolme. Questi dati ci avvicinano in maniera inarrestabile alla situazione campana. Il Lazio si salva solo perché la discarica di Malagrotta non si chiude. E non si potrà chiudere neppure dopo il 2008. Altrimenti la spazzatura ce la teniamo sotto casa». E i residenti? Chi abita nei pressi di Malagrotta? Nel 2009 ci saranno rivolte popolari come a Napoli? Scenari da brivido.

http://corvacci.net/?p=296

www.chetempochefa.rai.it = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

luciana littizzetto mangiamerda= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

fabio fazio leccaculo= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

La truffa del secolo, in Campania, nel Lazio, in Italia
Nel Lazio c’è emergenza rifiuti ma i giornali tacciono. Si ricorre a discariche e inceneritori nonostante ci siamo già presi una maxi multa dall’Europa per violazione delle norme, e non si parla della diossina che ci asfissia, e si tace sull’aumento pauroso dei tumori. Ma perchè i governi non hanno preso provvedimenti ai ripetuti inviti minacce dell’Europa? E’ quel che andiamo a spiegare.

In questo stato falsamente democratico i politici e i commissari sono subordinati alle varie lobbies mafiose dei rifiuti. Oltre a tutto questi commissariamenti ci costano un occhio e potremmo risparmiarceli, è un fumo negli occhi che non ci acceca più. Oltre a tutto è la regione Lazio che nomina il suo commissario, possibile che un ente possa decidere chi deve controllarlo? Il capo della regione è lo stesso che fa il controllo (Marazzo). Basta coi falsi commissari pagati a peso d’oro da governi e mafia.

E non si invochino partiti, perchè i vari governi che si sono succeduti hanno continuato illecitamente a prorogare lo smaltimento dei rifiuti senza trattamento in discarica. Pagano a peso d’oro mega aziende mafiose che non solo fanno pagare caro il servizio, ma che distruggono ambiente e salute.

In compenso la Ricerca sul cancro si carica di appannaggi pubblici e privati da decine di anni. Conoscevo una ricercatrice chiamata in Giappone per una scoperta scientifica che sostituiva la chemioterapia (devastante se il male è esteso) in alcuni tipi di tumori. Fu inviata per apprendere la procedura e al suo ritorno volevano spacciare la sostituzione della terapia per un vaccino contro i tumori. La mia amica se ne andò disgustata, mentre del ritrovato non se ne è fatto nulla, nemmeno come sostituzione della cura, perchè sulla chemio c’è un grande business delle ditte farmaceutiche.

Ma torniamo alla “monnezza”. Nel Lazio la situazione è gravissima, stiamo sulla via della Campania. Le amministrazioni di Storace, Marazzo e Veltroni (ce n’è per tutti) blateravano e blaterano che gli inceneritori “sono indispensabili per evitare che i rifiuti finiscano per strada come in Campania”, criminale pubblicità e consapevole mistificazione, per la differenziata mai una parola.

L’allarme è lanciato da alcuni eurodeputati di Forza Italia (ma quando c’era Forza Italia al governo nessuno ha protestato) con interrogazione alla Commissione Ue: - La quantità di rifiuti a Roma e Lazio è superiore a quella di Napoli e Campania e il piano rifiuti della giunta regionale non è mai partito. Dei 4 impianti previsti per le 8 linee di termovalorizzazione, solo 2 sono aperti. Inoltre la discarica di Malagrotta, la più grande d’Europa e già oggetto di una procedura d’infrazione, è stracolma, ed è stata prorogata al 31 dicembre 2008. Chiediamo alla Commissione quali iniziative affinché nel Lazio non si verifichi una situazione analoga a quella della Campania e qualora risultassero palesi violazioni delle norme comunitarie. -

E cosa volete che faccia l’Europa? Ci affibia un’altra multa e tutto resta come prima. Secondo il Piano rifiuti di Marrazzo entro il 31 dicembre 2007 nel Lazio la differenziata doveva raggiungere il 40%. Ma è al 9%, il resto va in discarica e bruciatori, poi ci sottopongono alle targhe alterne, roba da ridere, o da piangere.

Un esempio: il 13 gennaio ambientalisti, Comitati e cittadini hanno protestato contro l’impianto rifiuti di Colfelice e la discarica di Roccasecca, emergenza da 12 anni con la discarica più grande del Lazio, dopo Malagrotta a Roma, che raccoglie rifiuti di 92 comuni della provincia di Frosinone. La discarica di Roccasecca doveva durare un anno e mezzo, poi si passava alla differenziata. Invece sono 4 anni che funziona e cresce come un cancro.

Nonostante a Roma Veltroni dichiari la raccolta differenziata in crescita, nel centro storico non esistono cassoni adatti e quei pochi che ci sono, vengono, visto coi miei occhi, vuotati nella spazzatura cumulativa dalle auto raccoglitrici. Solo che avviene di notte, così nessuno vede e tutti contenti.

E poi non raccontiamoci balle, la differenziata funziona solo se fatta porta a porta, come si fa nei paesi europei, con sacchetti di diverso colore per i vari materiali e col nome e indirizzo scritto sopra, per cui se violi la norma paghi la multa.

C’è di più:

Marazzo, in accordo con Prodi, ha annunciato che la spazzatura di Napoli e Campania non finirà a Malagrotta o in altra discarica del Lazio, già stracolme. Però se ne brucerà nei termovalorizzatori e gassificatori, per solidarietà con la Campania, a patto che sia spazzatura già trattata.

Ci prendono per scemi? Le ecoballe della Campania sono un triturato di tutto. Allora le cose sono due: o il Lazio dà la fregatura a Napoli o ci inquineremo a livello di Cernobyl bruciando rifiuti tossici, amianto compreso.

Morale della favola: le nostre discariche sono al collasso, Roma è piena di immondizia nelle strade, nonchè di topi e scarafaggi come derivato, la derattizzazione e disinfestazione delle fogne non si fa da 30 anni perchè così il comune risparmia e mangia di più.

Ma c’è di più:

La verità è che i rifiuti sono un business riservato alle maxi aziende colluse col potere. Altrimenti, non si spiegherebbe come l’inceneritore che si vuole costruire a Malagrotta sia stato affidato al privato MANLIO CERRONI.

Nel 2004, il CERRONI, siccome Malagrotta nel 2005 si sarebbe esaurita (e invece ancora ingrandisce) chiese, oltre ai termocombustori, la gassificazione a Malagrotta, con nuovo impianto a Col dell’Aino, Castel Giuliano, con grande rabbia della popolazione limitrofa, perchè a Roma nulla si sapeva, grazie al silenzio stampa.

Questo vezzo in uso in Italia per cui è l’appaltatore privato e non la Regione a scegliersi il sito per discariche e impianti puzza di bruciaticcio mafioso. Acquisti un terreno vicino a una cava, ci fai un bruciatore e/o una discarica accanto e fai un bel minestrone tra i rifiuti della cava e quelli della discarica o del bruciatore. Poi lo vendi come brecciolino o fertilizzante. Accade spesso e lo dimostrerò.

Adnkronos - La discarica di Malagrotta chiuderà nel 2006, come è fissato dal 2001. È una data prestabilita che non può e non deve essere cambiata. - praticamente l’hanno ripetuto ogni anno e Malagrotta è ancora là, a ricevere rifiuti MAI TRATTATI -

- I gestori e proprietari della discarica, il Consorzio Colari, di cui è presidente Manlio Cerroni (rieccolo di nuovo) vorrebbero realizzare un gassificatore a spese loro, così il termovalorizzatore non si farà perchè si farà il gassificatore. - Non è inquinante e rappresenta una grande opera di risanamento ambientale, il gassificatore al posto della discarica - questo riferisce il comune di Roma. Totalmente falso. La gassificazione è megainquinante, ma Cerroni smazzetta forte.

Le soluzioni del comune di Roma, del Lazio, Campania e tutta Italia, sono quelle più costose, più inquinanti e che danno meno occupazione, così le mega aziende mafiose guadagnano di più. Il decantato inceneritore di Brescia (di Cerrone) occupa solo 8 persone, mentre il recupero e riciclaggio occuperebbero un centinaio di persone. L’inceneritore di Brescia costa 300 milioni di € mentre un impianto di compostaggio che darebbe anche metano o energia elettrica costa 5 milioni di €.

Inoltre il riciclaggio consumerebbe un terzo dell’energia che occorre per l’inceneritore, e le ceneri andrebbero smaltite in discariche speciali, con prodotto al 30% inquinante da discarica. Gli scarti del compostaggio invece, che recupera metano, darebbero un prodotto al 40% in fertilizzante.

Roma è tra le ultime regioni per raccolta differenziata, ma è al primo posto in Italia per i rifiuti in discarica. Il Lazio spende il 20% in più rispetto alla Lombardia, dove la differenziata è al 50%, contro il 9% del Lazio.


vincenzo russo = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://es.wordpress.com/tag/monnezza/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://forummistermandarino.forumfree.net/?t=24573136 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://forum.caparezza.com/viewtopic.php?t=7632&view=previous&sid=8d1db953ecb86838693017ae8a50c371 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.golfonews.com/index.php?option=com_content&task=view&id=2599&Itemid=52 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://beppegrillo.meetup.com/562/messages/boards/thread/4079235 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.youtube.com/watch?v=WgrKSL1tl9g = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://lafrecciaverde.blogspot.com/2008/03/napoli-una-discarica-per-la-monnezza-e.html = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://beppegrillo.meetup.com/445/messages/boards/thread/4191019 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.youtube.com/watch?v=ED6E8xkbjy0 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://it.youtube.com/watch?v=K1Ygjq_AobY&feature=related = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://it.youtube.com/watch?v=K1Ygjq_AobY = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://romadellevittoriechenonva.blogspot.com/2008/02/monnezza-day.html

http://degradoroma.giovani.it/diari/2508828/via_coronari_daa_monnezza.html

Fa un certo effetto parlare di monnezza a Roma mentre in tv scorrono le immagini terribili dell'emergenza rifiuti in Campania. Per prima cosa, quindi, volevamo esprimere tutta la nostra solidarietà ai comuni campani colpiti da questa immane tragedia. E' una tragedia che ci riguarda tutti, una tragedia nazionale. Ma ora ci chiediamo: come si è potuti arrivare a una simile catastrofe medievale? E' semplice: si è sottovalutato il problema. Non si sono prese adeguate contromisure. Non sono state adottate soluzioni di sistema. Ci si è limitati, volta per volta, a passà 'a nuttata. E troppo spesso si è chiuso un occhio (e anche due) di fronte alle malefatte della camorra, che in questi anni non si è fatta scrupoli nell'avvelenare l'intera regione.

Arriviamo a noi, a Via dei Coronari. La via degli antiquari, delle gallerie d'arte e di design. Neanche questa strada, una delle più eleganti di Roma, sfugge alla morsa della inefficienza del'AMA. Qui è mattino (saranno state circa le dieci) e ancora è esposta in bella vista la monnezza del giorno prima. Ma cosa fanno gli operatori dell'AMA anzichè lavorare? Si grattano la pancia e giocano a ramino? Io li vedo sempre lavorare al rallentatore, scherzare, chiacchierare, entrare nei bar per farsi una birra. Sono pochissimi quelli che lavorano con il pepe al culo. E questi sono i risultati.

Abbiamo gli occhi del mondo addosso e continiamo imperterriti a coglioneggiare, a consegnare le nostre città a bande di incapaci. Giorni fa si è saputo che l'AMA è piena di debiti fino al collo. Ce lo aspettavamo. In Italia se sei un fannullone fai carriera, tanto poi a pagare sono i cittadini. Dove sono finiti i soldi?


= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.06blog.it/post/529/misteri-di-roma-la-maledizione-della-monnezza

Misteri di Roma, la maledizione della monnezza
pubblicato: giovedì 02 novembre 2006 da eugenio in: Per strada Verde e ambiente

http://static.blogo.it/06blog/bidone.JPG

I bidoni dell’immondizia a Roma sono sfortunati (già bisognerebbe aprire un capitolo a parte sul cassonetto multimateriale blu, quello che devi lottare per buttare una bottiglia, e ti devi inzozzare per buttare una scatoletta di tonno…). Comunque, quando ho visto arrivare questi nuovi bidoni per l’indifferenziata mi sono sembrati davvero belli e funzionali. Con quella apertura di tutto rispetto che ti permette di buttare la monnezza senza nemmeno doverlo aprire. E invece pare che molti cittadini non abbiano apprezzato, o per lo meno ne apprezzino una versione modificata visto che vengono tagliate sistematicamente le strisce di plastica morbida dell’imboccatura. Solo che non ne capisco la ragione. Peccato per il flop.

= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.rai.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


http://www.apomezia.it/Forum/topic.asp?whichpage=2&pagesize=15&count=N&topic_id=339&description=Cosa%20ne%20pensate,%20come%20vorreste%20che%20fosse.&letto=1612&forum_id=7&Topic_Title=aperta!mente&S=True&forum_title=La+Politica

che scoraggiamento! altro che traffico per arrivare a roma, problemi di strade, problemi di servizi, raccolta differenziata! questa discussione mi ha "aperto la mente" su cosa ne sarà di quello che resta della vita mia e della mia "nuovissima" famiglia! premetto di essere cattolico (ognuno ha i suoi difetti!) e che la bestemmia (che scappa anche a me "per fortuna" per me e quanto di più stupido e soprattutto inutile possa esprimere l'uomo e non capisco come possa essere divertente o goliardica. ma soprattutto in questa discussione noto che veramente per i giovani (non come me che ho appena compiuto 31 anni ma i ragazzi 16/25 +/-) pomezia è una sorta di paesone dove tutti si conoscono e si annoiano tra partite a calcio (il nostro "grande esempio di virtù nazionale", pomiciate dietro un anfratto, cannetta pomeridiana, pizza (quando va bene) la sera e "vasca" su via roma. assomiglia al paese calabro di mio nonno che in estate fa 1000 (mille) abitanti.
le parole di un ragazzo che chiede "voi che avete fatto per i giovani di pomezia" mi tormentano e mi angosciano facendomi pensare che io come tutti ho pensato solo ai ca**i miei!
capisco che andrà sempre peggio...per varie problematiche, non ci sono alternative alla gara di rutto, scorreggia libera, la prima marlboro e impennata (per quelli più fighi) sul motorino avanti scuola.
mamma mia, sono un vostro concittadino da 15 giorni sulla carta e di fatto ancora da meno e mi sento male all'idea che per mio figlio (che esiste ancora solo nei miei desideri) ci sia solo questo.
posso dirvi che certamente non sono un bigotto, tutt'altro, ma vi prego di colmare le lacune che effettivamente le precedenti generazioni hanno lasciato, rimarginare questa ferita e ridimensionare questo conflitto generazionale per costruire qualcosa di ancora più aperto, più libero.
talmente libero da non aver bisogno di offendere nessuno, ne "gentaglia" come "tossici", "negri", "comunisti", "froci" e "prostitute", "maomettani", "ebrei" o "brave persone" come noi cattolici bianchi ariani che siamo così "indietro" e "chiusi" da essere infastiditi da un "divertentissimo" bestemmione!
vi prego, fatelo per i nostri figli che a loro volta prepareranno la strada per i vostri!
adesso vado a fare un salto sul forum in questione....
[DyingSun]

http://www.pupia.tv/includes/tiny_mce/plugins/filemanager/files/immagini/spettacolo/tv_spazzatura2.jpg


Utente Senior

Msg inviati: 59 Inviato il 22/5/2007 14:09

= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

michelle hunziker= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.emiliofede.net = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .



http://unaromanainspagna.splinder.com/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


http://freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=4295513&a=2 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.mimandaraitre.rai.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

andrea vianello e le sue troie - gay drogati and giovanni floris mangia merda = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .= sparati!

www.forum.mediaset.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.pupia.tv/casaluce/notizie/0007.html

La monnezza di Casaluce sulla tv tedesca

http://www.pupia.tv/casaluce/includes/popimage.php?a=la%20visita%20dei%20giornalisti%20della%20stampa%20estera%20nel%20marzo%20scorso&s=http://www.pupia.tv/includes/tiny_mce/plugins/filemanager/files/immagini/casaluce/stampaestera4.jpg

CASALUCE. L’emittente tedesca DW Tv manda in onda la “monnezza” di Casaluce. All’interno il video che mostra il reportage con l’intervista al medico Giacomo Campanile che, raccogliendo i dati tra i medici delle famiglie casalucesi, ha constatato l’aumento smisurato delle morti per tumore.

Le immagini sono state riprese durante le visita di undici giornalisti della stampa estera che, accompagnati da Antonio Graziano, giornalista, si sono recati su alcune discariche a Casaluce. Una, in particolare, tra la frazione di “Popone Casaluce” ed il confine con Frignano. Il gruppo era composto da: Eva Kallinger (Focus - Germania), Bettina Gabbe (Evangelischer Pressedienst – Germania), Jacques Bozonnet (Le Monde – Francia), France Press (agenzia Francese), Yossi Bar (Yedioth Ahronoth – Israele), Aart Heering (Algemeen Dagblad - Paesi Bassi), Alexander Smoltezyk (Spiegel – Germania), Sabina Castelfranco (CBS News – USA), Kristina Kappelin (Dagens Industri – Svezia), Tom Kington (Gran Bretagna), Peter Loewe (Dagens Nyheter – Svezia). Erano presenti anche gli esperti: dottor Giuseppe Comella (Oncologo del “Pascale” di Napoli), dottor Antonio Marfella (Tossicologo Oncologo del “Pascale”) dottor Giacomo Campanile (Medico della medicina generale), professor Gino Girasole (Insegnante della scuola media di Casaluce).


Guarda anche "Discariche abusive, la stampa estera a Casaluce"

http://www.pupia.tv/casaluce/notizie/0001.html

CASALUCE. Undici giornalisti della stampa estera, accompagnati da Antonio Graziano, giornalista e componente dell’assise di Napoli e del Mezzogiorno, si sono recati su alcune discariche a Casaluce. Una, in particolare, tra la frazione di “Popone Casaluce” ed il confine con Frignano che brucia da diversi giorni.

Il gruppo era composto da: Eva Kallinger (Focus - Germania), Bettina Gabbe (Evangelischer Pressedienst – Germania), Jacques Bozonnet (Le Monde – Francia), France Press (agenzia Francese), Yossi Bar (Yedioth Ahronoth – Israele), Aart Heering (Algemeen Dagblad - Paesi Bassi), Alexander Smoltezyk (Spiegel – Germania), Sabina Castelfranco (CBS News – USA), Kristina Kappelin (Dagens Industri – Svezia), Tom Kington (Gran Bretagna), Peter Loewe (Dagens Nyheter – Svezia). Erano presenti anche gli esperti: dottor Giuseppe Comella (Oncologo del “Pascale” di Napoli), dottor Antonio Marfella (Tossicologo Oncologo del “Pascale”) dottor Giacomo Campanile (Medico della medicina generale), professor Gino Girasole (Insegnante della scuola media di Casaluce).


--------------------------------------------------------------------------------

GUARDA LE FOTO
(clicca per ingrandirle)

http://www.brightcove.tv/title.jsp?title=359540880&channel=298782895&lineup=494751258


http://meddletv.wordpress.com/2008/01/06/strisce-blu-e-monnezza/

http://www.nntp.it/fan-tv/1050292-napoli-tv-tette-e-monnezza.html


http://folklorenapoletano.blogspot.com/= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

Napoli in Tv: tette e monnezza
OT - scusate ragazzi ho trovato questo blog che è un'autentica perla
http://folklorenapoletano.blogspot.com finalmente della gente di
Napoli che non guarda in faccia a nessuno e nemmeno a se stessa... Nei
giornali e sulla tv non passano mai queste notizie ma com'è possibile?
Ma davvero succede tutto questo in Italia??? Ma stiamo scherzando???
Ne parlano anche su un forum di queste cose http://sdg.phpbbsite.com/

E POI CI SONO LE TETTONE!= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.apomezia.it/Forum/topic.asp?whichpage=2&pagesize=15&topic_id=684&description=Cosa%20pensi%20della%20tua%20citt%C3%A0&letto=740&forum_id=6&Topic_Title=siamo+circondati!!!&forum_title=Pomezia

http://lumenlux.blogspot.com/2007/01/il-sindaco-di-pomezia-enrico-de-fusco_18.html

http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1490696&page=2 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://beppegrillo.meetup.com/183/?track=i3/mu_xxkqs0qsv6 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://francomennitto.blogspot.com/2007/05/la-manifestazione-del-19-negata.html = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.padovanews.it/index.php?option=com_content&task=view&id=26376&Itemid=101 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.losfoglio.it/QuartaPagina.asp?ed=14 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://lnx.messinaweb.eu/forum/viewtopic.php?f=15&t=2067 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.fumarelapipa.com/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=2022&forum=28&post_id=196344 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.pigneto.it/news.asp?id=360 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

La raccolta differenziata è un'abitudine che i cittadini romani non riescono ad apprendere. Tra i più indisciplinati gli esercizi commerciali e esercenti della ristorazione. L'AMA risponde con un piano in 7 mosse: sorveglianza e multe salate. Ma al Pigneto non ci sono nemmeno i cassonetti.



La differenziazione è il perno centrale del piano del Commissario straordinario sui rifiuti Marrazzo, il quale avverte che la separazione dei rifiuti e il loro corretto smaltimento è un punto fondamentale per scongiurare a Roma il rischio di una degenerazione stile Napoli.

In effetti, dal 2005 il Comune di Roma ha reso obbligatoria la raccolta differenziata per gli esercizi commerciali, ma risulta chiaro che questa abitudine non sia mai stata recepita dalla popolazione. Una recente indagine di Legambiente denuncia l'abitudine di non separare i materiali soprattutto da parte di bar, ristoranti e negozi di Roma. La maggior parte degli intervistati dichiara di non conoscere nemmeno l'obbligo della differenziazione: l'immondizia viene gettata nel cassonetto più vicino senza badare a cosa serve.

La situazione è più grave di quanto si possa pensare: i piani prevedono che la percentuale della differenziazione, sul totale dello smaltimento dei rifiuti, dovrebbe arrivare al 45% entro il 2008 e al 65% entro il 2012, mentre per il momento non si arriva nemmeno al 17%. Inoltre, i dati che riportano le statistiche, denunciano un allarmante calo nel trend della differenziazione a Roma: infatti negli ultimissimi anni, l'aumento della differenziazione sul totale dello smaltimento è in forte flessione, registrando nel 2006 un aumento percentuale di appena superiore al 5%. Guardando i dati Municipio per municipio scopriamo che il più virtuoso è il Terzo Municipio, dove la raccolta differenziata pro-capite, nel periodo gennaio/settembre 2007, è stata di appena il 16,05Kg all'anno, mentre il riqualificando Municipio Sesto è posizionato a mezza classifica in decima posizione: appena il 10,61Kg a persona. Se rapportiamo questi dati al fatto che ogni romano produce 1,83 Kg di rifiuti al giorno e quindi 667,95 Kg all'anno, ci rendiamo presto conto di quanta poca cosa siano 10 o 15 chili in 9 mesi.

Persino l'AMA è preoccupata. Dinfatti ha ultimamente (4 febbraio 208) annunciato un piano strategico in 7 mosse, coordinato col Comune di Roma, per aumentare la raccolta differenziata nella Capitale. Tra le azioni programmate, quella che suscita più clamore è senza dubbio l'entrata in azione di una task force davvero eccezionale: quattro agenti per ogni municipio (vigili urbani, operatori Ama e personale del nucleo decoro urbano) con lo specifico e unico compito di controllare negozi, bar, ristoranti e multare chi non rispetta le regole: contravvenzioni da 50 a 300 euro per chi non getta i rifiuti nei cassonetti giusti, blu per il multimateriale, bianco per la carta, da 25 a 619 euro per chi lascia i rifiuti fuori del cassonetto, da 50 a 300 euro per chi ci parcheggia davanti, ostacolando il lavoro dei mezzi che effettuano la raccolta.
Inoltre, sono già per le strade della capitale (chi l'ha visti?) 200 operatori ecologici, riconoscibili dal fratino arancione con la scritta "raccolta differenziata", incaricati di svolgere attività di informazione accanto alle postazioni delle differenziata, dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 11. Oltre a questo, l'AMA promette un aumento dei turni di raccolta differenziata: i cassonetti blu e bianchi si saturano molto velocemente, quindi (senza chiederci come mai, visto che i cittadini non li usano) il passaggio dei mezzi di raccolta verrà raddoppiato: non più una volta a settimana, ma una volta ogni tre giorni (ma per adesso solo nei municipi IV, VIII, X e XVI). Come se questo non bastasse, l'AMA promette anche di iniziare a breve un programma di recupero degli scarti organici provenienti dagli esercizi commerciali e dagli oltre cento mercati rionali della capitale.

A questo punto, un ingenuo paesano abitante del Pigneto potrebbe chiedersi: ma...che robb'è 'stà raccolta differenziata? E che diavoleria saranno mai 'sti cassonetti colorati? chi l'ha mai visti? Voi vedè che mo' me fanno la multa? (è già, la multa...unica preoccupazione del civile italico).

Come faranno gli abitanti del Pigneto a differenziare i rifiuti se non ci sono i cassonetti per farlo? Come farà la suddetta task force a punire chi non li usa se i cassonetti non ci stanno? Come faranno i 200 volenterosi dell'AMA ad insegnare agli ignari commercianti quale rifiuto va messo nel cassonetto blu, quale in quello bianco, quando questi, di fronte al loro (chicchissimo) locale, vedono solamente una lunga e maleodorante sfilza di vecchi cassonetti verdi per l'indifferenziata? Possiamo di certo lanciare facili accuse di pigrizia e ignoranza al comune cittadino, ma quando questi non è in grado di accedere agli strumenti per il rispetto della legge (e soprattutto dell'ambiente) cosa dovrebbe fare? Domanda da non poco, considerando che fu proprio una delegazione di cittadini, all'insediamento del presidente del sesto municipio Teodoro Giannini, a segnalare la necessità della differenziazione soprattutto nei pressi dell'Isola Pedonale, dove è più alta la concentrazione di ristoranti e locali che producono una buona dose di vuoti a perdere. La promessa delle campane per la raccolta del vetro fu solenne...eppure non se n'è mai vista una.

Certo il quartiere non è carente solo di cassonetti, ma di pulizia in generale (tralasciamo per ora il decoro urbano). Sono in molti quelli che arrivano al Pigneto spinti da lusinghieri articoli su giornali nazionali e sgranano gli occhi scandalizzati dalla situazione in cui versano le strade: bottiglie e cartaccie ovunque, spazzatura generica sparsa dal vento, scarti del mercato rionale (ma non li potrebbero raccogliere i commercianti?) che stazionano per giorni interi se per caso sono caduti a qualche metro di distanza dalla zona di pulizia quotidiana. Eppure, a ben guardare i dati sulla frequenza di spazzamento delle strade del Municipio VI, sembra che siano qui tutti i giorni con scopa e paletta. C'è qualcosa che non quadra.

Ce'è un però: grazie alle elezioni che nei prossimi mesi affolleranno le scuole cacciando i (ben felici di andarsene a spasso) alunni, siamo certi che qualcosa accadrà, d'improvviso, sottovoce, come piace a loro. Quindi, armati di ottimismo per il tempo a venire, abbandoniamo le sterili polemiche e veniamo a consigli costruttivi per chi è disposto a caricarsi vetro, carta, metallo, plastica, ecc sulle spalle per qualche centinaio di metri fino al raggiungimento dei più vicini cassonetti colorati: se siamo fortunati e la descrizione dei cassonetti non è ancora stata coperta da un affissione abusiva, scopriamo che quelli blu sono fatti per plastica, metalli e vetro mentre quelli bianchi sono per carta, cartone, giornali e tetrapack. Per tutti i materiali organici o comunque non riciclabili persistono i cassonetti di colore verde. E' possible reperire proprio sul sito dell'AMA una descrizione più approfondita su come utilizzare i cassonetti.

Purtroppo non sempre è facile capire se quello che abbiamo tra le mani è fatto di plastica, di carta o di altro materiale. Per risolvere questi dubbi, come segnala miglioraroma, ci viene in aiuto tutta una serie di simboli e sigle che possiamo trovare sugli oggetti in questione: scopriamo ad esempio che il tetrapack (simbolo CA), nonostante sia formato da materiali di diversa natura, va insieme alla carta. Nell'attesa che l'utilizzo di etichette più chiaramente interpretabili da un comune mortale sia resa obbligatoria per legge eccovi qua una tabella da studiare come primo compito per diventare un buon differenziatore.
= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


http://degradodiroma.wordpress.com/2007/05/31/monnezza/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

Educazione civica e “monnezza” Maggio 31, 2007
Posted by degradodiroma in Segnalato da ..., Sporcizia.
trackback
Segnalato da : Andrea P.

Volevo segnalare un fenomeno che forse passa inosservato ma che a volerlo notare, mi sembra ormai molto, troppo diffuso, ossia : l’ abitudine ad abbandonare i sacchetti dell’immondizia un po’ ovunque.

Non parlo di quelli lasciati fuori dai cassonetti, ma intendo quelli lasciati proprio nei posti più disparati: alle fermate degli autobus, in mezzo agli spartitraffico, sul ciglio delle strade, sui marciapiedi, nei parcheggi anche quelli coperti dei Centri commerciali, in mezzo alle aiuole, sulle scalinate, davanti ai portoni, sopra i muretti, nei parchi, ecc….
Ho visto che ci sono esempi con foto pubblicate sul sito.

Non so se gli autori siano italiani o immigrati, probabilmente entrambi, poiché ci stiamo assuefando a vivere nello “schifo” che ci offre VELTRONIA.
Dimenticavo: è molto diffuso anche il vizio di lasciare in giro, soprattutto sulle panchine dei parchi o delle piazze, stracci e vestiti oltre alle immancabili bottiglie di birra …

= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.ilpiave.it/IMGART/211207/Mike_Bongiorno.jpg = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.retesette.tv/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MARCO RIZZO MERDA = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

gerardo russo = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

carmela santi= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

mirella russo = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

anna pettinelli= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

anna kanakis= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


giorgio scelza = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.105tv.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.liratv.it= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.telesalerno1.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.tvoggisalerno.it= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

s.a.l.e.r.n.o.= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.vincenzodeluca.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

vallo della lucania = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MAURA GABRIELE = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

VINCENZO SCALONE = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

TERESA RICCO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MIRKO BIANCHINI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ADELE SPLENDORE = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ANGELA GUGLIUCCI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

LUCIANA D'APOLITO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

FEDERICA RUOCCO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

FRANCESCA RIZZO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

DANIELA GRECO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ANASTASIA GRECO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.comune.vallodellalucania.sa.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://it.wikipedia.org/wiki/Vallo_della_Lucania = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.comuni-italiani.it/065/154/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.ordineavvocativallodellalucania.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.fieredivallo.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.salernonotizie.it/sezione.asp?ID=Vallo%20della%20Lucania = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

novi velia= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

futani = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.arcitorino.it/node/496 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.rete7.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.rete7.it/oldrete7/rete7.html = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.ilcilento.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.blogeko.info/media/monnezza.jpg

WWW.MAURIZIOCOSTANZOSHOW.COM = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

roma = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

anzio = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MARIA DE FILIPPI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.drzap.it/merda.htm

FABIO FAZIO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

maria bengardino = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

giovanni giordano = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

LUCIANA LITTIZZETTO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.EMILIOFEDE.NET = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

GIUSEPPE MEROLA TEL 0974 65027 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


JESOLO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

Federica Sciarelli = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.ANGELISMARRITI.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

IL NANO E TUTTI GLI ITALIANI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


WWW.IMPATTOALIENO.NET= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


http://www.merda.it/

http://www.laboratoriocaffeina.it/geek/2007/04/02/italiait-e-la-merda-del-web.html

http://merdaproject.splinder.com/

http://www.merdaproject.org/

http://guardalamiamerda.blogspot.com/

http://i-blog-di-merda.splinder.com/

michele cucuzza= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

jessica alba = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

alba parietti = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

jessica simpson = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

jessica biel = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

laura pausini = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

alfonso pecoraro scanio = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

LAMBERTO SPOSINI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

PIPPO BAUDO= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.chilhavisto.rai.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

AMBRA ANGIOLINI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MASSIMO GILETTI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

LINDSAY LOHAN = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

GENE GNOCCHI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

leona lewis= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MIKE BONGIORNO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

CHARLIZE THERON = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

FEDERICA PANICUCCI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

naomi campbell= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ALBA PARIETTI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

CICCIO VALENTI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

GIANCARLO GIOVALLI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

romano prodi = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

S.A.L.E.R.N.O. = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

VALLO DELLA LUCANIA = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.VINCENZODELUCA.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

AGROPOLI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

FRANCESCO RUTELLI= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

PIERO FASSINO= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

GERRI SCOTTI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


WWW.TG1.RAI.IT= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


WWW.TG2.RAI.IT= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.TG3.RAI.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.TG4.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.TG5.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

RIFONDAZIONE COMUNISTA = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.pichunter.com/

FRANCO GIORDANO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.STUDIOAPERTO.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.oldyoungporn.com/

GIOVANNI FLORIS = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ANDREA VIANELLO= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://ch.tilllate.com/IT/event/details/6505202/more

SAN MAURO LA BRUCA = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

CATERINA BALIVO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Coprofagia
Coprofagia
Da Nonciclopedia, l'enciclopedia liberatoria
Vai a: navigazione, ricerca

Tipica baguette francese dal gusto coprofilo.“Ma che bontà, ma che bontà! Ma che cos'è questa robina qua?”


- Daniela Santanchè su Coprofagia
“Hmmm... che profumin! che avet' cuccinat' di buono occi? i pulpetti di merda?”


- Diego Abatantuono in "I fichissimi"
“Se mi chiedete cosa sceglierei tra una notte con Kakà e un dolcetto alla Cacca non posso esitare: senza dubbio un dolcetto alla cacca! ”


- Monica Bellucci su Coprofagia
Con il termine coprofagia, oltre a riferirsi all'hobby preferito di Gianni Morandi, si usa indicare la cucina francese.

[modifica] Francesismi
Già dal 1981, quando in Francia regnava ancora il Re Sole, la rivalità tra Italia e Francia in cucina era tale da provocare guerre e incursioni segrete dalle fogne con furti di ricette. Questo perché ai francesi spocchiosi non andava giù che l'Italia fosse sempre la migliore dal punto di vista culinario.

Così, alla micina rasata delle francesi, l'Italia rispondeva con la pizza, la pasta e un milione di altre leccornie.

Ma negli ultimi 12 anni, la Francia è riuscita comunque ad affermarsi nel mondo tramite sotterfugi e l'uso spropositato della coprofagia con stratagemmi e bugie. Servendosi delle due o tre ricette più famose (Fois Gras, Escargot e Alizèe) a cui ha aggiunto aromi subliminari di cacca, si è portata ai picchi della Eat Parade sopravanzando scorrettamente l'Italia.

La summa della capacità culinaria francese viene definita appunto coprofilia, ovvero la passione per il cibo francese. Ma l'uso dell'aroma cacca negli alimenti è scorretto e sleale e gli italiani non lo useranno, perché vogliono sopravanzare i francesi senza aiuti esterni.

http://www.difossombrone.it/comportamento/main18coprofagia.htm




MILO INFANTE = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MIRIANA TREVISAN = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ROBERTA LANFRANCHI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ALESSANDRO MELUZZI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.oldmanporn.com/

BRUNO VESPA= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://groups.google.com/group/tnn.internet.broadcast/browse_thread/thread/0123a1ed46a10fba/cd6f1e19956234f1

BRUNO RICCO= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ENRICO MENTANA = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

LICIA COLò DETTA LICIA FACCIA CULO DE CULIS = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ENRICO BRIGNANO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ENRICO PAPI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

VICTORIA SILVESTED = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MICHELLE HUNZIKER= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ITALIA = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.hoes.com/hardcore.html

http://www.giovannifloris.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.ballaro.rai.it/category/0,1067207,1067011-1067824,00.html = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.mimandaraitre.rai.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://onlybestsex.com/hardcore.html

WWW.STRISCIALANOTIZIA.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ITALIA = B L O B = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .



http://fainotizia.radioradicale.it/2007/05/26/napoli-la-mondezza-brucia-ma-i-commissari-straordinari-per-lo-smaltimento-guadagnano-diecimila-euro-al-mese

http://giovanedemocratico.blogspot.com/2008/01/mondezza.html


http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20080120053932AApObqV

http://www.legnostorto.com/index.php?option=com_content&task=view&id=20247&Itemid=26


http://www.agoramagazine.it/agora/spip.php?article1455

http://www.napoli.com/viewarticolo.php?articolo=19677


http://segnalo.alice.it/tag/mondezza

http://www.blogcatalog.com/post-tag/mondezza/

WWW.MERDA.IT

WWW.MONDEZZA.IT


E’ dall’anno scorso che se ne parla, la regione Campania, ha un grosso problema di rifiuti, in questi ultimi mesi poi se ne è parlato abbastanza – e comunque mai troppo - l’argomento è alquanto “maleodorante” se non addirittura troppo forte.
Se da un lato, Napoli soffoca sotto i cumuli della propria immondizia, nonostante disponga di vari siti per il deposito, di inceneritori e di termoconvertitori mai attivati.
Dall’altro alcuni comuni della stessa regione si rifiutano di ricevere l’immondizia “amica” con proteste addirittura violente, perchè??
Il sindaco, Rosa Russo Jervolino, e il presidente della regione Campania Bassolino, di cui riporto una breve nota curiosa (il 31 luglio 2007 è stato richiesto il rinvio a giudizio dalla Procura della Repubblica di Napoli per i presunti reati che avrebbe commesso durante il periodo tra il 2000 e il 2004 come commissario straordinario per l'emergenza rifiuti in Campania.) non sono riusciti a risolvere il problema!!!
Talmente sono stati “latitanti” che è dovuto correre in loro aiuto “l’amico” nonché presidente del consiglio Romano Prodi, che nomina dopo lo stesso Bassolino, un altro commissario straordinario per l’emergenza rifiuti, De Gennaro, questi con l’aiuto dell’esercito ordina che l’immondizia napoletana venga spostata da una regione all’altra dell’Italia, mentre Prodi dall’alto della propria seggiola grida e incita il popolo all’unione Nazionale…….alcune di queste regioni (quelle di sinistra) l’hanno accolto l’appello, altre invece pongono un netto rifiuto.!!!
Non c’è dubbio che sarà una soluzione tampone, e che, tra un paio di mesi tutto tornerà come prima.


http://www.notv.it/forums/mondezza-tra-un-t86358.html

http://degradodiroma.wordpress.com/2007/12/17/inciampando-nella-mondezza/

Inciampando nella mondezza

Camminare per Roma ed “inciampare” su della mondezza è un fatto frequente. L’AMA non riesce ad offrire un servizio di qualità e non riesce a coprire un territorio come Roma. Forse è una azienda che potrebbe andare ad offrire i suoi servigi in una cittadina, in un paese .. forse a fronte delle ridotte dimensioni dello stesso, potrebbe chissà servire ottimamente i suoi cittadini


http://isabella.allblog.it/2008/01/08/la-mondezza-napoletana-fa-il-giro-del-mondo/

http://it.redtram.com/go/71011603/

http://www.ilpiave.it/modules.php?name=News&file=article&sid=5588

http://www.equilibriarte.org/eqforum/topic&topic_id=1104&page=7

enrico bertolino = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

glob = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.rai.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .



ITALIA = B L O B = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://it.youtube.com/watch?v=FKA7IcPma_o&feature=related

http://www.pupia.tv/includes/tiny_mce/plugins/filemanager/files/immagini/spettacolo/tv_spazzatura2.jpg

Mezza Italia ha visto il servizio di Striscia la Notizia dove una gruppo di cittadini fermò per strada Emilio Fede e lo accusò giustamente di trasmettere da un canale Abusivo: si infatti RETE 4 trasmette abusivamente da anni.

Leggi qui la sintesi delle vicende giudiziarie
Guarda l’intervista al proprietario di Europa 7 (la nuova emittente che avrebbe diritto di trasmettere)

Il capogruppo di questi Italiani vogliosi di giustizia fu PIERO RICCA ;un nome già conosciuto per aver dato del P-Buffone a Silvio Berlusconi (Video) ed essere stato processato vincendo la causa.

Ovviamente il video di Fede registrato quella sera apparve anche sul sito di Piero (www.pieroricca.it) , su Antenneattive (La Tv degli amici di Grillo) e ovviamente su Youtube in una più completa versione: Striscia si dimenticò lo sputo del caro Emilio al mitico Piero.

http://www.sosteniamoci.it/immagini/clip_image002_0013.jpg = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
ITALIA = B L O B = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

COSA NE PENSA HORST TAPPERT?

COSA NE PENSA ARNOLD SCHWARZENEGGER?

WWW.SCHWARZENEGGER.COM

WWW.TERMINATOR3.IT

dario trivelli said...

LA TV OGGI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.pupia.tv/includes/tiny_mce/plugins/filemanager/files/immagini/spettacolo/tv_spazzatura2.jpg


http://www.codacons.it/index.html = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://files.splinder.com/1951b82428015fca3f192fda0eed5af2.jpeg= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.geocities.com/jammiesland_debate/worlds2001glasgow-nyd-beer-puke.jpg= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://bp3.blogger.com/__x2xqQ-AywM/RafUiFKWDKI/AAAAAAAAAB0/ArYSehrIEEw/s320/Coprofagia+Whats+There.....jpg= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://bloginstant.bloc.cat/gallery/9372/9372-57980.jpg= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://images.alice.it/sg/notizie1024/upload/ung/unghie_v0.jpg= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

maurizio costanzo = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.vincenzodeluca.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

s.a.l.e.r.n.o. = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

c.i.l.e.n.t.o. = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

vallo della lucania = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

futani = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

rete 7 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

tele salerno 1= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

lira tv = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

tv oggi salerno = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.mediapiuitalia.it/news_media/files/page7_blog_entry5_1.gif = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.newsfood.com/im/Eventi/Insegno_Ciufoli-340.jpg = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.gossipnews.it/mondanita/party_calendario_elisabetta_gregoraci/images/emilio_fede_e_raffaella_zardo_9aba.jpg = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://sarodist.files.wordpress.com/2007/07/0903_emilio_fede_c.jpg = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.tg4.it/res/foto/fede.jpg = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


www.pieroricca.org and gabriele paolini vs emilio fede

the winner is piero ricca and gabriele paolini!

http://bp3.blogger.com/_Nm7YdDMIRRY/RpScGspXBPI/AAAAAAAAAIw/qxZTdsgazno/s400/Piero-Berlusconi-Chiude-Sme.png

http://www.teatronaturale.it/articolo/1066.html

LA TV-SPAZZATURA? TUTTI LA CRITICANO, TUTTI LA GUARDANO
Perché ci poniamo davanti al teleschermo, nonostante gli attuali palinsensti ci propongano programmi senza grande spessore? Ha senso sacrificare la qualità a vantaggio dell'audience? E poi, altra questione: si può ancora considerare una risorsa educativa la televisione?


http://www.tesionline.it/ricerca/parola-chiave.jsp?keyword=tv+spazzatura


http://www.psicopolis.com/ASpED/tvtrash.htm = clonazione umana = dario trivelli= 4)emilio fede

http://www.italiadonna.it/notizie/archivio/20061106g.htm
Anche in tv è emergenza rifiuti”

In tv è ormai emergenza rifiuti. Con questa provocazione il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) invita i cittadini a partecipare domenica 12 novembre al primo sciopero dei telespettatori, aderendo all’iniziativa promossa da Claudio Lippi “Spegni la tv della volgarità”. L’appello è quello di spegnere il televisore anche solo per un minuto domenica 12 nella fascia tra le 17,30 e le 17,35.

Come già sottolineato ieri nel programma Consumi e Costumi, condotto da Giovanni Valentini su Repubblica tv, Francesco Luongo, responsabile del Dipartimento Tlc del Movimento Difesa del Cittadino (MDC), ribadisce: “La paradossale reazione del conduttore e autore Claudio Lippi, che ha abbandonato la trasmissione Buona domenica divenuta un vero e proprio ring per ospiti rissosi, è significativa di un degrado senza precedenti”.

“L’iniziativa non vuole essere una crociata contro le reti Mediaset – spiega Luongo - ma una prima protesta civile contro il contenuto dei palinsesti della tv generalista, orientato sempre più verso il trash. Un fenomeno negativo presente sia
nelle tv commerciali, dove le regole dei codici di autoregolamentazione tv e minori proposti dai network sono spesso ignorati”.

Nel 2006 sono aumentate le denuncie del Dipartimento Junior del Movimento Difesa del Cittadino (MDC) per violazioni delle norme del codice che vanno soprattutto ai danni dei minori nella fascia protetta dalle 07.00 alle 22.30. Più qualità, maggiore attenzione verso i minori e meno spazzatura. Questo l'appello del Movimento Difesa del Cittadino che invita da un lato i cittadini ad aderire all’iniziativa, dall’altro il mondo della scuola e della cultura ad appoggiare questa campagna di sensibilizzazione contro la tv della volgarità.

Fonte: Movimento Difesa del Cittadino


http://www.pupia.tv/includes/tiny_mce/plugins/filemanager/files/immagini/spettacolo/tv_spazzatura2.jpg









RADIO VATICANA: ASSOLTI IN APPELLO BORGOMEO E TUCCI

IL CODACONS: LA CHIESA COLPISCE ANCORA! RICORREREMO IN CASSAZIONE PER RIBALTARE LA SENTENZA


La prima sezione della Corte d'appello di Roma ha assolto padre Pasquale Borgomeo e padre Roberto Tucci, "perchè il fatto non è previsto dalla legge come reato", per la nota vicenda di Radio Vaticana.
?Il nuovo corso interventista della Chiesa ha colpito anche in Tribunale, nonostante la Corte di Cassazione abbia ampiamente dimostrato come l?energia elettrica debba considerarsi ?cosa? ai fini del reato di cui all?art. 674 del codice penale ? afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi ? Annunciamo fin d?ora un ricorso in Cassazione contro tale sentenza abnorme, dove siamo sicuri verranno riconosciute le ragioni delle tante persone che hanno subito danni pesantissimi e irreversibili a causa delle onde elettromagnetiche di Radio Vaticana, questione della quale si sta occupando anche la Procura della Repubblica in sede di indagini, per il reato di omicidio colposo?.
Con la sentenza n. 23066 del 14/06/2002 ? conclude il Codacons ? la Cassazione ha chiaramente affermato: ?tra le cose mobili di cui e' menzione nell'art 674 cod. pen. debbono farsi rientrare anche i campi elettromagnetici, il propagarsi delle cui onde e' riconducibile nella nozione di gettare?. la locuzione cose usata dal legislatore nella formulazione dell'art. 674 cod. pen. comprende anche l'energia elettromagnetica, che non soltanto e' suscettibile di valutazione economica, ma anche provvista di una sua particolare fisicita', ben potendo essere misurata, utilizzata e formare oggetto di appropriazione?.


SALUTE: IN ARRIVO PER I CITTADINI UN?ONDATA DI INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO SE LA DIRETTIVA 2004/40/CE SARÀ RECEPITA DALL?ITALIA

LIMITI AI CAMPI ELETTROMAGNETICI 500 VOLTE SUPERIORI A QUELLI ADOTTATI IN ITALIA!


Il Governo sta sottoponendo al parere del Parlamento il decreto legislativo di recepimento della direttiva 2004/40/CE, recante i limiti per i lavoratori ai campi elettromagnetici dell'ICNIRP, ben 500 volte superiori rispetto agli stessi adottati in Italia.
Se tale decreto verrà approvato infatti il limite per le microonde che attualmente in Italia secondo DM 381/1998 è di 6 volt/m per il campo elettrico, passerebbe a ben 137 volt/m, stesso discorso per gli elettrodotti che dall?attuale limite di 3 microtesla adottato con DPCM 8/7/2003 arriverebbe a 250. Troppe insidie sono presenti in un D.Lgs totalmente favorevole all?inquinamento elettromagnetico:
1. innanzitutto si introduce la confusione tra lavoratori professionalmente esposti e lavoratori non professionalmente esposti a cui si devono applicare i limiti validi per la popolazione

2. in secondo luogo si introduce una dequalificazione dei "limiti di esposizione" che vengono declassati a "livelli di riferimento" ed ora a "livelli di azione". In altre parole per avere il superamento del limite, secondo la direttiva 40 ed il testo del D. Lgs., non basta essere esposti a più di 137 volt/m o a più di 250 microtesla: in tal caso si ha solo il superamento di "livelli di azione" per i quali i consulenti del datore di lavoro "si azionano" per accertare l'eventuale superamento dei limiti di base. Ciò porta però ad una violazione costituzionale e del diritto naturale (come è stato evidenziato persino dai Cinesi che nella III Conferenza Internazionale sui Campi Elettromagnetici, Guilin 2003, organizzata dal NIEHS cinese in collaborazione con il WHO ha portato all? adozione di "limiti di esposizione" come in Italia, in Svizzera e in Belgio da parte della Cina): infatti né il lavoratore, né il datore di lavoro sono in grado di conoscere se la loro esposizione abbia superato il limite, perché, una volta accertato il superamento del livello di azione, il limite può essere dedotto solo dall'applicazione di complessi modelli matematici e sperimentali come l?impiego di fantocci in tessuto umano-equivalente.


Una normativa che non consente di determinare l'eventuale violazione di una norma sul lavoro, cioè il superamento dei limiti da parte dei lavoratori per esposizioni ordinate dal datore di lavoro, è incostituzionale.
Ancora una beffa per i cittadini italiani guidati da un governo favorevole all?inquinamento elettromagnetico!!!

Dal sito www.ambientediritto.it, GIURISPRUDENZA in tema di ELETTROSMOG
Luglio 2003:Interramento elettrodotto - confermata ordinanza del Tribunale di Venezia - l'Enel deve ridurre le emissioni a 0,4 microtesla
DECRETO LEGISLATIVO 4 settembre 2002, n. 198: Disposizioni volte ad accelerare la realizzazione delle infrastrutture di telecomunicazioni strategiche per la modernizzazione e lo sviluppo del Paese - Il Codacons ha sollevato la questione di costituzionalità dinanzi al Consiglio di Stato per violazione di norme costituzionali e di legge comunitaria....
Nota Consiglio di Stato 12 febbraio - 3 giugno 2002 n.3095
"Il Potere dei comuni di disciplinare l'installazione delle stazioni radio base per telefonia cellulare." di Alessandro Amato
CONSIGLIO DI STATO, SEZ. VI - Sentenza 3 giugno 2002 n. 3095
Decreto legge del 7 febbraio 2002: "Ecco la deregulation proposta dal nuovo Governo per accellerare le opere infrastrutturali. I nuovi tralicci delle società di energia elettrica hanno il via libera senza bisogno di alcuna VIA. In violazione anche della recente legge quadro in materia di elettrosmog. Cosa fare? Improcastinabile il Referendum Abrogativo."
3 dicembre 2001 - Testo della direttiva 2001-95-CE del Parlamento Europeo e del Consiglio relativa alla sicurezza dei prodotti (file formato .pdf - dim. 336 Kb)
Legge Regionale Campania 24 novembre 2001, n. 13 - “PREVENZIONE DEI DANNI DERIVANTI DAI CAMPI ELETTROMAGNETICI GENERATI DA ELETTRODOTTI” (file formato .pdf)
Legge Regionale Campania 24 novembre 2001 n. 14 - “TUTELA IGIENICO SANITARIA DELLA POPOLAZIONE DALLA ESPOSIZIONE A RADIAZIONI NON IONIZZANTI GENERATE DA IMPIANTI PER TELERADIOCOMUNICAZIONI” (file formato .pdf)
"La Regione Marche detta le norme per l'elettrosmog" - testo della legge regionale
Commento delle associazioni e comitati alla legge regionale elettrosmog Marche
Ddl Camera 14 febbraio 2001- Legge quadro sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici
Scadenzario degli adempimenti indicati nella legge quadro
Commento breve alla legge quadro sull'inquinamento elettromagnetico
Proposta di legge regionale
http://www.ambientediritto.it/Giurisprudenza/ELETTROSMOG.htm
= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.




http://partitodellaspazzatura.wordpress.com/

www.ilsensodellavita.tv = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

paolo bonolis = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

luca laurenti = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

http://groups.google.it/group/italia.roma.ambiente/browse_thread/thread/fe68644f2bbb767a

Credevo che come rifiuti stessimo meglio dell'inferno-Campania, credevo che
riciclassimo molto di più, invece Roma sarebbe al 16%, ila Provincia di Roma
al 12,5%; il Lazio è ad un misero 11,1% mentre la Campania fa 11,3 % ! !!

E lo ha detto ieri pure Pecoraro, il Lazio si salva SOLO perchè ha/usa delle
discariche più grandi.

mirella russo merda= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

Vuol dire che tra un po' invece di sentire " 'a munnezza" diremo noi stessi
" 'a monnezza" ;-))

Grampasso Vedi profilo
Er Sor Loplop ce venne a ddi' che: >riciclassimo molto di più, invece Roma sarebbe al 16%, "Modello Roma"? >E lo ha detto ieri pure Pecoraro, il Lazio si salva SOLO perchè ha/usa delle >discariche più grandi. Che è esaurita da anni, che doveva chiudere a dicembre 2007 ma che il buon Marrazzo ha deciso di utilizzare ancora per tutto il 2008. La situazione è già al limite da tempo e se non si sbrigano vedrai che bel botto facciamo pure noi... >Vuol dire che tra un po' invece di sentire " 'a munnezza" diremo noi stessi >" 'a monnezza" ;-)) a monnezza, o meglio la sua puzza, la puoi sentire spesso in tutto il quadrante ovest della città, da Malagrotta fino a P.le degli Eroi... Cia Gra -- http://www.italiaroma.it : Visita e collabora http://www.grampasso.com/ama : Mostra fotografica di cassonetti AMA
Altre opzioni 22 Feb, 20:11

Newsgroup: italia.roma.ambiente

Data: Fri, 22 Feb 2008 18:11:40 GMT
Locale: Ven 22 Feb 2008 20:11
Oggetto: Re: Il Lazio ricicla meno della Campania
Rispondi | Rispondi all'autore | Inoltra | Stampa | Messaggio singolo | Mostra originale | Segnala questo messaggio | Trova messaggi di questo autore
Er Sor Loplop ce venne a ddi' che:

enrico ruggeri= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

alessandro cecchi paone= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

http://www.youtube.com/watch?v=y9pZdCnsDkE = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

http://www.tvblog.it/post/4237/il-bivio-che-schifo = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

http://static.blogo.it/tvblog/il_bivio_ruggeri.jpg = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

Il bivio - vergognosamente alla ricerca dello scandalo
pubblicato: mercoledì 24 gennaio 2007 da Debora in: Talk Show Italia1 Il Punto di Svista
Sono passati in modo abbastanza martellante nei giorni scorsi i promo della nuova edizione de Il Bivio - cosa sarebbe successo se… che cercavano di puntare sulla curiosità morbosa dello spettatore. Riuscendoci, evidentemente, visto che ieri sera alle 23.20 circa anch’io ero sintonizzata su Italia1 per seguire la storia di Sabrina e Valentina (in principio Danilo e Stefano), due gemelle trans.

Una storia tutto sommato uguale a tante altre sulla trasformazione sessuale e sul passaggio di genere, con la particolarità del fatto che entrambi i gemelli hanno scelto di intraprendere (e completare, nel caso di Valentina, mentre Sabrina è ancora in “stand-by”) questo difficile percorso. In studio famosi ospiti transgender, tra i quali anche Vladimir Luxuria, e alcuni esperti, come il chirurgo che ha eseguito l’operazione di cambio di sesso a Valentina e uno psicologo.
A fare da intervistatrice, Adriana Fonzi Cruciani, giornalista. E’ proprio lei che si è resa protagonista di un momento che definire squallido è riduttivo: durante l’intervista al chirurgo infatti, ha chiesto ripetutamente e con insistenza, vista la reticenza dell’uomo a rispondere, particolari sulla vita intima e sessuale di un trans operato. Domande come “Ma dopo l’operazione si prova piacere sessuale?“, “Una persona che si trovi ad avere un rapporto sessuale con un trans operato, nota la differenza?” e tante altre, hanno creato in me - e non solo, visti i visi degli ospiti del programma e del chirurgo stesso - una sensazione di disgusto misto ad incazzatura. Mi sono messa nei panni delle due gemelle e l’unica reazione che avrei avuto sarebbe stata quella di alzarmi ed uscire dallo studio, vista la mancanza di sensibilità - ma anche di professionalità - della giornalista.

PUBBLICITÀ

PUBBLICITÀ

Le due ragazze invece si sono limitate a fare un’espressione sbigottita e a parlare sottovoce tra loro, senza sapere che anche il “siparietto” dello psicologo sarebbe stato dello stesso livello, ma stavolta non per colpa della Cruciani, ma dello psicologo stesso, che ha evidenziato come in casi del genere non si faccia niente per “far uscire la mascolinità” delle persone prima del percorso di cambio di sesso, visto che di malattia si tratta (non erano le sue parole esatte, ma il concetto non si discosta da questo).
Ovvia la reazione di Luxuria, che ha fatto notare non solo come l’omosessualità e i casi di questo tipo non siano più considerati “malattia” ormai da decenni, ma si è anche rivolta alla giornalista spiegandole - con educazione - che non esiste piacere sessuale senza una componente psicologica e trovarsi in un corpo in cui ci si sente a proprio agio è sicuramente appagante.

Una trasmissione vergognosa che mi ha creato solamente imbarazzo e fastidio e che non farò l’errore di rivedere. Se certe cose fossero accadute in diretta sarebbe stato davvero difficile riportare il programma sulla via della decenza, ma trattandosi di trasmissione registrata, sarebbe stato possibile - e utile - tagliare tutte quelle parti così “basse”. Che siano andate in onda lo stesso, fa capire la qualità de Il bivio.
= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.



riciclassimo molto di più, invece Roma sarebbe al 16%,


www.domenicain.rai.it = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

www.buonadomenica.mediaset.it = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

"Modello Roma"?


>E lo ha detto ieri pure Pecoraro, il Lazio si salva SOLO perchè ha/usa delle
>discariche più grandi.


Che è esaurita da anni, che doveva chiudere a dicembre 2007 ma che il
buon Marrazzo ha deciso di utilizzare ancora per tutto il 2008.

La situazione è già al limite da tempo e se non si sbrigano vedrai che
bel botto facciamo pure noi...



>Vuol dire che tra un po' invece di sentire " 'a munnezza" diremo noi stessi
>" 'a monnezza" ;-))


a monnezza, o meglio la sua puzza, la puoi sentire spesso in tutto il
quadrante ovest della città, da Malagrotta fino a P.le degli Eroi...

Cia
Gra
--
http://www.italiaroma.it : Visita e collabora


http://www.grampasso.com/ama : Mostra fotografica di cassonetti AMA

http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=239612

Sulla differenziata anche la Campania sopravanza il Lazio

Senza se e senza ma. Una Caporetto. Il rapporto Rifiuti 2007 dell’Apat sgombra il campo da ogni equivoco. La raccolta differenziata vede Roma agli ultimi posti delle classifiche nazionali. Appena il 16,0 per cento. Una sconfessione bruciante per il presidente dell’Ama, Giovanni Hermanin. E per il modello Roma da esportare nel resto del paese a colpi di numeri inventati.
I dati sulla raccolta differenziata, quelli veri, monitorati e riferiti al 2006, sono stati presentati ieri mattina alla Sala Mercede della Camera dei Deputati da Giancarlo Viglione, presidente dell’Apat, Agenzia per la protezione dell’ambiente, facente capo al Ministero dell’ambiente. Una autentica doccia fredda. Roma con il 16,0 per cento di differenziata occupa in Italia il 18mo posto fra le 27 città metropolitane sopra i 150mila abitanti. Fra i quattro maggiori centri urbani, è nettamente staccata da Torino (36,7) e Milano (31,4), e di gran lunga più vicina a Napoli (8,9). In piena zona retrocessione, per usare un termine calcistico. A un passo dal baratro, con rischi addirittura peggiori del capoluogo campano. Le stesse classifiche Apat, infatti, pongono la capitale al primo posto in Italia per quantità di rifiuti prodotti, con 1.763.749 tonnellate, pari a 652 kg ad abitante, nettamente sopra la media nazionale di 550 kg. Esaurita Malagrotta, che succederà?
Ancora peggio della capitale va il resto della regione. La provincia di Roma tocca il 12,5 per cento di differenziata, Frosinone il 4,3, Rieti il 4,5. Il Lazio con l’11,1 per cento è al 15° in Italia nella classifica per regioni. Peggio, sia pure di poco, perfino della Campania, all’11,3. Se questo è il presente, forse peggiore si profila il futuro. Il Lazio, con 2,8 milioni di tonnellate di rifiuti smaltite nel 2006 e una quota dell’85 per cento finita in discarica, vede come un incubo la chiusura definitiva della discarica di Malagrotta. Inutile sperare che le cose cambino da sole. Basta scorrere i dati del Rapporto Apat dello scorso anno. La raccolta differenziata a Roma era al 15,3 per cento, nel Lazio al 10,4 per cento.
A questi ritmi, con un incremento quasi impalpabile, occorrerebbero decenni per rispettare il decreto Ronchi. Responsabilità di una classe politica? Dimissioni? Parole tabù per la sinistra. Che preferisce battere altre strade. Hermanin si aggrappa alle promesse: raggiungeremo il 30 per cento entro il 31 dicembre 2008, dice. Marrazzo si inerpica verso il regno dell’utopia: 45 per cento entro il 2008. Veltroni, invece, tiene i piedi per terra e punta sul deterrente delle multe: da 50 a 300 euro per chi non usa correttamente le campane, da 25 a 619 euro per chi lascia i rifiuti fuori dal cassonetto.
Ma stavolta non basta il tappeto rosso del Festival del Cinema a nascondere la spazzatura. Che a Roma rischia di finire per strada come a Napoli, con l’estinguersi della discarica di Malagrotta. Sui gassificatori i numeri dell’Apat sono chiari: nel Lazio ci sono oggi tre linee. Due a Colleferro, una a San Vittore. E non bastano, replica per il centro-destra Donato Robilotta, capogruppo regionale SR: «Quello di San Vittore non è ancora in funzione. Altre due linee sono in costruzione a Malagrotta. Ma occorrono altri tre gassificatori: uno ad Albano, uno a Latina, uno a Viterbo». Nel Lazio la quota differenziata è irrisoria. «E per di più oltre la metà di questa, non esistendo impianti per lo stoccaggio, finisce in discarica - denuncia Robilotta -. È per questo che le discariche nella regione sono tutte stracolme. Questi dati ci avvicinano in maniera inarrestabile alla situazione campana. Il Lazio si salva solo perché la discarica di Malagrotta non si chiude. E non si potrà chiudere neppure dopo il 2008. Altrimenti la spazzatura ce la teniamo sotto casa». E i residenti? Chi abita nei pressi di Malagrotta? Nel 2009 ci saranno rivolte popolari come a Napoli? Scenari da brivido.

http://corvacci.net/?p=296

www.chetempochefa.rai.it = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

luciana littizzetto mangiamerda= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

fabio fazio leccaculo= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

La truffa del secolo, in Campania, nel Lazio, in Italia
Nel Lazio c’è emergenza rifiuti ma i giornali tacciono. Si ricorre a discariche e inceneritori nonostante ci siamo già presi una maxi multa dall’Europa per violazione delle norme, e non si parla della diossina che ci asfissia, e si tace sull’aumento pauroso dei tumori. Ma perchè i governi non hanno preso provvedimenti ai ripetuti inviti minacce dell’Europa? E’ quel che andiamo a spiegare.

In questo stato falsamente democratico i politici e i commissari sono subordinati alle varie lobbies mafiose dei rifiuti. Oltre a tutto questi commissariamenti ci costano un occhio e potremmo risparmiarceli, è un fumo negli occhi che non ci acceca più. Oltre a tutto è la regione Lazio che nomina il suo commissario, possibile che un ente possa decidere chi deve controllarlo? Il capo della regione è lo stesso che fa il controllo (Marazzo). Basta coi falsi commissari pagati a peso d’oro da governi e mafia.

E non si invochino partiti, perchè i vari governi che si sono succeduti hanno continuato illecitamente a prorogare lo smaltimento dei rifiuti senza trattamento in discarica. Pagano a peso d’oro mega aziende mafiose che non solo fanno pagare caro il servizio, ma che distruggono ambiente e salute.

In compenso la Ricerca sul cancro si carica di appannaggi pubblici e privati da decine di anni. Conoscevo una ricercatrice chiamata in Giappone per una scoperta scientifica che sostituiva la chemioterapia (devastante se il male è esteso) in alcuni tipi di tumori. Fu inviata per apprendere la procedura e al suo ritorno volevano spacciare la sostituzione della terapia per un vaccino contro i tumori. La mia amica se ne andò disgustata, mentre del ritrovato non se ne è fatto nulla, nemmeno come sostituzione della cura, perchè sulla chemio c’è un grande business delle ditte farmaceutiche.

Ma torniamo alla “monnezza”. Nel Lazio la situazione è gravissima, stiamo sulla via della Campania. Le amministrazioni di Storace, Marazzo e Veltroni (ce n’è per tutti) blateravano e blaterano che gli inceneritori “sono indispensabili per evitare che i rifiuti finiscano per strada come in Campania”, criminale pubblicità e consapevole mistificazione, per la differenziata mai una parola.

L’allarme è lanciato da alcuni eurodeputati di Forza Italia (ma quando c’era Forza Italia al governo nessuno ha protestato) con interrogazione alla Commissione Ue: - La quantità di rifiuti a Roma e Lazio è superiore a quella di Napoli e Campania e il piano rifiuti della giunta regionale non è mai partito. Dei 4 impianti previsti per le 8 linee di termovalorizzazione, solo 2 sono aperti. Inoltre la discarica di Malagrotta, la più grande d’Europa e già oggetto di una procedura d’infrazione, è stracolma, ed è stata prorogata al 31 dicembre 2008. Chiediamo alla Commissione quali iniziative affinché nel Lazio non si verifichi una situazione analoga a quella della Campania e qualora risultassero palesi violazioni delle norme comunitarie. -

E cosa volete che faccia l’Europa? Ci affibia un’altra multa e tutto resta come prima. Secondo il Piano rifiuti di Marrazzo entro il 31 dicembre 2007 nel Lazio la differenziata doveva raggiungere il 40%. Ma è al 9%, il resto va in discarica e bruciatori, poi ci sottopongono alle targhe alterne, roba da ridere, o da piangere.

Un esempio: il 13 gennaio ambientalisti, Comitati e cittadini hanno protestato contro l’impianto rifiuti di Colfelice e la discarica di Roccasecca, emergenza da 12 anni con la discarica più grande del Lazio, dopo Malagrotta a Roma, che raccoglie rifiuti di 92 comuni della provincia di Frosinone. La discarica di Roccasecca doveva durare un anno e mezzo, poi si passava alla differenziata. Invece sono 4 anni che funziona e cresce come un cancro.

Nonostante a Roma Veltroni dichiari la raccolta differenziata in crescita, nel centro storico non esistono cassoni adatti e quei pochi che ci sono, vengono, visto coi miei occhi, vuotati nella spazzatura cumulativa dalle auto raccoglitrici. Solo che avviene di notte, così nessuno vede e tutti contenti.

E poi non raccontiamoci balle, la differenziata funziona solo se fatta porta a porta, come si fa nei paesi europei, con sacchetti di diverso colore per i vari materiali e col nome e indirizzo scritto sopra, per cui se violi la norma paghi la multa.

C’è di più:

Marazzo, in accordo con Prodi, ha annunciato che la spazzatura di Napoli e Campania non finirà a Malagrotta o in altra discarica del Lazio, già stracolme. Però se ne brucerà nei termovalorizzatori e gassificatori, per solidarietà con la Campania, a patto che sia spazzatura già trattata.

Ci prendono per scemi? Le ecoballe della Campania sono un triturato di tutto. Allora le cose sono due: o il Lazio dà la fregatura a Napoli o ci inquineremo a livello di Cernobyl bruciando rifiuti tossici, amianto compreso.

Morale della favola: le nostre discariche sono al collasso, Roma è piena di immondizia nelle strade, nonchè di topi e scarafaggi come derivato, la derattizzazione e disinfestazione delle fogne non si fa da 30 anni perchè così il comune risparmia e mangia di più.

Ma c’è di più:

La verità è che i rifiuti sono un business riservato alle maxi aziende colluse col potere. Altrimenti, non si spiegherebbe come l’inceneritore che si vuole costruire a Malagrotta sia stato affidato al privato MANLIO CERRONI.

Nel 2004, il CERRONI, siccome Malagrotta nel 2005 si sarebbe esaurita (e invece ancora ingrandisce) chiese, oltre ai termocombustori, la gassificazione a Malagrotta, con nuovo impianto a Col dell’Aino, Castel Giuliano, con grande rabbia della popolazione limitrofa, perchè a Roma nulla si sapeva, grazie al silenzio stampa.

Questo vezzo in uso in Italia per cui è l’appaltatore privato e non la Regione a scegliersi il sito per discariche e impianti puzza di bruciaticcio mafioso. Acquisti un terreno vicino a una cava, ci fai un bruciatore e/o una discarica accanto e fai un bel minestrone tra i rifiuti della cava e quelli della discarica o del bruciatore. Poi lo vendi come brecciolino o fertilizzante. Accade spesso e lo dimostrerò.

Adnkronos - La discarica di Malagrotta chiuderà nel 2006, come è fissato dal 2001. È una data prestabilita che non può e non deve essere cambiata. - praticamente l’hanno ripetuto ogni anno e Malagrotta è ancora là, a ricevere rifiuti MAI TRATTATI -

- I gestori e proprietari della discarica, il Consorzio Colari, di cui è presidente Manlio Cerroni (rieccolo di nuovo) vorrebbero realizzare un gassificatore a spese loro, così il termovalorizzatore non si farà perchè si farà il gassificatore. - Non è inquinante e rappresenta una grande opera di risanamento ambientale, il gassificatore al posto della discarica - questo riferisce il comune di Roma. Totalmente falso. La gassificazione è megainquinante, ma Cerroni smazzetta forte.

Le soluzioni del comune di Roma, del Lazio, Campania e tutta Italia, sono quelle più costose, più inquinanti e che danno meno occupazione, così le mega aziende mafiose guadagnano di più. Il decantato inceneritore di Brescia (di Cerrone) occupa solo 8 persone, mentre il recupero e riciclaggio occuperebbero un centinaio di persone. L’inceneritore di Brescia costa 300 milioni di € mentre un impianto di compostaggio che darebbe anche metano o energia elettrica costa 5 milioni di €.

Inoltre il riciclaggio consumerebbe un terzo dell’energia che occorre per l’inceneritore, e le ceneri andrebbero smaltite in discariche speciali, con prodotto al 30% inquinante da discarica. Gli scarti del compostaggio invece, che recupera metano, darebbero un prodotto al 40% in fertilizzante.

Roma è tra le ultime regioni per raccolta differenziata, ma è al primo posto in Italia per i rifiuti in discarica. Il Lazio spende il 20% in più rispetto alla Lombardia, dove la differenziata è al 50%, contro il 9% del Lazio.


vincenzo russo = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://es.wordpress.com/tag/monnezza/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://forummistermandarino.forumfree.net/?t=24573136 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://forum.caparezza.com/viewtopic.php?t=7632&view=previous&sid=8d1db953ecb86838693017ae8a50c371 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.golfonews.com/index.php?option=com_content&task=view&id=2599&Itemid=52 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://beppegrillo.meetup.com/562/messages/boards/thread/4079235 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.youtube.com/watch?v=WgrKSL1tl9g = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://lafrecciaverde.blogspot.com/2008/03/napoli-una-discarica-per-la-monnezza-e.html = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://beppegrillo.meetup.com/445/messages/boards/thread/4191019 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.youtube.com/watch?v=ED6E8xkbjy0 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://it.youtube.com/watch?v=K1Ygjq_AobY&feature=related = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://it.youtube.com/watch?v=K1Ygjq_AobY = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://romadellevittoriechenonva.blogspot.com/2008/02/monnezza-day.html

http://degradoroma.giovani.it/diari/2508828/via_coronari_daa_monnezza.html

Fa un certo effetto parlare di monnezza a Roma mentre in tv scorrono le immagini terribili dell'emergenza rifiuti in Campania. Per prima cosa, quindi, volevamo esprimere tutta la nostra solidarietà ai comuni campani colpiti da questa immane tragedia. E' una tragedia che ci riguarda tutti, una tragedia nazionale. Ma ora ci chiediamo: come si è potuti arrivare a una simile catastrofe medievale? E' semplice: si è sottovalutato il problema. Non si sono prese adeguate contromisure. Non sono state adottate soluzioni di sistema. Ci si è limitati, volta per volta, a passà 'a nuttata. E troppo spesso si è chiuso un occhio (e anche due) di fronte alle malefatte della camorra, che in questi anni non si è fatta scrupoli nell'avvelenare l'intera regione.

Arriviamo a noi, a Via dei Coronari. La via degli antiquari, delle gallerie d'arte e di design. Neanche questa strada, una delle più eleganti di Roma, sfugge alla morsa della inefficienza del'AMA. Qui è mattino (saranno state circa le dieci) e ancora è esposta in bella vista la monnezza del giorno prima. Ma cosa fanno gli operatori dell'AMA anzichè lavorare? Si grattano la pancia e giocano a ramino? Io li vedo sempre lavorare al rallentatore, scherzare, chiacchierare, entrare nei bar per farsi una birra. Sono pochissimi quelli che lavorano con il pepe al culo. E questi sono i risultati.

Abbiamo gli occhi del mondo addosso e continiamo imperterriti a coglioneggiare, a consegnare le nostre città a bande di incapaci. Giorni fa si è saputo che l'AMA è piena di debiti fino al collo. Ce lo aspettavamo. In Italia se sei un fannullone fai carriera, tanto poi a pagare sono i cittadini. Dove sono finiti i soldi?


= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.06blog.it/post/529/misteri-di-roma-la-maledizione-della-monnezza

Misteri di Roma, la maledizione della monnezza
pubblicato: giovedì 02 novembre 2006 da eugenio in: Per strada Verde e ambiente

http://static.blogo.it/06blog/bidone.JPG

I bidoni dell’immondizia a Roma sono sfortunati (già bisognerebbe aprire un capitolo a parte sul cassonetto multimateriale blu, quello che devi lottare per buttare una bottiglia, e ti devi inzozzare per buttare una scatoletta di tonno…). Comunque, quando ho visto arrivare questi nuovi bidoni per l’indifferenziata mi sono sembrati davvero belli e funzionali. Con quella apertura di tutto rispetto che ti permette di buttare la monnezza senza nemmeno doverlo aprire. E invece pare che molti cittadini non abbiano apprezzato, o per lo meno ne apprezzino una versione modificata visto che vengono tagliate sistematicamente le strisce di plastica morbida dell’imboccatura. Solo che non ne capisco la ragione. Peccato per il flop.

= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.rai.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


http://www.apomezia.it/Forum/topic.asp?whichpage=2&pagesize=15&count=N&topic_id=339&description=Cosa%20ne%20pensate,%20come%20vorreste%20che%20fosse.&letto=1612&forum_id=7&Topic_Title=aperta!mente&S=True&forum_title=La+Politica

che scoraggiamento! altro che traffico per arrivare a roma, problemi di strade, problemi di servizi, raccolta differenziata! questa discussione mi ha "aperto la mente" su cosa ne sarà di quello che resta della vita mia e della mia "nuovissima" famiglia! premetto di essere cattolico (ognuno ha i suoi difetti!) e che la bestemmia (che scappa anche a me "per fortuna" per me e quanto di più stupido e soprattutto inutile possa esprimere l'uomo e non capisco come possa essere divertente o goliardica. ma soprattutto in questa discussione noto che veramente per i giovani (non come me che ho appena compiuto 31 anni ma i ragazzi 16/25 +/-) pomezia è una sorta di paesone dove tutti si conoscono e si annoiano tra partite a calcio (il nostro "grande esempio di virtù nazionale", pomiciate dietro un anfratto, cannetta pomeridiana, pizza (quando va bene) la sera e "vasca" su via roma. assomiglia al paese calabro di mio nonno che in estate fa 1000 (mille) abitanti.
le parole di un ragazzo che chiede "voi che avete fatto per i giovani di pomezia" mi tormentano e mi angosciano facendomi pensare che io come tutti ho pensato solo ai ca**i miei!
capisco che andrà sempre peggio...per varie problematiche, non ci sono alternative alla gara di rutto, scorreggia libera, la prima marlboro e impennata (per quelli più fighi) sul motorino avanti scuola.
mamma mia, sono un vostro concittadino da 15 giorni sulla carta e di fatto ancora da meno e mi sento male all'idea che per mio figlio (che esiste ancora solo nei miei desideri) ci sia solo questo.
posso dirvi che certamente non sono un bigotto, tutt'altro, ma vi prego di colmare le lacune che effettivamente le precedenti generazioni hanno lasciato, rimarginare questa ferita e ridimensionare questo conflitto generazionale per costruire qualcosa di ancora più aperto, più libero.
talmente libero da non aver bisogno di offendere nessuno, ne "gentaglia" come "tossici", "negri", "comunisti", "froci" e "prostitute", "maomettani", "ebrei" o "brave persone" come noi cattolici bianchi ariani che siamo così "indietro" e "chiusi" da essere infastiditi da un "divertentissimo" bestemmione!
vi prego, fatelo per i nostri figli che a loro volta prepareranno la strada per i vostri!
adesso vado a fare un salto sul forum in questione....
[DyingSun]

http://www.pupia.tv/includes/tiny_mce/plugins/filemanager/files/immagini/spettacolo/tv_spazzatura2.jpg


Utente Senior

Msg inviati: 59 Inviato il 22/5/2007 14:09

= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

michelle hunziker= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.emiliofede.net = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .



http://unaromanainspagna.splinder.com/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


http://freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=4295513&a=2 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.mimandaraitre.rai.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

andrea vianello e le sue troie - gay drogati and giovanni floris mangia merda = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .= sparati!

www.forum.mediaset.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.pupia.tv/casaluce/notizie/0007.html

La monnezza di Casaluce sulla tv tedesca

http://www.pupia.tv/casaluce/includes/popimage.php?a=la%20visita%20dei%20giornalisti%20della%20stampa%20estera%20nel%20marzo%20scorso&s=http://www.pupia.tv/includes/tiny_mce/plugins/filemanager/files/immagini/casaluce/stampaestera4.jpg

CASALUCE. L’emittente tedesca DW Tv manda in onda la “monnezza” di Casaluce. All’interno il video che mostra il reportage con l’intervista al medico Giacomo Campanile che, raccogliendo i dati tra i medici delle famiglie casalucesi, ha constatato l’aumento smisurato delle morti per tumore.

Le immagini sono state riprese durante le visita di undici giornalisti della stampa estera che, accompagnati da Antonio Graziano, giornalista, si sono recati su alcune discariche a Casaluce. Una, in particolare, tra la frazione di “Popone Casaluce” ed il confine con Frignano. Il gruppo era composto da: Eva Kallinger (Focus - Germania), Bettina Gabbe (Evangelischer Pressedienst – Germania), Jacques Bozonnet (Le Monde – Francia), France Press (agenzia Francese), Yossi Bar (Yedioth Ahronoth – Israele), Aart Heering (Algemeen Dagblad - Paesi Bassi), Alexander Smoltezyk (Spiegel – Germania), Sabina Castelfranco (CBS News – USA), Kristina Kappelin (Dagens Industri – Svezia), Tom Kington (Gran Bretagna), Peter Loewe (Dagens Nyheter – Svezia). Erano presenti anche gli esperti: dottor Giuseppe Comella (Oncologo del “Pascale” di Napoli), dottor Antonio Marfella (Tossicologo Oncologo del “Pascale”) dottor Giacomo Campanile (Medico della medicina generale), professor Gino Girasole (Insegnante della scuola media di Casaluce).


Guarda anche "Discariche abusive, la stampa estera a Casaluce"

http://www.pupia.tv/casaluce/notizie/0001.html

CASALUCE. Undici giornalisti della stampa estera, accompagnati da Antonio Graziano, giornalista e componente dell’assise di Napoli e del Mezzogiorno, si sono recati su alcune discariche a Casaluce. Una, in particolare, tra la frazione di “Popone Casaluce” ed il confine con Frignano che brucia da diversi giorni.

Il gruppo era composto da: Eva Kallinger (Focus - Germania), Bettina Gabbe (Evangelischer Pressedienst – Germania), Jacques Bozonnet (Le Monde – Francia), France Press (agenzia Francese), Yossi Bar (Yedioth Ahronoth – Israele), Aart Heering (Algemeen Dagblad - Paesi Bassi), Alexander Smoltezyk (Spiegel – Germania), Sabina Castelfranco (CBS News – USA), Kristina Kappelin (Dagens Industri – Svezia), Tom Kington (Gran Bretagna), Peter Loewe (Dagens Nyheter – Svezia). Erano presenti anche gli esperti: dottor Giuseppe Comella (Oncologo del “Pascale” di Napoli), dottor Antonio Marfella (Tossicologo Oncologo del “Pascale”) dottor Giacomo Campanile (Medico della medicina generale), professor Gino Girasole (Insegnante della scuola media di Casaluce).


--------------------------------------------------------------------------------

GUARDA LE FOTO
(clicca per ingrandirle)

http://www.brightcove.tv/title.jsp?title=359540880&channel=298782895&lineup=494751258


http://meddletv.wordpress.com/2008/01/06/strisce-blu-e-monnezza/

http://www.nntp.it/fan-tv/1050292-napoli-tv-tette-e-monnezza.html


http://folklorenapoletano.blogspot.com/= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

Napoli in Tv: tette e monnezza
OT - scusate ragazzi ho trovato questo blog che è un'autentica perla
http://folklorenapoletano.blogspot.com finalmente della gente di
Napoli che non guarda in faccia a nessuno e nemmeno a se stessa... Nei
giornali e sulla tv non passano mai queste notizie ma com'è possibile?
Ma davvero succede tutto questo in Italia??? Ma stiamo scherzando???
Ne parlano anche su un forum di queste cose http://sdg.phpbbsite.com/

E POI CI SONO LE TETTONE!= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.apomezia.it/Forum/topic.asp?whichpage=2&pagesize=15&topic_id=684&description=Cosa%20pensi%20della%20tua%20citt%C3%A0&letto=740&forum_id=6&Topic_Title=siamo+circondati!!!&forum_title=Pomezia

http://lumenlux.blogspot.com/2007/01/il-sindaco-di-pomezia-enrico-de-fusco_18.html

http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1490696&page=2 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://beppegrillo.meetup.com/183/?track=i3/mu_xxkqs0qsv6 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://francomennitto.blogspot.com/2007/05/la-manifestazione-del-19-negata.html = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.padovanews.it/index.php?option=com_content&task=view&id=26376&Itemid=101 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.losfoglio.it/QuartaPagina.asp?ed=14 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://lnx.messinaweb.eu/forum/viewtopic.php?f=15&t=2067 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.fumarelapipa.com/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=2022&forum=28&post_id=196344 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.pigneto.it/news.asp?id=360 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

La raccolta differenziata è un'abitudine che i cittadini romani non riescono ad apprendere. Tra i più indisciplinati gli esercizi commerciali e esercenti della ristorazione. L'AMA risponde con un piano in 7 mosse: sorveglianza e multe salate. Ma al Pigneto non ci sono nemmeno i cassonetti.



La differenziazione è il perno centrale del piano del Commissario straordinario sui rifiuti Marrazzo, il quale avverte che la separazione dei rifiuti e il loro corretto smaltimento è un punto fondamentale per scongiurare a Roma il rischio di una degenerazione stile Napoli.

In effetti, dal 2005 il Comune di Roma ha reso obbligatoria la raccolta differenziata per gli esercizi commerciali, ma risulta chiaro che questa abitudine non sia mai stata recepita dalla popolazione. Una recente indagine di Legambiente denuncia l'abitudine di non separare i materiali soprattutto da parte di bar, ristoranti e negozi di Roma. La maggior parte degli intervistati dichiara di non conoscere nemmeno l'obbligo della differenziazione: l'immondizia viene gettata nel cassonetto più vicino senza badare a cosa serve.

La situazione è più grave di quanto si possa pensare: i piani prevedono che la percentuale della differenziazione, sul totale dello smaltimento dei rifiuti, dovrebbe arrivare al 45% entro il 2008 e al 65% entro il 2012, mentre per il momento non si arriva nemmeno al 17%. Inoltre, i dati che riportano le statistiche, denunciano un allarmante calo nel trend della differenziazione a Roma: infatti negli ultimissimi anni, l'aumento della differenziazione sul totale dello smaltimento è in forte flessione, registrando nel 2006 un aumento percentuale di appena superiore al 5%. Guardando i dati Municipio per municipio scopriamo che il più virtuoso è il Terzo Municipio, dove la raccolta differenziata pro-capite, nel periodo gennaio/settembre 2007, è stata di appena il 16,05Kg all'anno, mentre il riqualificando Municipio Sesto è posizionato a mezza classifica in decima posizione: appena il 10,61Kg a persona. Se rapportiamo questi dati al fatto che ogni romano produce 1,83 Kg di rifiuti al giorno e quindi 667,95 Kg all'anno, ci rendiamo presto conto di quanta poca cosa siano 10 o 15 chili in 9 mesi.

Persino l'AMA è preoccupata. Dinfatti ha ultimamente (4 febbraio 208) annunciato un piano strategico in 7 mosse, coordinato col Comune di Roma, per aumentare la raccolta differenziata nella Capitale. Tra le azioni programmate, quella che suscita più clamore è senza dubbio l'entrata in azione di una task force davvero eccezionale: quattro agenti per ogni municipio (vigili urbani, operatori Ama e personale del nucleo decoro urbano) con lo specifico e unico compito di controllare negozi, bar, ristoranti e multare chi non rispetta le regole: contravvenzioni da 50 a 300 euro per chi non getta i rifiuti nei cassonetti giusti, blu per il multimateriale, bianco per la carta, da 25 a 619 euro per chi lascia i rifiuti fuori del cassonetto, da 50 a 300 euro per chi ci parcheggia davanti, ostacolando il lavoro dei mezzi che effettuano la raccolta.
Inoltre, sono già per le strade della capitale (chi l'ha visti?) 200 operatori ecologici, riconoscibili dal fratino arancione con la scritta "raccolta differenziata", incaricati di svolgere attività di informazione accanto alle postazioni delle differenziata, dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 11. Oltre a questo, l'AMA promette un aumento dei turni di raccolta differenziata: i cassonetti blu e bianchi si saturano molto velocemente, quindi (senza chiederci come mai, visto che i cittadini non li usano) il passaggio dei mezzi di raccolta verrà raddoppiato: non più una volta a settimana, ma una volta ogni tre giorni (ma per adesso solo nei municipi IV, VIII, X e XVI). Come se questo non bastasse, l'AMA promette anche di iniziare a breve un programma di recupero degli scarti organici provenienti dagli esercizi commerciali e dagli oltre cento mercati rionali della capitale.

A questo punto, un ingenuo paesano abitante del Pigneto potrebbe chiedersi: ma...che robb'è 'stà raccolta differenziata? E che diavoleria saranno mai 'sti cassonetti colorati? chi l'ha mai visti? Voi vedè che mo' me fanno la multa? (è già, la multa...unica preoccupazione del civile italico).

Come faranno gli abitanti del Pigneto a differenziare i rifiuti se non ci sono i cassonetti per farlo? Come farà la suddetta task force a punire chi non li usa se i cassonetti non ci stanno? Come faranno i 200 volenterosi dell'AMA ad insegnare agli ignari commercianti quale rifiuto va messo nel cassonetto blu, quale in quello bianco, quando questi, di fronte al loro (chicchissimo) locale, vedono solamente una lunga e maleodorante sfilza di vecchi cassonetti verdi per l'indifferenziata? Possiamo di certo lanciare facili accuse di pigrizia e ignoranza al comune cittadino, ma quando questi non è in grado di accedere agli strumenti per il rispetto della legge (e soprattutto dell'ambiente) cosa dovrebbe fare? Domanda da non poco, considerando che fu proprio una delegazione di cittadini, all'insediamento del presidente del sesto municipio Teodoro Giannini, a segnalare la necessità della differenziazione soprattutto nei pressi dell'Isola Pedonale, dove è più alta la concentrazione di ristoranti e locali che producono una buona dose di vuoti a perdere. La promessa delle campane per la raccolta del vetro fu solenne...eppure non se n'è mai vista una.

Certo il quartiere non è carente solo di cassonetti, ma di pulizia in generale (tralasciamo per ora il decoro urbano). Sono in molti quelli che arrivano al Pigneto spinti da lusinghieri articoli su giornali nazionali e sgranano gli occhi scandalizzati dalla situazione in cui versano le strade: bottiglie e cartaccie ovunque, spazzatura generica sparsa dal vento, scarti del mercato rionale (ma non li potrebbero raccogliere i commercianti?) che stazionano per giorni interi se per caso sono caduti a qualche metro di distanza dalla zona di pulizia quotidiana. Eppure, a ben guardare i dati sulla frequenza di spazzamento delle strade del Municipio VI, sembra che siano qui tutti i giorni con scopa e paletta. C'è qualcosa che non quadra.

Ce'è un però: grazie alle elezioni che nei prossimi mesi affolleranno le scuole cacciando i (ben felici di andarsene a spasso) alunni, siamo certi che qualcosa accadrà, d'improvviso, sottovoce, come piace a loro. Quindi, armati di ottimismo per il tempo a venire, abbandoniamo le sterili polemiche e veniamo a consigli costruttivi per chi è disposto a caricarsi vetro, carta, metallo, plastica, ecc sulle spalle per qualche centinaio di metri fino al raggiungimento dei più vicini cassonetti colorati: se siamo fortunati e la descrizione dei cassonetti non è ancora stata coperta da un affissione abusiva, scopriamo che quelli blu sono fatti per plastica, metalli e vetro mentre quelli bianchi sono per carta, cartone, giornali e tetrapack. Per tutti i materiali organici o comunque non riciclabili persistono i cassonetti di colore verde. E' possible reperire proprio sul sito dell'AMA una descrizione più approfondita su come utilizzare i cassonetti.

Purtroppo non sempre è facile capire se quello che abbiamo tra le mani è fatto di plastica, di carta o di altro materiale. Per risolvere questi dubbi, come segnala miglioraroma, ci viene in aiuto tutta una serie di simboli e sigle che possiamo trovare sugli oggetti in questione: scopriamo ad esempio che il tetrapack (simbolo CA), nonostante sia formato da materiali di diversa natura, va insieme alla carta. Nell'attesa che l'utilizzo di etichette più chiaramente interpretabili da un comune mortale sia resa obbligatoria per legge eccovi qua una tabella da studiare come primo compito per diventare un buon differenziatore.
= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


http://degradodiroma.wordpress.com/2007/05/31/monnezza/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

Educazione civica e “monnezza” Maggio 31, 2007
Posted by degradodiroma in Segnalato da ..., Sporcizia.
trackback
Segnalato da : Andrea P.

Volevo segnalare un fenomeno che forse passa inosservato ma che a volerlo notare, mi sembra ormai molto, troppo diffuso, ossia : l’ abitudine ad abbandonare i sacchetti dell’immondizia un po’ ovunque.

Non parlo di quelli lasciati fuori dai cassonetti, ma intendo quelli lasciati proprio nei posti più disparati: alle fermate degli autobus, in mezzo agli spartitraffico, sul ciglio delle strade, sui marciapiedi, nei parcheggi anche quelli coperti dei Centri commerciali, in mezzo alle aiuole, sulle scalinate, davanti ai portoni, sopra i muretti, nei parchi, ecc….
Ho visto che ci sono esempi con foto pubblicate sul sito.

Non so se gli autori siano italiani o immigrati, probabilmente entrambi, poiché ci stiamo assuefando a vivere nello “schifo” che ci offre VELTRONIA.
Dimenticavo: è molto diffuso anche il vizio di lasciare in giro, soprattutto sulle panchine dei parchi o delle piazze, stracci e vestiti oltre alle immancabili bottiglie di birra …

= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.ilpiave.it/IMGART/211207/Mike_Bongiorno.jpg = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.retesette.tv/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MARCO RIZZO MERDA = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

gerardo russo = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

carmela santi= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

mirella russo = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

anna pettinelli= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

anna kanakis= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


giorgio scelza = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.105tv.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.liratv.it= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.telesalerno1.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.tvoggisalerno.it= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

s.a.l.e.r.n.o.= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.vincenzodeluca.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

vallo della lucania = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MAURA GABRIELE = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

VINCENZO SCALONE = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

TERESA RICCO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MIRKO BIANCHINI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ADELE SPLENDORE = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ANGELA GUGLIUCCI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

LUCIANA D'APOLITO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

FEDERICA RUOCCO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

FRANCESCA RIZZO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

DANIELA GRECO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ANASTASIA GRECO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.comune.vallodellalucania.sa.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://it.wikipedia.org/wiki/Vallo_della_Lucania = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.comuni-italiani.it/065/154/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.ordineavvocativallodellalucania.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.fieredivallo.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.salernonotizie.it/sezione.asp?ID=Vallo%20della%20Lucania = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

novi velia= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

futani = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.arcitorino.it/node/496 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.rete7.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.rete7.it/oldrete7/rete7.html = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.ilcilento.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.blogeko.info/media/monnezza.jpg

WWW.MAURIZIOCOSTANZOSHOW.COM = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

roma = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

anzio = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MARIA DE FILIPPI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.drzap.it/merda.htm

FABIO FAZIO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

maria bengardino = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

giovanni giordano = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

LUCIANA LITTIZZETTO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.EMILIOFEDE.NET = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

GIUSEPPE MEROLA TEL 0974 65027 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


JESOLO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

Federica Sciarelli = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.ANGELISMARRITI.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

IL NANO E TUTTI GLI ITALIANI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


WWW.IMPATTOALIENO.NET= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


http://www.merda.it/

http://www.laboratoriocaffeina.it/geek/2007/04/02/italiait-e-la-merda-del-web.html

http://merdaproject.splinder.com/

http://www.merdaproject.org/

http://guardalamiamerda.blogspot.com/

http://i-blog-di-merda.splinder.com/

michele cucuzza= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

jessica alba = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

alba parietti = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

jessica simpson = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

jessica biel = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

laura pausini = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

alfonso pecoraro scanio = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

LAMBERTO SPOSINI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

PIPPO BAUDO= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.chilhavisto.rai.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

AMBRA ANGIOLINI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MASSIMO GILETTI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

LINDSAY LOHAN = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

GENE GNOCCHI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

leona lewis= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MIKE BONGIORNO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

CHARLIZE THERON = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

FEDERICA PANICUCCI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

naomi campbell= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ALBA PARIETTI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

CICCIO VALENTI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

GIANCARLO GIOVALLI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

romano prodi = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

S.A.L.E.R.N.O. = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

VALLO DELLA LUCANIA = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.VINCENZODELUCA.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

AGROPOLI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

FRANCESCO RUTELLI= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

PIERO FASSINO= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

GERRI SCOTTI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


WWW.TG1.RAI.IT= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


WWW.TG2.RAI.IT= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.TG3.RAI.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.TG4.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.TG5.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

RIFONDAZIONE COMUNISTA = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.pichunter.com/

FRANCO GIORDANO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.STUDIOAPERTO.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.oldyoungporn.com/

GIOVANNI FLORIS = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ANDREA VIANELLO= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://ch.tilllate.com/IT/event/details/6505202/more

SAN MAURO LA BRUCA = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

CATERINA BALIVO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Coprofagia
Coprofagia
Da Nonciclopedia, l'enciclopedia liberatoria
Vai a: navigazione, ricerca

Tipica baguette francese dal gusto coprofilo.“Ma che bontà, ma che bontà! Ma che cos'è questa robina qua?”


- Daniela Santanchè su Coprofagia
“Hmmm... che profumin! che avet' cuccinat' di buono occi? i pulpetti di merda?”


- Diego Abatantuono in "I fichissimi"
“Se mi chiedete cosa sceglierei tra una notte con Kakà e un dolcetto alla Cacca non posso esitare: senza dubbio un dolcetto alla cacca! ”


- Monica Bellucci su Coprofagia
Con il termine coprofagia, oltre a riferirsi all'hobby preferito di Gianni Morandi, si usa indicare la cucina francese.

[modifica] Francesismi
Già dal 1981, quando in Francia regnava ancora il Re Sole, la rivalità tra Italia e Francia in cucina era tale da provocare guerre e incursioni segrete dalle fogne con furti di ricette. Questo perché ai francesi spocchiosi non andava giù che l'Italia fosse sempre la migliore dal punto di vista culinario.

Così, alla micina rasata delle francesi, l'Italia rispondeva con la pizza, la pasta e un milione di altre leccornie.

Ma negli ultimi 12 anni, la Francia è riuscita comunque ad affermarsi nel mondo tramite sotterfugi e l'uso spropositato della coprofagia con stratagemmi e bugie. Servendosi delle due o tre ricette più famose (Fois Gras, Escargot e Alizèe) a cui ha aggiunto aromi subliminari di cacca, si è portata ai picchi della Eat Parade sopravanzando scorrettamente l'Italia.

La summa della capacità culinaria francese viene definita appunto coprofilia, ovvero la passione per il cibo francese. Ma l'uso dell'aroma cacca negli alimenti è scorretto e sleale e gli italiani non lo useranno, perché vogliono sopravanzare i francesi senza aiuti esterni.

http://www.difossombrone.it/comportamento/main18coprofagia.htm




MILO INFANTE = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MIRIANA TREVISAN = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ROBERTA LANFRANCHI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ALESSANDRO MELUZZI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.oldmanporn.com/

BRUNO VESPA= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://groups.google.com/group/tnn.internet.broadcast/browse_thread/thread/0123a1ed46a10fba/cd6f1e19956234f1

BRUNO RICCO= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ENRICO MENTANA = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

LICIA COLò DETTA LICIA FACCIA CULO DE CULIS = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ENRICO BRIGNANO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ENRICO PAPI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

VICTORIA SILVESTED = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MICHELLE HUNZIKER= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ITALIA = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.hoes.com/hardcore.html

http://www.giovannifloris.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.ballaro.rai.it/category/0,1067207,1067011-1067824,00.html = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.mimandaraitre.rai.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://onlybestsex.com/hardcore.html

WWW.STRISCIALANOTIZIA.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ITALIA = B L O B = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .



http://fainotizia.radioradicale.it/2007/05/26/napoli-la-mondezza-brucia-ma-i-commissari-straordinari-per-lo-smaltimento-guadagnano-diecimila-euro-al-mese

http://giovanedemocratico.blogspot.com/2008/01/mondezza.html


http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20080120053932AApObqV

http://www.legnostorto.com/index.php?option=com_content&task=view&id=20247&Itemid=26


http://www.agoramagazine.it/agora/spip.php?article1455

http://www.napoli.com/viewarticolo.php?articolo=19677


http://segnalo.alice.it/tag/mondezza

http://www.blogcatalog.com/post-tag/mondezza/

WWW.MERDA.IT

WWW.MONDEZZA.IT


E’ dall’anno scorso che se ne parla, la regione Campania, ha un grosso problema di rifiuti, in questi ultimi mesi poi se ne è parlato abbastanza – e comunque mai troppo - l’argomento è alquanto “maleodorante” se non addirittura troppo forte.
Se da un lato, Napoli soffoca sotto i cumuli della propria immondizia, nonostante disponga di vari siti per il deposito, di inceneritori e di termoconvertitori mai attivati.
Dall’altro alcuni comuni della stessa regione si rifiutano di ricevere l’immondizia “amica” con proteste addirittura violente, perchè??
Il sindaco, Rosa Russo Jervolino, e il presidente della regione Campania Bassolino, di cui riporto una breve nota curiosa (il 31 luglio 2007 è stato richiesto il rinvio a giudizio dalla Procura della Repubblica di Napoli per i presunti reati che avrebbe commesso durante il periodo tra il 2000 e il 2004 come commissario straordinario per l'emergenza rifiuti in Campania.) non sono riusciti a risolvere il problema!!!
Talmente sono stati “latitanti” che è dovuto correre in loro aiuto “l’amico” nonché presidente del consiglio Romano Prodi, che nomina dopo lo stesso Bassolino, un altro commissario straordinario per l’emergenza rifiuti, De Gennaro, questi con l’aiuto dell’esercito ordina che l’immondizia napoletana venga spostata da una regione all’altra dell’Italia, mentre Prodi dall’alto della propria seggiola grida e incita il popolo all’unione Nazionale…….alcune di queste regioni (quelle di sinistra) l’hanno accolto l’appello, altre invece pongono un netto rifiuto.!!!
Non c’è dubbio che sarà una soluzione tampone, e che, tra un paio di mesi tutto tornerà come prima.


http://www.notv.it/forums/mondezza-tra-un-t86358.html

http://degradodiroma.wordpress.com/2007/12/17/inciampando-nella-mondezza/

Inciampando nella mondezza

Camminare per Roma ed “inciampare” su della mondezza è un fatto frequente. L’AMA non riesce ad offrire un servizio di qualità e non riesce a coprire un territorio come Roma. Forse è una azienda che potrebbe andare ad offrire i suoi servigi in una cittadina, in un paese .. forse a fronte delle ridotte dimensioni dello stesso, potrebbe chissà servire ottimamente i suoi cittadini


http://isabella.allblog.it/2008/01/08/la-mondezza-napoletana-fa-il-giro-del-mondo/

http://it.redtram.com/go/71011603/

http://www.ilpiave.it/modules.php?name=News&file=article&sid=5588

http://www.equilibriarte.org/eqforum/topic&topic_id=1104&page=7

enrico bertolino = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

glob = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.rai.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .



ITALIA = B L O B = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://it.youtube.com/watch?v=FKA7IcPma_o&feature=related

http://www.pupia.tv/includes/tiny_mce/plugins/filemanager/files/immagini/spettacolo/tv_spazzatura2.jpg

Mezza Italia ha visto il servizio di Striscia la Notizia dove una gruppo di cittadini fermò per strada Emilio Fede e lo accusò giustamente di trasmettere da un canale Abusivo: si infatti RETE 4 trasmette abusivamente da anni.

Leggi qui la sintesi delle vicende giudiziarie
Guarda l’intervista al proprietario di Europa 7 (la nuova emittente che avrebbe diritto di trasmettere)

Il capogruppo di questi Italiani vogliosi di giustizia fu PIERO RICCA ;un nome già conosciuto per aver dato del P-Buffone a Silvio Berlusconi (Video) ed essere stato processato vincendo la causa.

Ovviamente il video di Fede registrato quella sera apparve anche sul sito di Piero (www.pieroricca.it) , su Antenneattive (La Tv degli amici di Grillo) e ovviamente su Youtube in una più completa versione: Striscia si dimenticò lo sputo del caro Emilio al mitico Piero.

http://www.sosteniamoci.it/immagini/clip_image002_0013.jpg = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
ITALIA = B L O B = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

COSA NE PENSA HORST TAPPERT?

COSA NE PENSA ARNOLD SCHWARZENEGGER?

WWW.SCHWARZENEGGER.COM

WWW.TERMINATOR3.IT

dario trivelli said...

LA TV OGGI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.pupia.tv/includes/tiny_mce/plugins/filemanager/files/immagini/spettacolo/tv_spazzatura2.jpg


http://www.codacons.it/index.html = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://files.splinder.com/1951b82428015fca3f192fda0eed5af2.jpeg= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.geocities.com/jammiesland_debate/worlds2001glasgow-nyd-beer-puke.jpg= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://bp3.blogger.com/__x2xqQ-AywM/RafUiFKWDKI/AAAAAAAAAB0/ArYSehrIEEw/s320/Coprofagia+Whats+There.....jpg= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://bloginstant.bloc.cat/gallery/9372/9372-57980.jpg= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://images.alice.it/sg/notizie1024/upload/ung/unghie_v0.jpg= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

maurizio costanzo = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.vincenzodeluca.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

s.a.l.e.r.n.o. = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

c.i.l.e.n.t.o. = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

vallo della lucania = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

futani = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

rete 7 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

tele salerno 1= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

lira tv = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

tv oggi salerno = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.mediapiuitalia.it/news_media/files/page7_blog_entry5_1.gif = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.newsfood.com/im/Eventi/Insegno_Ciufoli-340.jpg = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.gossipnews.it/mondanita/party_calendario_elisabetta_gregoraci/images/emilio_fede_e_raffaella_zardo_9aba.jpg = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://sarodist.files.wordpress.com/2007/07/0903_emilio_fede_c.jpg = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.tg4.it/res/foto/fede.jpg = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


www.pieroricca.org and gabriele paolini vs emilio fede

the winner is piero ricca and gabriele paolini!

http://bp3.blogger.com/_Nm7YdDMIRRY/RpScGspXBPI/AAAAAAAAAIw/qxZTdsgazno/s400/Piero-Berlusconi-Chiude-Sme.png

http://www.teatronaturale.it/articolo/1066.html

LA TV-SPAZZATURA? TUTTI LA CRITICANO, TUTTI LA GUARDANO
Perché ci poniamo davanti al teleschermo, nonostante gli attuali palinsensti ci propongano programmi senza grande spessore? Ha senso sacrificare la qualità a vantaggio dell'audience? E poi, altra questione: si può ancora considerare una risorsa educativa la televisione?


http://www.tesionline.it/ricerca/parola-chiave.jsp?keyword=tv+spazzatura


http://www.psicopolis.com/ASpED/tvtrash.htm = clonazione umana = dario trivelli= 4)emilio fede

http://www.italiadonna.it/notizie/archivio/20061106g.htm
Anche in tv è emergenza rifiuti”

In tv è ormai emergenza rifiuti. Con questa provocazione il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) invita i cittadini a partecipare domenica 12 novembre al primo sciopero dei telespettatori, aderendo all’iniziativa promossa da Claudio Lippi “Spegni la tv della volgarità”. L’appello è quello di spegnere il televisore anche solo per un minuto domenica 12 nella fascia tra le 17,30 e le 17,35.

Come già sottolineato ieri nel programma Consumi e Costumi, condotto da Giovanni Valentini su Repubblica tv, Francesco Luongo, responsabile del Dipartimento Tlc del Movimento Difesa del Cittadino (MDC), ribadisce: “La paradossale reazione del conduttore e autore Claudio Lippi, che ha abbandonato la trasmissione Buona domenica divenuta un vero e proprio ring per ospiti rissosi, è significativa di un degrado senza precedenti”.

“L’iniziativa non vuole essere una crociata contro le reti Mediaset – spiega Luongo - ma una prima protesta civile contro il contenuto dei palinsesti della tv generalista, orientato sempre più verso il trash. Un fenomeno negativo presente sia
nelle tv commerciali, dove le regole dei codici di autoregolamentazione tv e minori proposti dai network sono spesso ignorati”.

Nel 2006 sono aumentate le denuncie del Dipartimento Junior del Movimento Difesa del Cittadino (MDC) per violazioni delle norme del codice che vanno soprattutto ai danni dei minori nella fascia protetta dalle 07.00 alle 22.30. Più qualità, maggiore attenzione verso i minori e meno spazzatura. Questo l'appello del Movimento Difesa del Cittadino che invita da un lato i cittadini ad aderire all’iniziativa, dall’altro il mondo della scuola e della cultura ad appoggiare questa campagna di sensibilizzazione contro la tv della volgarità.

Fonte: Movimento Difesa del Cittadino


http://www.pupia.tv/includes/tiny_mce/plugins/filemanager/files/immagini/spettacolo/tv_spazzatura2.jpg









RADIO VATICANA: ASSOLTI IN APPELLO BORGOMEO E TUCCI

IL CODACONS: LA CHIESA COLPISCE ANCORA! RICORREREMO IN CASSAZIONE PER RIBALTARE LA SENTENZA


La prima sezione della Corte d'appello di Roma ha assolto padre Pasquale Borgomeo e padre Roberto Tucci, "perchè il fatto non è previsto dalla legge come reato", per la nota vicenda di Radio Vaticana.
?Il nuovo corso interventista della Chiesa ha colpito anche in Tribunale, nonostante la Corte di Cassazione abbia ampiamente dimostrato come l?energia elettrica debba considerarsi ?cosa? ai fini del reato di cui all?art. 674 del codice penale ? afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi ? Annunciamo fin d?ora un ricorso in Cassazione contro tale sentenza abnorme, dove siamo sicuri verranno riconosciute le ragioni delle tante persone che hanno subito danni pesantissimi e irreversibili a causa delle onde elettromagnetiche di Radio Vaticana, questione della quale si sta occupando anche la Procura della Repubblica in sede di indagini, per il reato di omicidio colposo?.
Con la sentenza n. 23066 del 14/06/2002 ? conclude il Codacons ? la Cassazione ha chiaramente affermato: ?tra le cose mobili di cui e' menzione nell'art 674 cod. pen. debbono farsi rientrare anche i campi elettromagnetici, il propagarsi delle cui onde e' riconducibile nella nozione di gettare?. la locuzione cose usata dal legislatore nella formulazione dell'art. 674 cod. pen. comprende anche l'energia elettromagnetica, che non soltanto e' suscettibile di valutazione economica, ma anche provvista di una sua particolare fisicita', ben potendo essere misurata, utilizzata e formare oggetto di appropriazione?.


SALUTE: IN ARRIVO PER I CITTADINI UN?ONDATA DI INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO SE LA DIRETTIVA 2004/40/CE SARÀ RECEPITA DALL?ITALIA

LIMITI AI CAMPI ELETTROMAGNETICI 500 VOLTE SUPERIORI A QUELLI ADOTTATI IN ITALIA!


Il Governo sta sottoponendo al parere del Parlamento il decreto legislativo di recepimento della direttiva 2004/40/CE, recante i limiti per i lavoratori ai campi elettromagnetici dell'ICNIRP, ben 500 volte superiori rispetto agli stessi adottati in Italia.
Se tale decreto verrà approvato infatti il limite per le microonde che attualmente in Italia secondo DM 381/1998 è di 6 volt/m per il campo elettrico, passerebbe a ben 137 volt/m, stesso discorso per gli elettrodotti che dall?attuale limite di 3 microtesla adottato con DPCM 8/7/2003 arriverebbe a 250. Troppe insidie sono presenti in un D.Lgs totalmente favorevole all?inquinamento elettromagnetico:
1. innanzitutto si introduce la confusione tra lavoratori professionalmente esposti e lavoratori non professionalmente esposti a cui si devono applicare i limiti validi per la popolazione

2. in secondo luogo si introduce una dequalificazione dei "limiti di esposizione" che vengono declassati a "livelli di riferimento" ed ora a "livelli di azione". In altre parole per avere il superamento del limite, secondo la direttiva 40 ed il testo del D. Lgs., non basta essere esposti a più di 137 volt/m o a più di 250 microtesla: in tal caso si ha solo il superamento di "livelli di azione" per i quali i consulenti del datore di lavoro "si azionano" per accertare l'eventuale superamento dei limiti di base. Ciò porta però ad una violazione costituzionale e del diritto naturale (come è stato evidenziato persino dai Cinesi che nella III Conferenza Internazionale sui Campi Elettromagnetici, Guilin 2003, organizzata dal NIEHS cinese in collaborazione con il WHO ha portato all? adozione di "limiti di esposizione" come in Italia, in Svizzera e in Belgio da parte della Cina): infatti né il lavoratore, né il datore di lavoro sono in grado di conoscere se la loro esposizione abbia superato il limite, perché, una volta accertato il superamento del livello di azione, il limite può essere dedotto solo dall'applicazione di complessi modelli matematici e sperimentali come l?impiego di fantocci in tessuto umano-equivalente.


Una normativa che non consente di determinare l'eventuale violazione di una norma sul lavoro, cioè il superamento dei limiti da parte dei lavoratori per esposizioni ordinate dal datore di lavoro, è incostituzionale.
Ancora una beffa per i cittadini italiani guidati da un governo favorevole all?inquinamento elettromagnetico!!!

Dal sito www.ambientediritto.it, GIURISPRUDENZA in tema di ELETTROSMOG
Luglio 2003:Interramento elettrodotto - confermata ordinanza del Tribunale di Venezia - l'Enel deve ridurre le emissioni a 0,4 microtesla
DECRETO LEGISLATIVO 4 settembre 2002, n. 198: Disposizioni volte ad accelerare la realizzazione delle infrastrutture di telecomunicazioni strategiche per la modernizzazione e lo sviluppo del Paese - Il Codacons ha sollevato la questione di costituzionalità dinanzi al Consiglio di Stato per violazione di norme costituzionali e di legge comunitaria....
Nota Consiglio di Stato 12 febbraio - 3 giugno 2002 n.3095
"Il Potere dei comuni di disciplinare l'installazione delle stazioni radio base per telefonia cellulare." di Alessandro Amato
CONSIGLIO DI STATO, SEZ. VI - Sentenza 3 giugno 2002 n. 3095
Decreto legge del 7 febbraio 2002: "Ecco la deregulation proposta dal nuovo Governo per accellerare le opere infrastrutturali. I nuovi tralicci delle società di energia elettrica hanno il via libera senza bisogno di alcuna VIA. In violazione anche della recente legge quadro in materia di elettrosmog. Cosa fare? Improcastinabile il Referendum Abrogativo."
3 dicembre 2001 - Testo della direttiva 2001-95-CE del Parlamento Europeo e del Consiglio relativa alla sicurezza dei prodotti (file formato .pdf - dim. 336 Kb)
Legge Regionale Campania 24 novembre 2001, n. 13 - “PREVENZIONE DEI DANNI DERIVANTI DAI CAMPI ELETTROMAGNETICI GENERATI DA ELETTRODOTTI” (file formato .pdf)
Legge Regionale Campania 24 novembre 2001 n. 14 - “TUTELA IGIENICO SANITARIA DELLA POPOLAZIONE DALLA ESPOSIZIONE A RADIAZIONI NON IONIZZANTI GENERATE DA IMPIANTI PER TELERADIOCOMUNICAZIONI” (file formato .pdf)
"La Regione Marche detta le norme per l'elettrosmog" - testo della legge regionale
Commento delle associazioni e comitati alla legge regionale elettrosmog Marche
Ddl Camera 14 febbraio 2001- Legge quadro sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici
Scadenzario degli adempimenti indicati nella legge quadro
Commento breve alla legge quadro sull'inquinamento elettromagnetico
Proposta di legge regionale
http://www.ambientediritto.it/Giurisprudenza/ELETTROSMOG.htm
= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.




http://partitodellaspazzatura.wordpress.com/

www.ilsensodellavita.tv = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

paolo bonolis = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

luca laurenti = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

http://groups.google.it/group/italia.roma.ambiente/browse_thread/thread/fe68644f2bbb767a

Credevo che come rifiuti stessimo meglio dell'inferno-Campania, credevo che
riciclassimo molto di più, invece Roma sarebbe al 16%, ila Provincia di Roma
al 12,5%; il Lazio è ad un misero 11,1% mentre la Campania fa 11,3 % ! !!

E lo ha detto ieri pure Pecoraro, il Lazio si salva SOLO perchè ha/usa delle
discariche più grandi.

mirella russo merda= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

Vuol dire che tra un po' invece di sentire " 'a munnezza" diremo noi stessi
" 'a monnezza" ;-))

Grampasso Vedi profilo
Er Sor Loplop ce venne a ddi' che: >riciclassimo molto di più, invece Roma sarebbe al 16%, "Modello Roma"? >E lo ha detto ieri pure Pecoraro, il Lazio si salva SOLO perchè ha/usa delle >discariche più grandi. Che è esaurita da anni, che doveva chiudere a dicembre 2007 ma che il buon Marrazzo ha deciso di utilizzare ancora per tutto il 2008. La situazione è già al limite da tempo e se non si sbrigano vedrai che bel botto facciamo pure noi... >Vuol dire che tra un po' invece di sentire " 'a munnezza" diremo noi stessi >" 'a monnezza" ;-)) a monnezza, o meglio la sua puzza, la puoi sentire spesso in tutto il quadrante ovest della città, da Malagrotta fino a P.le degli Eroi... Cia Gra -- http://www.italiaroma.it : Visita e collabora http://www.grampasso.com/ama : Mostra fotografica di cassonetti AMA
Altre opzioni 22 Feb, 20:11

Newsgroup: italia.roma.ambiente

Data: Fri, 22 Feb 2008 18:11:40 GMT
Locale: Ven 22 Feb 2008 20:11
Oggetto: Re: Il Lazio ricicla meno della Campania
Rispondi | Rispondi all'autore | Inoltra | Stampa | Messaggio singolo | Mostra originale | Segnala questo messaggio | Trova messaggi di questo autore
Er Sor Loplop ce venne a ddi' che:

enrico ruggeri= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

alessandro cecchi paone= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

http://www.youtube.com/watch?v=y9pZdCnsDkE = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

http://www.tvblog.it/post/4237/il-bivio-che-schifo = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

http://static.blogo.it/tvblog/il_bivio_ruggeri.jpg = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

Il bivio - vergognosamente alla ricerca dello scandalo
pubblicato: mercoledì 24 gennaio 2007 da Debora in: Talk Show Italia1 Il Punto di Svista
Sono passati in modo abbastanza martellante nei giorni scorsi i promo della nuova edizione de Il Bivio - cosa sarebbe successo se… che cercavano di puntare sulla curiosità morbosa dello spettatore. Riuscendoci, evidentemente, visto che ieri sera alle 23.20 circa anch’io ero sintonizzata su Italia1 per seguire la storia di Sabrina e Valentina (in principio Danilo e Stefano), due gemelle trans.

Una storia tutto sommato uguale a tante altre sulla trasformazione sessuale e sul passaggio di genere, con la particolarità del fatto che entrambi i gemelli hanno scelto di intraprendere (e completare, nel caso di Valentina, mentre Sabrina è ancora in “stand-by”) questo difficile percorso. In studio famosi ospiti transgender, tra i quali anche Vladimir Luxuria, e alcuni esperti, come il chirurgo che ha eseguito l’operazione di cambio di sesso a Valentina e uno psicologo.
A fare da intervistatrice, Adriana Fonzi Cruciani, giornalista. E’ proprio lei che si è resa protagonista di un momento che definire squallido è riduttivo: durante l’intervista al chirurgo infatti, ha chiesto ripetutamente e con insistenza, vista la reticenza dell’uomo a rispondere, particolari sulla vita intima e sessuale di un trans operato. Domande come “Ma dopo l’operazione si prova piacere sessuale?“, “Una persona che si trovi ad avere un rapporto sessuale con un trans operato, nota la differenza?” e tante altre, hanno creato in me - e non solo, visti i visi degli ospiti del programma e del chirurgo stesso - una sensazione di disgusto misto ad incazzatura. Mi sono messa nei panni delle due gemelle e l’unica reazione che avrei avuto sarebbe stata quella di alzarmi ed uscire dallo studio, vista la mancanza di sensibilità - ma anche di professionalità - della giornalista.

PUBBLICITÀ

PUBBLICITÀ

Le due ragazze invece si sono limitate a fare un’espressione sbigottita e a parlare sottovoce tra loro, senza sapere che anche il “siparietto” dello psicologo sarebbe stato dello stesso livello, ma stavolta non per colpa della Cruciani, ma dello psicologo stesso, che ha evidenziato come in casi del genere non si faccia niente per “far uscire la mascolinità” delle persone prima del percorso di cambio di sesso, visto che di malattia si tratta (non erano le sue parole esatte, ma il concetto non si discosta da questo).
Ovvia la reazione di Luxuria, che ha fatto notare non solo come l’omosessualità e i casi di questo tipo non siano più considerati “malattia” ormai da decenni, ma si è anche rivolta alla giornalista spiegandole - con educazione - che non esiste piacere sessuale senza una componente psicologica e trovarsi in un corpo in cui ci si sente a proprio agio è sicuramente appagante.

Una trasmissione vergognosa che mi ha creato solamente imbarazzo e fastidio e che non farò l’errore di rivedere. Se certe cose fossero accadute in diretta sarebbe stato davvero difficile riportare il programma sulla via della decenza, ma trattandosi di trasmissione registrata, sarebbe stato possibile - e utile - tagliare tutte quelle parti così “basse”. Che siano andate in onda lo stesso, fa capire la qualità de Il bivio.
= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.



riciclassimo molto di più, invece Roma sarebbe al 16%,


www.domenicain.rai.it = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

www.buonadomenica.mediaset.it = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

"Modello Roma"?


>E lo ha detto ieri pure Pecoraro, il Lazio si salva SOLO perchè ha/usa delle
>discariche più grandi.


Che è esaurita da anni, che doveva chiudere a dicembre 2007 ma che il
buon Marrazzo ha deciso di utilizzare ancora per tutto il 2008.

La situazione è già al limite da tempo e se non si sbrigano vedrai che
bel botto facciamo pure noi...



>Vuol dire che tra un po' invece di sentire " 'a munnezza" diremo noi stessi
>" 'a monnezza" ;-))


a monnezza, o meglio la sua puzza, la puoi sentire spesso in tutto il
quadrante ovest della città, da Malagrotta fino a P.le degli Eroi...

Cia
Gra
--
http://www.italiaroma.it : Visita e collabora


http://www.grampasso.com/ama : Mostra fotografica di cassonetti AMA

http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=239612

Sulla differenziata anche la Campania sopravanza il Lazio

Senza se e senza ma. Una Caporetto. Il rapporto Rifiuti 2007 dell’Apat sgombra il campo da ogni equivoco. La raccolta differenziata vede Roma agli ultimi posti delle classifiche nazionali. Appena il 16,0 per cento. Una sconfessione bruciante per il presidente dell’Ama, Giovanni Hermanin. E per il modello Roma da esportare nel resto del paese a colpi di numeri inventati.
I dati sulla raccolta differenziata, quelli veri, monitorati e riferiti al 2006, sono stati presentati ieri mattina alla Sala Mercede della Camera dei Deputati da Giancarlo Viglione, presidente dell’Apat, Agenzia per la protezione dell’ambiente, facente capo al Ministero dell’ambiente. Una autentica doccia fredda. Roma con il 16,0 per cento di differenziata occupa in Italia il 18mo posto fra le 27 città metropolitane sopra i 150mila abitanti. Fra i quattro maggiori centri urbani, è nettamente staccata da Torino (36,7) e Milano (31,4), e di gran lunga più vicina a Napoli (8,9). In piena zona retrocessione, per usare un termine calcistico. A un passo dal baratro, con rischi addirittura peggiori del capoluogo campano. Le stesse classifiche Apat, infatti, pongono la capitale al primo posto in Italia per quantità di rifiuti prodotti, con 1.763.749 tonnellate, pari a 652 kg ad abitante, nettamente sopra la media nazionale di 550 kg. Esaurita Malagrotta, che succederà?
Ancora peggio della capitale va il resto della regione. La provincia di Roma tocca il 12,5 per cento di differenziata, Frosinone il 4,3, Rieti il 4,5. Il Lazio con l’11,1 per cento è al 15° in Italia nella classifica per regioni. Peggio, sia pure di poco, perfino della Campania, all’11,3. Se questo è il presente, forse peggiore si profila il futuro. Il Lazio, con 2,8 milioni di tonnellate di rifiuti smaltite nel 2006 e una quota dell’85 per cento finita in discarica, vede come un incubo la chiusura definitiva della discarica di Malagrotta. Inutile sperare che le cose cambino da sole. Basta scorrere i dati del Rapporto Apat dello scorso anno. La raccolta differenziata a Roma era al 15,3 per cento, nel Lazio al 10,4 per cento.
A questi ritmi, con un incremento quasi impalpabile, occorrerebbero decenni per rispettare il decreto Ronchi. Responsabilità di una classe politica? Dimissioni? Parole tabù per la sinistra. Che preferisce battere altre strade. Hermanin si aggrappa alle promesse: raggiungeremo il 30 per cento entro il 31 dicembre 2008, dice. Marrazzo si inerpica verso il regno dell’utopia: 45 per cento entro il 2008. Veltroni, invece, tiene i piedi per terra e punta sul deterrente delle multe: da 50 a 300 euro per chi non usa correttamente le campane, da 25 a 619 euro per chi lascia i rifiuti fuori dal cassonetto.
Ma stavolta non basta il tappeto rosso del Festival del Cinema a nascondere la spazzatura. Che a Roma rischia di finire per strada come a Napoli, con l’estinguersi della discarica di Malagrotta. Sui gassificatori i numeri dell’Apat sono chiari: nel Lazio ci sono oggi tre linee. Due a Colleferro, una a San Vittore. E non bastano, replica per il centro-destra Donato Robilotta, capogruppo regionale SR: «Quello di San Vittore non è ancora in funzione. Altre due linee sono in costruzione a Malagrotta. Ma occorrono altri tre gassificatori: uno ad Albano, uno a Latina, uno a Viterbo». Nel Lazio la quota differenziata è irrisoria. «E per di più oltre la metà di questa, non esistendo impianti per lo stoccaggio, finisce in discarica - denuncia Robilotta -. È per questo che le discariche nella regione sono tutte stracolme. Questi dati ci avvicinano in maniera inarrestabile alla situazione campana. Il Lazio si salva solo perché la discarica di Malagrotta non si chiude. E non si potrà chiudere neppure dopo il 2008. Altrimenti la spazzatura ce la teniamo sotto casa». E i residenti? Chi abita nei pressi di Malagrotta? Nel 2009 ci saranno rivolte popolari come a Napoli? Scenari da brivido.

http://corvacci.net/?p=296

www.chetempochefa.rai.it = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

luciana littizzetto mangiamerda= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

fabio fazio leccaculo= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

La truffa del secolo, in Campania, nel Lazio, in Italia
Nel Lazio c’è emergenza rifiuti ma i giornali tacciono. Si ricorre a discariche e inceneritori nonostante ci siamo già presi una maxi multa dall’Europa per violazione delle norme, e non si parla della diossina che ci asfissia, e si tace sull’aumento pauroso dei tumori. Ma perchè i governi non hanno preso provvedimenti ai ripetuti inviti minacce dell’Europa? E’ quel che andiamo a spiegare.

In questo stato falsamente democratico i politici e i commissari sono subordinati alle varie lobbies mafiose dei rifiuti. Oltre a tutto questi commissariamenti ci costano un occhio e potremmo risparmiarceli, è un fumo negli occhi che non ci acceca più. Oltre a tutto è la regione Lazio che nomina il suo commissario, possibile che un ente possa decidere chi deve controllarlo? Il capo della regione è lo stesso che fa il controllo (Marazzo). Basta coi falsi commissari pagati a peso d’oro da governi e mafia.

E non si invochino partiti, perchè i vari governi che si sono succeduti hanno continuato illecitamente a prorogare lo smaltimento dei rifiuti senza trattamento in discarica. Pagano a peso d’oro mega aziende mafiose che non solo fanno pagare caro il servizio, ma che distruggono ambiente e salute.

In compenso la Ricerca sul cancro si carica di appannaggi pubblici e privati da decine di anni. Conoscevo una ricercatrice chiamata in Giappone per una scoperta scientifica che sostituiva la chemioterapia (devastante se il male è esteso) in alcuni tipi di tumori. Fu inviata per apprendere la procedura e al suo ritorno volevano spacciare la sostituzione della terapia per un vaccino contro i tumori. La mia amica se ne andò disgustata, mentre del ritrovato non se ne è fatto nulla, nemmeno come sostituzione della cura, perchè sulla chemio c’è un grande business delle ditte farmaceutiche.

Ma torniamo alla “monnezza”. Nel Lazio la situazione è gravissima, stiamo sulla via della Campania. Le amministrazioni di Storace, Marazzo e Veltroni (ce n’è per tutti) blateravano e blaterano che gli inceneritori “sono indispensabili per evitare che i rifiuti finiscano per strada come in Campania”, criminale pubblicità e consapevole mistificazione, per la differenziata mai una parola.

L’allarme è lanciato da alcuni eurodeputati di Forza Italia (ma quando c’era Forza Italia al governo nessuno ha protestato) con interrogazione alla Commissione Ue: - La quantità di rifiuti a Roma e Lazio è superiore a quella di Napoli e Campania e il piano rifiuti della giunta regionale non è mai partito. Dei 4 impianti previsti per le 8 linee di termovalorizzazione, solo 2 sono aperti. Inoltre la discarica di Malagrotta, la più grande d’Europa e già oggetto di una procedura d’infrazione, è stracolma, ed è stata prorogata al 31 dicembre 2008. Chiediamo alla Commissione quali iniziative affinché nel Lazio non si verifichi una situazione analoga a quella della Campania e qualora risultassero palesi violazioni delle norme comunitarie. -

E cosa volete che faccia l’Europa? Ci affibia un’altra multa e tutto resta come prima. Secondo il Piano rifiuti di Marrazzo entro il 31 dicembre 2007 nel Lazio la differenziata doveva raggiungere il 40%. Ma è al 9%, il resto va in discarica e bruciatori, poi ci sottopongono alle targhe alterne, roba da ridere, o da piangere.

Un esempio: il 13 gennaio ambientalisti, Comitati e cittadini hanno protestato contro l’impianto rifiuti di Colfelice e la discarica di Roccasecca, emergenza da 12 anni con la discarica più grande del Lazio, dopo Malagrotta a Roma, che raccoglie rifiuti di 92 comuni della provincia di Frosinone. La discarica di Roccasecca doveva durare un anno e mezzo, poi si passava alla differenziata. Invece sono 4 anni che funziona e cresce come un cancro.

Nonostante a Roma Veltroni dichiari la raccolta differenziata in crescita, nel centro storico non esistono cassoni adatti e quei pochi che ci sono, vengono, visto coi miei occhi, vuotati nella spazzatura cumulativa dalle auto raccoglitrici. Solo che avviene di notte, così nessuno vede e tutti contenti.

E poi non raccontiamoci balle, la differenziata funziona solo se fatta porta a porta, come si fa nei paesi europei, con sacchetti di diverso colore per i vari materiali e col nome e indirizzo scritto sopra, per cui se violi la norma paghi la multa.

C’è di più:

Marazzo, in accordo con Prodi, ha annunciato che la spazzatura di Napoli e Campania non finirà a Malagrotta o in altra discarica del Lazio, già stracolme. Però se ne brucerà nei termovalorizzatori e gassificatori, per solidarietà con la Campania, a patto che sia spazzatura già trattata.

Ci prendono per scemi? Le ecoballe della Campania sono un triturato di tutto. Allora le cose sono due: o il Lazio dà la fregatura a Napoli o ci inquineremo a livello di Cernobyl bruciando rifiuti tossici, amianto compreso.

Morale della favola: le nostre discariche sono al collasso, Roma è piena di immondizia nelle strade, nonchè di topi e scarafaggi come derivato, la derattizzazione e disinfestazione delle fogne non si fa da 30 anni perchè così il comune risparmia e mangia di più.

Ma c’è di più:

La verità è che i rifiuti sono un business riservato alle maxi aziende colluse col potere. Altrimenti, non si spiegherebbe come l’inceneritore che si vuole costruire a Malagrotta sia stato affidato al privato MANLIO CERRONI.

Nel 2004, il CERRONI, siccome Malagrotta nel 2005 si sarebbe esaurita (e invece ancora ingrandisce) chiese, oltre ai termocombustori, la gassificazione a Malagrotta, con nuovo impianto a Col dell’Aino, Castel Giuliano, con grande rabbia della popolazione limitrofa, perchè a Roma nulla si sapeva, grazie al silenzio stampa.

Questo vezzo in uso in Italia per cui è l’appaltatore privato e non la Regione a scegliersi il sito per discariche e impianti puzza di bruciaticcio mafioso. Acquisti un terreno vicino a una cava, ci fai un bruciatore e/o una discarica accanto e fai un bel minestrone tra i rifiuti della cava e quelli della discarica o del bruciatore. Poi lo vendi come brecciolino o fertilizzante. Accade spesso e lo dimostrerò.

Adnkronos - La discarica di Malagrotta chiuderà nel 2006, come è fissato dal 2001. È una data prestabilita che non può e non deve essere cambiata. - praticamente l’hanno ripetuto ogni anno e Malagrotta è ancora là, a ricevere rifiuti MAI TRATTATI -

- I gestori e proprietari della discarica, il Consorzio Colari, di cui è presidente Manlio Cerroni (rieccolo di nuovo) vorrebbero realizzare un gassificatore a spese loro, così il termovalorizzatore non si farà perchè si farà il gassificatore. - Non è inquinante e rappresenta una grande opera di risanamento ambientale, il gassificatore al posto della discarica - questo riferisce il comune di Roma. Totalmente falso. La gassificazione è megainquinante, ma Cerroni smazzetta forte.

Le soluzioni del comune di Roma, del Lazio, Campania e tutta Italia, sono quelle più costose, più inquinanti e che danno meno occupazione, così le mega aziende mafiose guadagnano di più. Il decantato inceneritore di Brescia (di Cerrone) occupa solo 8 persone, mentre il recupero e riciclaggio occuperebbero un centinaio di persone. L’inceneritore di Brescia costa 300 milioni di € mentre un impianto di compostaggio che darebbe anche metano o energia elettrica costa 5 milioni di €.

Inoltre il riciclaggio consumerebbe un terzo dell’energia che occorre per l’inceneritore, e le ceneri andrebbero smaltite in discariche speciali, con prodotto al 30% inquinante da discarica. Gli scarti del compostaggio invece, che recupera metano, darebbero un prodotto al 40% in fertilizzante.

Roma è tra le ultime regioni per raccolta differenziata, ma è al primo posto in Italia per i rifiuti in discarica. Il Lazio spende il 20% in più rispetto alla Lombardia, dove la differenziata è al 50%, contro il 9% del Lazio.


vincenzo russo = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://es.wordpress.com/tag/monnezza/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://forummistermandarino.forumfree.net/?t=24573136 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://forum.caparezza.com/viewtopic.php?t=7632&view=previous&sid=8d1db953ecb86838693017ae8a50c371 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.golfonews.com/index.php?option=com_content&task=view&id=2599&Itemid=52 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://beppegrillo.meetup.com/562/messages/boards/thread/4079235 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.youtube.com/watch?v=WgrKSL1tl9g = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://lafrecciaverde.blogspot.com/2008/03/napoli-una-discarica-per-la-monnezza-e.html = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://beppegrillo.meetup.com/445/messages/boards/thread/4191019 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.youtube.com/watch?v=ED6E8xkbjy0 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://it.youtube.com/watch?v=K1Ygjq_AobY&feature=related = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://it.youtube.com/watch?v=K1Ygjq_AobY = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://romadellevittoriechenonva.blogspot.com/2008/02/monnezza-day.html

http://degradoroma.giovani.it/diari/2508828/via_coronari_daa_monnezza.html

Fa un certo effetto parlare di monnezza a Roma mentre in tv scorrono le immagini terribili dell'emergenza rifiuti in Campania. Per prima cosa, quindi, volevamo esprimere tutta la nostra solidarietà ai comuni campani colpiti da questa immane tragedia. E' una tragedia che ci riguarda tutti, una tragedia nazionale. Ma ora ci chiediamo: come si è potuti arrivare a una simile catastrofe medievale? E' semplice: si è sottovalutato il problema. Non si sono prese adeguate contromisure. Non sono state adottate soluzioni di sistema. Ci si è limitati, volta per volta, a passà 'a nuttata. E troppo spesso si è chiuso un occhio (e anche due) di fronte alle malefatte della camorra, che in questi anni non si è fatta scrupoli nell'avvelenare l'intera regione.

Arriviamo a noi, a Via dei Coronari. La via degli antiquari, delle gallerie d'arte e di design. Neanche questa strada, una delle più eleganti di Roma, sfugge alla morsa della inefficienza del'AMA. Qui è mattino (saranno state circa le dieci) e ancora è esposta in bella vista la monnezza del giorno prima. Ma cosa fanno gli operatori dell'AMA anzichè lavorare? Si grattano la pancia e giocano a ramino? Io li vedo sempre lavorare al rallentatore, scherzare, chiacchierare, entrare nei bar per farsi una birra. Sono pochissimi quelli che lavorano con il pepe al culo. E questi sono i risultati.

Abbiamo gli occhi del mondo addosso e continiamo imperterriti a coglioneggiare, a consegnare le nostre città a bande di incapaci. Giorni fa si è saputo che l'AMA è piena di debiti fino al collo. Ce lo aspettavamo. In Italia se sei un fannullone fai carriera, tanto poi a pagare sono i cittadini. Dove sono finiti i soldi?


= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.06blog.it/post/529/misteri-di-roma-la-maledizione-della-monnezza

Misteri di Roma, la maledizione della monnezza
pubblicato: giovedì 02 novembre 2006 da eugenio in: Per strada Verde e ambiente

http://static.blogo.it/06blog/bidone.JPG

I bidoni dell’immondizia a Roma sono sfortunati (già bisognerebbe aprire un capitolo a parte sul cassonetto multimateriale blu, quello che devi lottare per buttare una bottiglia, e ti devi inzozzare per buttare una scatoletta di tonno…). Comunque, quando ho visto arrivare questi nuovi bidoni per l’indifferenziata mi sono sembrati davvero belli e funzionali. Con quella apertura di tutto rispetto che ti permette di buttare la monnezza senza nemmeno doverlo aprire. E invece pare che molti cittadini non abbiano apprezzato, o per lo meno ne apprezzino una versione modificata visto che vengono tagliate sistematicamente le strisce di plastica morbida dell’imboccatura. Solo che non ne capisco la ragione. Peccato per il flop.

= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.rai.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


http://www.apomezia.it/Forum/topic.asp?whichpage=2&pagesize=15&count=N&topic_id=339&description=Cosa%20ne%20pensate,%20come%20vorreste%20che%20fosse.&letto=1612&forum_id=7&Topic_Title=aperta!mente&S=True&forum_title=La+Politica

che scoraggiamento! altro che traffico per arrivare a roma, problemi di strade, problemi di servizi, raccolta differenziata! questa discussione mi ha "aperto la mente" su cosa ne sarà di quello che resta della vita mia e della mia "nuovissima" famiglia! premetto di essere cattolico (ognuno ha i suoi difetti!) e che la bestemmia (che scappa anche a me "per fortuna" per me e quanto di più stupido e soprattutto inutile possa esprimere l'uomo e non capisco come possa essere divertente o goliardica. ma soprattutto in questa discussione noto che veramente per i giovani (non come me che ho appena compiuto 31 anni ma i ragazzi 16/25 +/-) pomezia è una sorta di paesone dove tutti si conoscono e si annoiano tra partite a calcio (il nostro "grande esempio di virtù nazionale", pomiciate dietro un anfratto, cannetta pomeridiana, pizza (quando va bene) la sera e "vasca" su via roma. assomiglia al paese calabro di mio nonno che in estate fa 1000 (mille) abitanti.
le parole di un ragazzo che chiede "voi che avete fatto per i giovani di pomezia" mi tormentano e mi angosciano facendomi pensare che io come tutti ho pensato solo ai ca**i miei!
capisco che andrà sempre peggio...per varie problematiche, non ci sono alternative alla gara di rutto, scorreggia libera, la prima marlboro e impennata (per quelli più fighi) sul motorino avanti scuola.
mamma mia, sono un vostro concittadino da 15 giorni sulla carta e di fatto ancora da meno e mi sento male all'idea che per mio figlio (che esiste ancora solo nei miei desideri) ci sia solo questo.
posso dirvi che certamente non sono un bigotto, tutt'altro, ma vi prego di colmare le lacune che effettivamente le precedenti generazioni hanno lasciato, rimarginare questa ferita e ridimensionare questo conflitto generazionale per costruire qualcosa di ancora più aperto, più libero.
talmente libero da non aver bisogno di offendere nessuno, ne "gentaglia" come "tossici", "negri", "comunisti", "froci" e "prostitute", "maomettani", "ebrei" o "brave persone" come noi cattolici bianchi ariani che siamo così "indietro" e "chiusi" da essere infastiditi da un "divertentissimo" bestemmione!
vi prego, fatelo per i nostri figli che a loro volta prepareranno la strada per i vostri!
adesso vado a fare un salto sul forum in questione....
[DyingSun]

http://www.pupia.tv/includes/tiny_mce/plugins/filemanager/files/immagini/spettacolo/tv_spazzatura2.jpg


Utente Senior

Msg inviati: 59 Inviato il 22/5/2007 14:09

= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

michelle hunziker= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.emiliofede.net = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .



http://unaromanainspagna.splinder.com/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


http://freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=4295513&a=2 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.mimandaraitre.rai.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

andrea vianello e le sue troie - gay drogati and giovanni floris mangia merda = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .= sparati!

www.forum.mediaset.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.pupia.tv/casaluce/notizie/0007.html

La monnezza di Casaluce sulla tv tedesca

http://www.pupia.tv/casaluce/includes/popimage.php?a=la%20visita%20dei%20giornalisti%20della%20stampa%20estera%20nel%20marzo%20scorso&s=http://www.pupia.tv/includes/tiny_mce/plugins/filemanager/files/immagini/casaluce/stampaestera4.jpg

CASALUCE. L’emittente tedesca DW Tv manda in onda la “monnezza” di Casaluce. All’interno il video che mostra il reportage con l’intervista al medico Giacomo Campanile che, raccogliendo i dati tra i medici delle famiglie casalucesi, ha constatato l’aumento smisurato delle morti per tumore.

Le immagini sono state riprese durante le visita di undici giornalisti della stampa estera che, accompagnati da Antonio Graziano, giornalista, si sono recati su alcune discariche a Casaluce. Una, in particolare, tra la frazione di “Popone Casaluce” ed il confine con Frignano. Il gruppo era composto da: Eva Kallinger (Focus - Germania), Bettina Gabbe (Evangelischer Pressedienst – Germania), Jacques Bozonnet (Le Monde – Francia), France Press (agenzia Francese), Yossi Bar (Yedioth Ahronoth – Israele), Aart Heering (Algemeen Dagblad - Paesi Bassi), Alexander Smoltezyk (Spiegel – Germania), Sabina Castelfranco (CBS News – USA), Kristina Kappelin (Dagens Industri – Svezia), Tom Kington (Gran Bretagna), Peter Loewe (Dagens Nyheter – Svezia). Erano presenti anche gli esperti: dottor Giuseppe Comella (Oncologo del “Pascale” di Napoli), dottor Antonio Marfella (Tossicologo Oncologo del “Pascale”) dottor Giacomo Campanile (Medico della medicina generale), professor Gino Girasole (Insegnante della scuola media di Casaluce).


Guarda anche "Discariche abusive, la stampa estera a Casaluce"

http://www.pupia.tv/casaluce/notizie/0001.html

CASALUCE. Undici giornalisti della stampa estera, accompagnati da Antonio Graziano, giornalista e componente dell’assise di Napoli e del Mezzogiorno, si sono recati su alcune discariche a Casaluce. Una, in particolare, tra la frazione di “Popone Casaluce” ed il confine con Frignano che brucia da diversi giorni.

Il gruppo era composto da: Eva Kallinger (Focus - Germania), Bettina Gabbe (Evangelischer Pressedienst – Germania), Jacques Bozonnet (Le Monde – Francia), France Press (agenzia Francese), Yossi Bar (Yedioth Ahronoth – Israele), Aart Heering (Algemeen Dagblad - Paesi Bassi), Alexander Smoltezyk (Spiegel – Germania), Sabina Castelfranco (CBS News – USA), Kristina Kappelin (Dagens Industri – Svezia), Tom Kington (Gran Bretagna), Peter Loewe (Dagens Nyheter – Svezia). Erano presenti anche gli esperti: dottor Giuseppe Comella (Oncologo del “Pascale” di Napoli), dottor Antonio Marfella (Tossicologo Oncologo del “Pascale”) dottor Giacomo Campanile (Medico della medicina generale), professor Gino Girasole (Insegnante della scuola media di Casaluce).


--------------------------------------------------------------------------------

GUARDA LE FOTO
(clicca per ingrandirle)

http://www.brightcove.tv/title.jsp?title=359540880&channel=298782895&lineup=494751258


http://meddletv.wordpress.com/2008/01/06/strisce-blu-e-monnezza/

http://www.nntp.it/fan-tv/1050292-napoli-tv-tette-e-monnezza.html


http://folklorenapoletano.blogspot.com/= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

Napoli in Tv: tette e monnezza
OT - scusate ragazzi ho trovato questo blog che è un'autentica perla
http://folklorenapoletano.blogspot.com finalmente della gente di
Napoli che non guarda in faccia a nessuno e nemmeno a se stessa... Nei
giornali e sulla tv non passano mai queste notizie ma com'è possibile?
Ma davvero succede tutto questo in Italia??? Ma stiamo scherzando???
Ne parlano anche su un forum di queste cose http://sdg.phpbbsite.com/

E POI CI SONO LE TETTONE!= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.apomezia.it/Forum/topic.asp?whichpage=2&pagesize=15&topic_id=684&description=Cosa%20pensi%20della%20tua%20citt%C3%A0&letto=740&forum_id=6&Topic_Title=siamo+circondati!!!&forum_title=Pomezia

http://lumenlux.blogspot.com/2007/01/il-sindaco-di-pomezia-enrico-de-fusco_18.html

http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1490696&page=2 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://beppegrillo.meetup.com/183/?track=i3/mu_xxkqs0qsv6 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://francomennitto.blogspot.com/2007/05/la-manifestazione-del-19-negata.html = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.padovanews.it/index.php?option=com_content&task=view&id=26376&Itemid=101 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.losfoglio.it/QuartaPagina.asp?ed=14 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://lnx.messinaweb.eu/forum/viewtopic.php?f=15&t=2067 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.fumarelapipa.com/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=2022&forum=28&post_id=196344 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.pigneto.it/news.asp?id=360 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

La raccolta differenziata è un'abitudine che i cittadini romani non riescono ad apprendere. Tra i più indisciplinati gli esercizi commerciali e esercenti della ristorazione. L'AMA risponde con un piano in 7 mosse: sorveglianza e multe salate. Ma al Pigneto non ci sono nemmeno i cassonetti.



La differenziazione è il perno centrale del piano del Commissario straordinario sui rifiuti Marrazzo, il quale avverte che la separazione dei rifiuti e il loro corretto smaltimento è un punto fondamentale per scongiurare a Roma il rischio di una degenerazione stile Napoli.

In effetti, dal 2005 il Comune di Roma ha reso obbligatoria la raccolta differenziata per gli esercizi commerciali, ma risulta chiaro che questa abitudine non sia mai stata recepita dalla popolazione. Una recente indagine di Legambiente denuncia l'abitudine di non separare i materiali soprattutto da parte di bar, ristoranti e negozi di Roma. La maggior parte degli intervistati dichiara di non conoscere nemmeno l'obbligo della differenziazione: l'immondizia viene gettata nel cassonetto più vicino senza badare a cosa serve.

La situazione è più grave di quanto si possa pensare: i piani prevedono che la percentuale della differenziazione, sul totale dello smaltimento dei rifiuti, dovrebbe arrivare al 45% entro il 2008 e al 65% entro il 2012, mentre per il momento non si arriva nemmeno al 17%. Inoltre, i dati che riportano le statistiche, denunciano un allarmante calo nel trend della differenziazione a Roma: infatti negli ultimissimi anni, l'aumento della differenziazione sul totale dello smaltimento è in forte flessione, registrando nel 2006 un aumento percentuale di appena superiore al 5%. Guardando i dati Municipio per municipio scopriamo che il più virtuoso è il Terzo Municipio, dove la raccolta differenziata pro-capite, nel periodo gennaio/settembre 2007, è stata di appena il 16,05Kg all'anno, mentre il riqualificando Municipio Sesto è posizionato a mezza classifica in decima posizione: appena il 10,61Kg a persona. Se rapportiamo questi dati al fatto che ogni romano produce 1,83 Kg di rifiuti al giorno e quindi 667,95 Kg all'anno, ci rendiamo presto conto di quanta poca cosa siano 10 o 15 chili in 9 mesi.

Persino l'AMA è preoccupata. Dinfatti ha ultimamente (4 febbraio 208) annunciato un piano strategico in 7 mosse, coordinato col Comune di Roma, per aumentare la raccolta differenziata nella Capitale. Tra le azioni programmate, quella che suscita più clamore è senza dubbio l'entrata in azione di una task force davvero eccezionale: quattro agenti per ogni municipio (vigili urbani, operatori Ama e personale del nucleo decoro urbano) con lo specifico e unico compito di controllare negozi, bar, ristoranti e multare chi non rispetta le regole: contravvenzioni da 50 a 300 euro per chi non getta i rifiuti nei cassonetti giusti, blu per il multimateriale, bianco per la carta, da 25 a 619 euro per chi lascia i rifiuti fuori del cassonetto, da 50 a 300 euro per chi ci parcheggia davanti, ostacolando il lavoro dei mezzi che effettuano la raccolta.
Inoltre, sono già per le strade della capitale (chi l'ha visti?) 200 operatori ecologici, riconoscibili dal fratino arancione con la scritta "raccolta differenziata", incaricati di svolgere attività di informazione accanto alle postazioni delle differenziata, dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 11. Oltre a questo, l'AMA promette un aumento dei turni di raccolta differenziata: i cassonetti blu e bianchi si saturano molto velocemente, quindi (senza chiederci come mai, visto che i cittadini non li usano) il passaggio dei mezzi di raccolta verrà raddoppiato: non più una volta a settimana, ma una volta ogni tre giorni (ma per adesso solo nei municipi IV, VIII, X e XVI). Come se questo non bastasse, l'AMA promette anche di iniziare a breve un programma di recupero degli scarti organici provenienti dagli esercizi commerciali e dagli oltre cento mercati rionali della capitale.

A questo punto, un ingenuo paesano abitante del Pigneto potrebbe chiedersi: ma...che robb'è 'stà raccolta differenziata? E che diavoleria saranno mai 'sti cassonetti colorati? chi l'ha mai visti? Voi vedè che mo' me fanno la multa? (è già, la multa...unica preoccupazione del civile italico).

Come faranno gli abitanti del Pigneto a differenziare i rifiuti se non ci sono i cassonetti per farlo? Come farà la suddetta task force a punire chi non li usa se i cassonetti non ci stanno? Come faranno i 200 volenterosi dell'AMA ad insegnare agli ignari commercianti quale rifiuto va messo nel cassonetto blu, quale in quello bianco, quando questi, di fronte al loro (chicchissimo) locale, vedono solamente una lunga e maleodorante sfilza di vecchi cassonetti verdi per l'indifferenziata? Possiamo di certo lanciare facili accuse di pigrizia e ignoranza al comune cittadino, ma quando questi non è in grado di accedere agli strumenti per il rispetto della legge (e soprattutto dell'ambiente) cosa dovrebbe fare? Domanda da non poco, considerando che fu proprio una delegazione di cittadini, all'insediamento del presidente del sesto municipio Teodoro Giannini, a segnalare la necessità della differenziazione soprattutto nei pressi dell'Isola Pedonale, dove è più alta la concentrazione di ristoranti e locali che producono una buona dose di vuoti a perdere. La promessa delle campane per la raccolta del vetro fu solenne...eppure non se n'è mai vista una.

Certo il quartiere non è carente solo di cassonetti, ma di pulizia in generale (tralasciamo per ora il decoro urbano). Sono in molti quelli che arrivano al Pigneto spinti da lusinghieri articoli su giornali nazionali e sgranano gli occhi scandalizzati dalla situazione in cui versano le strade: bottiglie e cartaccie ovunque, spazzatura generica sparsa dal vento, scarti del mercato rionale (ma non li potrebbero raccogliere i commercianti?) che stazionano per giorni interi se per caso sono caduti a qualche metro di distanza dalla zona di pulizia quotidiana. Eppure, a ben guardare i dati sulla frequenza di spazzamento delle strade del Municipio VI, sembra che siano qui tutti i giorni con scopa e paletta. C'è qualcosa che non quadra.

Ce'è un però: grazie alle elezioni che nei prossimi mesi affolleranno le scuole cacciando i (ben felici di andarsene a spasso) alunni, siamo certi che qualcosa accadrà, d'improvviso, sottovoce, come piace a loro. Quindi, armati di ottimismo per il tempo a venire, abbandoniamo le sterili polemiche e veniamo a consigli costruttivi per chi è disposto a caricarsi vetro, carta, metallo, plastica, ecc sulle spalle per qualche centinaio di metri fino al raggiungimento dei più vicini cassonetti colorati: se siamo fortunati e la descrizione dei cassonetti non è ancora stata coperta da un affissione abusiva, scopriamo che quelli blu sono fatti per plastica, metalli e vetro mentre quelli bianchi sono per carta, cartone, giornali e tetrapack. Per tutti i materiali organici o comunque non riciclabili persistono i cassonetti di colore verde. E' possible reperire proprio sul sito dell'AMA una descrizione più approfondita su come utilizzare i cassonetti.

Purtroppo non sempre è facile capire se quello che abbiamo tra le mani è fatto di plastica, di carta o di altro materiale. Per risolvere questi dubbi, come segnala miglioraroma, ci viene in aiuto tutta una serie di simboli e sigle che possiamo trovare sugli oggetti in questione: scopriamo ad esempio che il tetrapack (simbolo CA), nonostante sia formato da materiali di diversa natura, va insieme alla carta. Nell'attesa che l'utilizzo di etichette più chiaramente interpretabili da un comune mortale sia resa obbligatoria per legge eccovi qua una tabella da studiare come primo compito per diventare un buon differenziatore.
= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


http://degradodiroma.wordpress.com/2007/05/31/monnezza/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

Educazione civica e “monnezza” Maggio 31, 2007
Posted by degradodiroma in Segnalato da ..., Sporcizia.
trackback
Segnalato da : Andrea P.

Volevo segnalare un fenomeno che forse passa inosservato ma che a volerlo notare, mi sembra ormai molto, troppo diffuso, ossia : l’ abitudine ad abbandonare i sacchetti dell’immondizia un po’ ovunque.

Non parlo di quelli lasciati fuori dai cassonetti, ma intendo quelli lasciati proprio nei posti più disparati: alle fermate degli autobus, in mezzo agli spartitraffico, sul ciglio delle strade, sui marciapiedi, nei parcheggi anche quelli coperti dei Centri commerciali, in mezzo alle aiuole, sulle scalinate, davanti ai portoni, sopra i muretti, nei parchi, ecc….
Ho visto che ci sono esempi con foto pubblicate sul sito.

Non so se gli autori siano italiani o immigrati, probabilmente entrambi, poiché ci stiamo assuefando a vivere nello “schifo” che ci offre VELTRONIA.
Dimenticavo: è molto diffuso anche il vizio di lasciare in giro, soprattutto sulle panchine dei parchi o delle piazze, stracci e vestiti oltre alle immancabili bottiglie di birra …

= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.ilpiave.it/IMGART/211207/Mike_Bongiorno.jpg = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.retesette.tv/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MARCO RIZZO MERDA = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

gerardo russo = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

carmela santi= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

mirella russo = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

anna pettinelli= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

anna kanakis= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


giorgio scelza = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.105tv.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.liratv.it= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.telesalerno1.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.tvoggisalerno.it= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

s.a.l.e.r.n.o.= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.vincenzodeluca.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

vallo della lucania = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MAURA GABRIELE = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

VINCENZO SCALONE = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

TERESA RICCO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MIRKO BIANCHINI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ADELE SPLENDORE = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ANGELA GUGLIUCCI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

LUCIANA D'APOLITO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

FEDERICA RUOCCO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

FRANCESCA RIZZO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

DANIELA GRECO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ANASTASIA GRECO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.comune.vallodellalucania.sa.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://it.wikipedia.org/wiki/Vallo_della_Lucania = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.comuni-italiani.it/065/154/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.ordineavvocativallodellalucania.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.fieredivallo.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.salernonotizie.it/sezione.asp?ID=Vallo%20della%20Lucania = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

novi velia= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

futani = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.arcitorino.it/node/496 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.rete7.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.rete7.it/oldrete7/rete7.html = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.ilcilento.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.blogeko.info/media/monnezza.jpg

WWW.MAURIZIOCOSTANZOSHOW.COM = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

roma = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

anzio = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MARIA DE FILIPPI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.drzap.it/merda.htm

FABIO FAZIO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

maria bengardino = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

giovanni giordano = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

LUCIANA LITTIZZETTO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.EMILIOFEDE.NET = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

GIUSEPPE MEROLA TEL 0974 65027 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


JESOLO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

Federica Sciarelli = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.ANGELISMARRITI.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

IL NANO E TUTTI GLI ITALIANI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


WWW.IMPATTOALIENO.NET= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


http://www.merda.it/

http://www.laboratoriocaffeina.it/geek/2007/04/02/italiait-e-la-merda-del-web.html

http://merdaproject.splinder.com/

http://www.merdaproject.org/

http://guardalamiamerda.blogspot.com/

http://i-blog-di-merda.splinder.com/

michele cucuzza= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

jessica alba = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

alba parietti = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

jessica simpson = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

jessica biel = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

laura pausini = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

alfonso pecoraro scanio = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

LAMBERTO SPOSINI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

PIPPO BAUDO= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.chilhavisto.rai.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

AMBRA ANGIOLINI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MASSIMO GILETTI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

LINDSAY LOHAN = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

GENE GNOCCHI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

leona lewis= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MIKE BONGIORNO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

CHARLIZE THERON = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

FEDERICA PANICUCCI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

naomi campbell= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ALBA PARIETTI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

CICCIO VALENTI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

GIANCARLO GIOVALLI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

romano prodi = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

S.A.L.E.R.N.O. = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

VALLO DELLA LUCANIA = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.VINCENZODELUCA.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

AGROPOLI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

FRANCESCO RUTELLI= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

PIERO FASSINO= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

GERRI SCOTTI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


WWW.TG1.RAI.IT= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


WWW.TG2.RAI.IT= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.TG3.RAI.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.TG4.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.TG5.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

RIFONDAZIONE COMUNISTA = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.pichunter.com/

FRANCO GIORDANO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.STUDIOAPERTO.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.oldyoungporn.com/

GIOVANNI FLORIS = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ANDREA VIANELLO= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://ch.tilllate.com/IT/event/details/6505202/more

SAN MAURO LA BRUCA = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

CATERINA BALIVO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Coprofagia
Coprofagia
Da Nonciclopedia, l'enciclopedia liberatoria
Vai a: navigazione, ricerca

Tipica baguette francese dal gusto coprofilo.“Ma che bontà, ma che bontà! Ma che cos'è questa robina qua?”


- Daniela Santanchè su Coprofagia
“Hmmm... che profumin! che avet' cuccinat' di buono occi? i pulpetti di merda?”


- Diego Abatantuono in "I fichissimi"
“Se mi chiedete cosa sceglierei tra una notte con Kakà e un dolcetto alla Cacca non posso esitare: senza dubbio un dolcetto alla cacca! ”


- Monica Bellucci su Coprofagia
Con il termine coprofagia, oltre a riferirsi all'hobby preferito di Gianni Morandi, si usa indicare la cucina francese.

[modifica] Francesismi
Già dal 1981, quando in Francia regnava ancora il Re Sole, la rivalità tra Italia e Francia in cucina era tale da provocare guerre e incursioni segrete dalle fogne con furti di ricette. Questo perché ai francesi spocchiosi non andava giù che l'Italia fosse sempre la migliore dal punto di vista culinario.

Così, alla micina rasata delle francesi, l'Italia rispondeva con la pizza, la pasta e un milione di altre leccornie.

Ma negli ultimi 12 anni, la Francia è riuscita comunque ad affermarsi nel mondo tramite sotterfugi e l'uso spropositato della coprofagia con stratagemmi e bugie. Servendosi delle due o tre ricette più famose (Fois Gras, Escargot e Alizèe) a cui ha aggiunto aromi subliminari di cacca, si è portata ai picchi della Eat Parade sopravanzando scorrettamente l'Italia.

La summa della capacità culinaria francese viene definita appunto coprofilia, ovvero la passione per il cibo francese. Ma l'uso dell'aroma cacca negli alimenti è scorretto e sleale e gli italiani non lo useranno, perché vogliono sopravanzare i francesi senza aiuti esterni.

http://www.difossombrone.it/comportamento/main18coprofagia.htm




MILO INFANTE = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MIRIANA TREVISAN = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ROBERTA LANFRANCHI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ALESSANDRO MELUZZI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.oldmanporn.com/

BRUNO VESPA= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://groups.google.com/group/tnn.internet.broadcast/browse_thread/thread/0123a1ed46a10fba/cd6f1e19956234f1

BRUNO RICCO= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ENRICO MENTANA = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

LICIA COLò DETTA LICIA FACCIA CULO DE CULIS = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ENRICO BRIGNANO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ENRICO PAPI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

VICTORIA SILVESTED = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MICHELLE HUNZIKER= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ITALIA = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.hoes.com/hardcore.html

http://www.giovannifloris.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.ballaro.rai.it/category/0,1067207,1067011-1067824,00.html = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.mimandaraitre.rai.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://onlybestsex.com/hardcore.html

WWW.STRISCIALANOTIZIA.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ITALIA = B L O B = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .



http://fainotizia.radioradicale.it/2007/05/26/napoli-la-mondezza-brucia-ma-i-commissari-straordinari-per-lo-smaltimento-guadagnano-diecimila-euro-al-mese

http://giovanedemocratico.blogspot.com/2008/01/mondezza.html


http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20080120053932AApObqV

http://www.legnostorto.com/index.php?option=com_content&task=view&id=20247&Itemid=26


http://www.agoramagazine.it/agora/spip.php?article1455

http://www.napoli.com/viewarticolo.php?articolo=19677


http://segnalo.alice.it/tag/mondezza

http://www.blogcatalog.com/post-tag/mondezza/

WWW.MERDA.IT

WWW.MONDEZZA.IT


E’ dall’anno scorso che se ne parla, la regione Campania, ha un grosso problema di rifiuti, in questi ultimi mesi poi se ne è parlato abbastanza – e comunque mai troppo - l’argomento è alquanto “maleodorante” se non addirittura troppo forte.
Se da un lato, Napoli soffoca sotto i cumuli della propria immondizia, nonostante disponga di vari siti per il deposito, di inceneritori e di termoconvertitori mai attivati.
Dall’altro alcuni comuni della stessa regione si rifiutano di ricevere l’immondizia “amica” con proteste addirittura violente, perchè??
Il sindaco, Rosa Russo Jervolino, e il presidente della regione Campania Bassolino, di cui riporto una breve nota curiosa (il 31 luglio 2007 è stato richiesto il rinvio a giudizio dalla Procura della Repubblica di Napoli per i presunti reati che avrebbe commesso durante il periodo tra il 2000 e il 2004 come commissario straordinario per l'emergenza rifiuti in Campania.) non sono riusciti a risolvere il problema!!!
Talmente sono stati “latitanti” che è dovuto correre in loro aiuto “l’amico” nonché presidente del consiglio Romano Prodi, che nomina dopo lo stesso Bassolino, un altro commissario straordinario per l’emergenza rifiuti, De Gennaro, questi con l’aiuto dell’esercito ordina che l’immondizia napoletana venga spostata da una regione all’altra dell’Italia, mentre Prodi dall’alto della propria seggiola grida e incita il popolo all’unione Nazionale…….alcune di queste regioni (quelle di sinistra) l’hanno accolto l’appello, altre invece pongono un netto rifiuto.!!!
Non c’è dubbio che sarà una soluzione tampone, e che, tra un paio di mesi tutto tornerà come prima.


http://www.notv.it/forums/mondezza-tra-un-t86358.html

http://degradodiroma.wordpress.com/2007/12/17/inciampando-nella-mondezza/

Inciampando nella mondezza

Camminare per Roma ed “inciampare” su della mondezza è un fatto frequente. L’AMA non riesce ad offrire un servizio di qualità e non riesce a coprire un territorio come Roma. Forse è una azienda che potrebbe andare ad offrire i suoi servigi in una cittadina, in un paese .. forse a fronte delle ridotte dimensioni dello stesso, potrebbe chissà servire ottimamente i suoi cittadini


http://isabella.allblog.it/2008/01/08/la-mondezza-napoletana-fa-il-giro-del-mondo/

http://it.redtram.com/go/71011603/

http://www.ilpiave.it/modules.php?name=News&file=article&sid=5588

http://www.equilibriarte.org/eqforum/topic&topic_id=1104&page=7

enrico bertolino = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

glob = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.rai.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .



ITALIA = B L O B = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://it.youtube.com/watch?v=FKA7IcPma_o&feature=related

http://www.pupia.tv/includes/tiny_mce/plugins/filemanager/files/immagini/spettacolo/tv_spazzatura2.jpg

Mezza Italia ha visto il servizio di Striscia la Notizia dove una gruppo di cittadini fermò per strada Emilio Fede e lo accusò giustamente di trasmettere da un canale Abusivo: si infatti RETE 4 trasmette abusivamente da anni.

Leggi qui la sintesi delle vicende giudiziarie
Guarda l’intervista al proprietario di Europa 7 (la nuova emittente che avrebbe diritto di trasmettere)

Il capogruppo di questi Italiani vogliosi di giustizia fu PIERO RICCA ;un nome già conosciuto per aver dato del P-Buffone a Silvio Berlusconi (Video) ed essere stato processato vincendo la causa.

Ovviamente il video di Fede registrato quella sera apparve anche sul sito di Piero (www.pieroricca.it) , su Antenneattive (La Tv degli amici di Grillo) e ovviamente su Youtube in una più completa versione: Striscia si dimenticò lo sputo del caro Emilio al mitico Piero.

http://www.sosteniamoci.it/immagini/clip_image002_0013.jpg = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
ITALIA = B L O B = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

COSA NE PENSA HORST TAPPERT?

COSA NE PENSA ARNOLD SCHWARZENEGGER?

WWW.SCHWARZENEGGER.COM

WWW.TERMINATOR3.IT

dario trivelli said...

LA TV OGGI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.pupia.tv/includes/tiny_mce/plugins/filemanager/files/immagini/spettacolo/tv_spazzatura2.jpg


http://www.codacons.it/index.html = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://files.splinder.com/1951b82428015fca3f192fda0eed5af2.jpeg= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.geocities.com/jammiesland_debate/worlds2001glasgow-nyd-beer-puke.jpg= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://bp3.blogger.com/__x2xqQ-AywM/RafUiFKWDKI/AAAAAAAAAB0/ArYSehrIEEw/s320/Coprofagia+Whats+There.....jpg= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://bloginstant.bloc.cat/gallery/9372/9372-57980.jpg= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://images.alice.it/sg/notizie1024/upload/ung/unghie_v0.jpg= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

maurizio costanzo = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.vincenzodeluca.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

s.a.l.e.r.n.o. = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

c.i.l.e.n.t.o. = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

vallo della lucania = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

futani = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

rete 7 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

tele salerno 1= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

lira tv = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

tv oggi salerno = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.mediapiuitalia.it/news_media/files/page7_blog_entry5_1.gif = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.newsfood.com/im/Eventi/Insegno_Ciufoli-340.jpg = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.gossipnews.it/mondanita/party_calendario_elisabetta_gregoraci/images/emilio_fede_e_raffaella_zardo_9aba.jpg = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://sarodist.files.wordpress.com/2007/07/0903_emilio_fede_c.jpg = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.tg4.it/res/foto/fede.jpg = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


www.pieroricca.org and gabriele paolini vs emilio fede

the winner is piero ricca and gabriele paolini!

http://bp3.blogger.com/_Nm7YdDMIRRY/RpScGspXBPI/AAAAAAAAAIw/qxZTdsgazno/s400/Piero-Berlusconi-Chiude-Sme.png

http://www.teatronaturale.it/articolo/1066.html

LA TV-SPAZZATURA? TUTTI LA CRITICANO, TUTTI LA GUARDANO
Perché ci poniamo davanti al teleschermo, nonostante gli attuali palinsensti ci propongano programmi senza grande spessore? Ha senso sacrificare la qualità a vantaggio dell'audience? E poi, altra questione: si può ancora considerare una risorsa educativa la televisione?


http://www.tesionline.it/ricerca/parola-chiave.jsp?keyword=tv+spazzatura


http://www.psicopolis.com/ASpED/tvtrash.htm = clonazione umana = dario trivelli= 4)emilio fede

http://www.italiadonna.it/notizie/archivio/20061106g.htm
Anche in tv è emergenza rifiuti”

In tv è ormai emergenza rifiuti. Con questa provocazione il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) invita i cittadini a partecipare domenica 12 novembre al primo sciopero dei telespettatori, aderendo all’iniziativa promossa da Claudio Lippi “Spegni la tv della volgarità”. L’appello è quello di spegnere il televisore anche solo per un minuto domenica 12 nella fascia tra le 17,30 e le 17,35.

Come già sottolineato ieri nel programma Consumi e Costumi, condotto da Giovanni Valentini su Repubblica tv, Francesco Luongo, responsabile del Dipartimento Tlc del Movimento Difesa del Cittadino (MDC), ribadisce: “La paradossale reazione del conduttore e autore Claudio Lippi, che ha abbandonato la trasmissione Buona domenica divenuta un vero e proprio ring per ospiti rissosi, è significativa di un degrado senza precedenti”.

“L’iniziativa non vuole essere una crociata contro le reti Mediaset – spiega Luongo - ma una prima protesta civile contro il contenuto dei palinsesti della tv generalista, orientato sempre più verso il trash. Un fenomeno negativo presente sia
nelle tv commerciali, dove le regole dei codici di autoregolamentazione tv e minori proposti dai network sono spesso ignorati”.

Nel 2006 sono aumentate le denuncie del Dipartimento Junior del Movimento Difesa del Cittadino (MDC) per violazioni delle norme del codice che vanno soprattutto ai danni dei minori nella fascia protetta dalle 07.00 alle 22.30. Più qualità, maggiore attenzione verso i minori e meno spazzatura. Questo l'appello del Movimento Difesa del Cittadino che invita da un lato i cittadini ad aderire all’iniziativa, dall’altro il mondo della scuola e della cultura ad appoggiare questa campagna di sensibilizzazione contro la tv della volgarità.

Fonte: Movimento Difesa del Cittadino


http://www.pupia.tv/includes/tiny_mce/plugins/filemanager/files/immagini/spettacolo/tv_spazzatura2.jpg









RADIO VATICANA: ASSOLTI IN APPELLO BORGOMEO E TUCCI

IL CODACONS: LA CHIESA COLPISCE ANCORA! RICORREREMO IN CASSAZIONE PER RIBALTARE LA SENTENZA


La prima sezione della Corte d'appello di Roma ha assolto padre Pasquale Borgomeo e padre Roberto Tucci, "perchè il fatto non è previsto dalla legge come reato", per la nota vicenda di Radio Vaticana.
?Il nuovo corso interventista della Chiesa ha colpito anche in Tribunale, nonostante la Corte di Cassazione abbia ampiamente dimostrato come l?energia elettrica debba considerarsi ?cosa? ai fini del reato di cui all?art. 674 del codice penale ? afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi ? Annunciamo fin d?ora un ricorso in Cassazione contro tale sentenza abnorme, dove siamo sicuri verranno riconosciute le ragioni delle tante persone che hanno subito danni pesantissimi e irreversibili a causa delle onde elettromagnetiche di Radio Vaticana, questione della quale si sta occupando anche la Procura della Repubblica in sede di indagini, per il reato di omicidio colposo?.
Con la sentenza n. 23066 del 14/06/2002 ? conclude il Codacons ? la Cassazione ha chiaramente affermato: ?tra le cose mobili di cui e' menzione nell'art 674 cod. pen. debbono farsi rientrare anche i campi elettromagnetici, il propagarsi delle cui onde e' riconducibile nella nozione di gettare?. la locuzione cose usata dal legislatore nella formulazione dell'art. 674 cod. pen. comprende anche l'energia elettromagnetica, che non soltanto e' suscettibile di valutazione economica, ma anche provvista di una sua particolare fisicita', ben potendo essere misurata, utilizzata e formare oggetto di appropriazione?.


SALUTE: IN ARRIVO PER I CITTADINI UN?ONDATA DI INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO SE LA DIRETTIVA 2004/40/CE SARÀ RECEPITA DALL?ITALIA

LIMITI AI CAMPI ELETTROMAGNETICI 500 VOLTE SUPERIORI A QUELLI ADOTTATI IN ITALIA!


Il Governo sta sottoponendo al parere del Parlamento il decreto legislativo di recepimento della direttiva 2004/40/CE, recante i limiti per i lavoratori ai campi elettromagnetici dell'ICNIRP, ben 500 volte superiori rispetto agli stessi adottati in Italia.
Se tale decreto verrà approvato infatti il limite per le microonde che attualmente in Italia secondo DM 381/1998 è di 6 volt/m per il campo elettrico, passerebbe a ben 137 volt/m, stesso discorso per gli elettrodotti che dall?attuale limite di 3 microtesla adottato con DPCM 8/7/2003 arriverebbe a 250. Troppe insidie sono presenti in un D.Lgs totalmente favorevole all?inquinamento elettromagnetico:
1. innanzitutto si introduce la confusione tra lavoratori professionalmente esposti e lavoratori non professionalmente esposti a cui si devono applicare i limiti validi per la popolazione

2. in secondo luogo si introduce una dequalificazione dei "limiti di esposizione" che vengono declassati a "livelli di riferimento" ed ora a "livelli di azione". In altre parole per avere il superamento del limite, secondo la direttiva 40 ed il testo del D. Lgs., non basta essere esposti a più di 137 volt/m o a più di 250 microtesla: in tal caso si ha solo il superamento di "livelli di azione" per i quali i consulenti del datore di lavoro "si azionano" per accertare l'eventuale superamento dei limiti di base. Ciò porta però ad una violazione costituzionale e del diritto naturale (come è stato evidenziato persino dai Cinesi che nella III Conferenza Internazionale sui Campi Elettromagnetici, Guilin 2003, organizzata dal NIEHS cinese in collaborazione con il WHO ha portato all? adozione di "limiti di esposizione" come in Italia, in Svizzera e in Belgio da parte della Cina): infatti né il lavoratore, né il datore di lavoro sono in grado di conoscere se la loro esposizione abbia superato il limite, perché, una volta accertato il superamento del livello di azione, il limite può essere dedotto solo dall'applicazione di complessi modelli matematici e sperimentali come l?impiego di fantocci in tessuto umano-equivalente.


Una normativa che non consente di determinare l'eventuale violazione di una norma sul lavoro, cioè il superamento dei limiti da parte dei lavoratori per esposizioni ordinate dal datore di lavoro, è incostituzionale.
Ancora una beffa per i cittadini italiani guidati da un governo favorevole all?inquinamento elettromagnetico!!!

Dal sito www.ambientediritto.it, GIURISPRUDENZA in tema di ELETTROSMOG
Luglio 2003:Interramento elettrodotto - confermata ordinanza del Tribunale di Venezia - l'Enel deve ridurre le emissioni a 0,4 microtesla
DECRETO LEGISLATIVO 4 settembre 2002, n. 198: Disposizioni volte ad accelerare la realizzazione delle infrastrutture di telecomunicazioni strategiche per la modernizzazione e lo sviluppo del Paese - Il Codacons ha sollevato la questione di costituzionalità dinanzi al Consiglio di Stato per violazione di norme costituzionali e di legge comunitaria....
Nota Consiglio di Stato 12 febbraio - 3 giugno 2002 n.3095
"Il Potere dei comuni di disciplinare l'installazione delle stazioni radio base per telefonia cellulare." di Alessandro Amato
CONSIGLIO DI STATO, SEZ. VI - Sentenza 3 giugno 2002 n. 3095
Decreto legge del 7 febbraio 2002: "Ecco la deregulation proposta dal nuovo Governo per accellerare le opere infrastrutturali. I nuovi tralicci delle società di energia elettrica hanno il via libera senza bisogno di alcuna VIA. In violazione anche della recente legge quadro in materia di elettrosmog. Cosa fare? Improcastinabile il Referendum Abrogativo."
3 dicembre 2001 - Testo della direttiva 2001-95-CE del Parlamento Europeo e del Consiglio relativa alla sicurezza dei prodotti (file formato .pdf - dim. 336 Kb)
Legge Regionale Campania 24 novembre 2001, n. 13 - “PREVENZIONE DEI DANNI DERIVANTI DAI CAMPI ELETTROMAGNETICI GENERATI DA ELETTRODOTTI” (file formato .pdf)
Legge Regionale Campania 24 novembre 2001 n. 14 - “TUTELA IGIENICO SANITARIA DELLA POPOLAZIONE DALLA ESPOSIZIONE A RADIAZIONI NON IONIZZANTI GENERATE DA IMPIANTI PER TELERADIOCOMUNICAZIONI” (file formato .pdf)
"La Regione Marche detta le norme per l'elettrosmog" - testo della legge regionale
Commento delle associazioni e comitati alla legge regionale elettrosmog Marche
Ddl Camera 14 febbraio 2001- Legge quadro sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici
Scadenzario degli adempimenti indicati nella legge quadro
Commento breve alla legge quadro sull'inquinamento elettromagnetico
Proposta di legge regionale
http://www.ambientediritto.it/Giurisprudenza/ELETTROSMOG.htm
= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.




http://partitodellaspazzatura.wordpress.com/

www.ilsensodellavita.tv = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

paolo bonolis = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

luca laurenti = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

http://groups.google.it/group/italia.roma.ambiente/browse_thread/thread/fe68644f2bbb767a

Credevo che come rifiuti stessimo meglio dell'inferno-Campania, credevo che
riciclassimo molto di più, invece Roma sarebbe al 16%, ila Provincia di Roma
al 12,5%; il Lazio è ad un misero 11,1% mentre la Campania fa 11,3 % ! !!

E lo ha detto ieri pure Pecoraro, il Lazio si salva SOLO perchè ha/usa delle
discariche più grandi.

mirella russo merda= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

Vuol dire che tra un po' invece di sentire " 'a munnezza" diremo noi stessi
" 'a monnezza" ;-))

Grampasso Vedi profilo
Er Sor Loplop ce venne a ddi' che: >riciclassimo molto di più, invece Roma sarebbe al 16%, "Modello Roma"? >E lo ha detto ieri pure Pecoraro, il Lazio si salva SOLO perchè ha/usa delle >discariche più grandi. Che è esaurita da anni, che doveva chiudere a dicembre 2007 ma che il buon Marrazzo ha deciso di utilizzare ancora per tutto il 2008. La situazione è già al limite da tempo e se non si sbrigano vedrai che bel botto facciamo pure noi... >Vuol dire che tra un po' invece di sentire " 'a munnezza" diremo noi stessi >" 'a monnezza" ;-)) a monnezza, o meglio la sua puzza, la puoi sentire spesso in tutto il quadrante ovest della città, da Malagrotta fino a P.le degli Eroi... Cia Gra -- http://www.italiaroma.it : Visita e collabora http://www.grampasso.com/ama : Mostra fotografica di cassonetti AMA
Altre opzioni 22 Feb, 20:11

Newsgroup: italia.roma.ambiente

Data: Fri, 22 Feb 2008 18:11:40 GMT
Locale: Ven 22 Feb 2008 20:11
Oggetto: Re: Il Lazio ricicla meno della Campania
Rispondi | Rispondi all'autore | Inoltra | Stampa | Messaggio singolo | Mostra originale | Segnala questo messaggio | Trova messaggi di questo autore
Er Sor Loplop ce venne a ddi' che:

enrico ruggeri= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

alessandro cecchi paone= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

http://www.youtube.com/watch?v=y9pZdCnsDkE = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

http://www.tvblog.it/post/4237/il-bivio-che-schifo = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

http://static.blogo.it/tvblog/il_bivio_ruggeri.jpg = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

Il bivio - vergognosamente alla ricerca dello scandalo
pubblicato: mercoledì 24 gennaio 2007 da Debora in: Talk Show Italia1 Il Punto di Svista
Sono passati in modo abbastanza martellante nei giorni scorsi i promo della nuova edizione de Il Bivio - cosa sarebbe successo se… che cercavano di puntare sulla curiosità morbosa dello spettatore. Riuscendoci, evidentemente, visto che ieri sera alle 23.20 circa anch’io ero sintonizzata su Italia1 per seguire la storia di Sabrina e Valentina (in principio Danilo e Stefano), due gemelle trans.

Una storia tutto sommato uguale a tante altre sulla trasformazione sessuale e sul passaggio di genere, con la particolarità del fatto che entrambi i gemelli hanno scelto di intraprendere (e completare, nel caso di Valentina, mentre Sabrina è ancora in “stand-by”) questo difficile percorso. In studio famosi ospiti transgender, tra i quali anche Vladimir Luxuria, e alcuni esperti, come il chirurgo che ha eseguito l’operazione di cambio di sesso a Valentina e uno psicologo.
A fare da intervistatrice, Adriana Fonzi Cruciani, giornalista. E’ proprio lei che si è resa protagonista di un momento che definire squallido è riduttivo: durante l’intervista al chirurgo infatti, ha chiesto ripetutamente e con insistenza, vista la reticenza dell’uomo a rispondere, particolari sulla vita intima e sessuale di un trans operato. Domande come “Ma dopo l’operazione si prova piacere sessuale?“, “Una persona che si trovi ad avere un rapporto sessuale con un trans operato, nota la differenza?” e tante altre, hanno creato in me - e non solo, visti i visi degli ospiti del programma e del chirurgo stesso - una sensazione di disgusto misto ad incazzatura. Mi sono messa nei panni delle due gemelle e l’unica reazione che avrei avuto sarebbe stata quella di alzarmi ed uscire dallo studio, vista la mancanza di sensibilità - ma anche di professionalità - della giornalista.

PUBBLICITÀ

PUBBLICITÀ

Le due ragazze invece si sono limitate a fare un’espressione sbigottita e a parlare sottovoce tra loro, senza sapere che anche il “siparietto” dello psicologo sarebbe stato dello stesso livello, ma stavolta non per colpa della Cruciani, ma dello psicologo stesso, che ha evidenziato come in casi del genere non si faccia niente per “far uscire la mascolinità” delle persone prima del percorso di cambio di sesso, visto che di malattia si tratta (non erano le sue parole esatte, ma il concetto non si discosta da questo).
Ovvia la reazione di Luxuria, che ha fatto notare non solo come l’omosessualità e i casi di questo tipo non siano più considerati “malattia” ormai da decenni, ma si è anche rivolta alla giornalista spiegandole - con educazione - che non esiste piacere sessuale senza una componente psicologica e trovarsi in un corpo in cui ci si sente a proprio agio è sicuramente appagante.

Una trasmissione vergognosa che mi ha creato solamente imbarazzo e fastidio e che non farò l’errore di rivedere. Se certe cose fossero accadute in diretta sarebbe stato davvero difficile riportare il programma sulla via della decenza, ma trattandosi di trasmissione registrata, sarebbe stato possibile - e utile - tagliare tutte quelle parti così “basse”. Che siano andate in onda lo stesso, fa capire la qualità de Il bivio.
= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.



riciclassimo molto di più, invece Roma sarebbe al 16%,


www.domenicain.rai.it = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

www.buonadomenica.mediaset.it = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

"Modello Roma"?


>E lo ha detto ieri pure Pecoraro, il Lazio si salva SOLO perchè ha/usa delle
>discariche più grandi.


Che è esaurita da anni, che doveva chiudere a dicembre 2007 ma che il
buon Marrazzo ha deciso di utilizzare ancora per tutto il 2008.

La situazione è già al limite da tempo e se non si sbrigano vedrai che
bel botto facciamo pure noi...



>Vuol dire che tra un po' invece di sentire " 'a munnezza" diremo noi stessi
>" 'a monnezza" ;-))


a monnezza, o meglio la sua puzza, la puoi sentire spesso in tutto il
quadrante ovest della città, da Malagrotta fino a P.le degli Eroi...

Cia
Gra
--
http://www.italiaroma.it : Visita e collabora


http://www.grampasso.com/ama : Mostra fotografica di cassonetti AMA

http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=239612

Sulla differenziata anche la Campania sopravanza il Lazio

Senza se e senza ma. Una Caporetto. Il rapporto Rifiuti 2007 dell’Apat sgombra il campo da ogni equivoco. La raccolta differenziata vede Roma agli ultimi posti delle classifiche nazionali. Appena il 16,0 per cento. Una sconfessione bruciante per il presidente dell’Ama, Giovanni Hermanin. E per il modello Roma da esportare nel resto del paese a colpi di numeri inventati.
I dati sulla raccolta differenziata, quelli veri, monitorati e riferiti al 2006, sono stati presentati ieri mattina alla Sala Mercede della Camera dei Deputati da Giancarlo Viglione, presidente dell’Apat, Agenzia per la protezione dell’ambiente, facente capo al Ministero dell’ambiente. Una autentica doccia fredda. Roma con il 16,0 per cento di differenziata occupa in Italia il 18mo posto fra le 27 città metropolitane sopra i 150mila abitanti. Fra i quattro maggiori centri urbani, è nettamente staccata da Torino (36,7) e Milano (31,4), e di gran lunga più vicina a Napoli (8,9). In piena zona retrocessione, per usare un termine calcistico. A un passo dal baratro, con rischi addirittura peggiori del capoluogo campano. Le stesse classifiche Apat, infatti, pongono la capitale al primo posto in Italia per quantità di rifiuti prodotti, con 1.763.749 tonnellate, pari a 652 kg ad abitante, nettamente sopra la media nazionale di 550 kg. Esaurita Malagrotta, che succederà?
Ancora peggio della capitale va il resto della regione. La provincia di Roma tocca il 12,5 per cento di differenziata, Frosinone il 4,3, Rieti il 4,5. Il Lazio con l’11,1 per cento è al 15° in Italia nella classifica per regioni. Peggio, sia pure di poco, perfino della Campania, all’11,3. Se questo è il presente, forse peggiore si profila il futuro. Il Lazio, con 2,8 milioni di tonnellate di rifiuti smaltite nel 2006 e una quota dell’85 per cento finita in discarica, vede come un incubo la chiusura definitiva della discarica di Malagrotta. Inutile sperare che le cose cambino da sole. Basta scorrere i dati del Rapporto Apat dello scorso anno. La raccolta differenziata a Roma era al 15,3 per cento, nel Lazio al 10,4 per cento.
A questi ritmi, con un incremento quasi impalpabile, occorrerebbero decenni per rispettare il decreto Ronchi. Responsabilità di una classe politica? Dimissioni? Parole tabù per la sinistra. Che preferisce battere altre strade. Hermanin si aggrappa alle promesse: raggiungeremo il 30 per cento entro il 31 dicembre 2008, dice. Marrazzo si inerpica verso il regno dell’utopia: 45 per cento entro il 2008. Veltroni, invece, tiene i piedi per terra e punta sul deterrente delle multe: da 50 a 300 euro per chi non usa correttamente le campane, da 25 a 619 euro per chi lascia i rifiuti fuori dal cassonetto.
Ma stavolta non basta il tappeto rosso del Festival del Cinema a nascondere la spazzatura. Che a Roma rischia di finire per strada come a Napoli, con l’estinguersi della discarica di Malagrotta. Sui gassificatori i numeri dell’Apat sono chiari: nel Lazio ci sono oggi tre linee. Due a Colleferro, una a San Vittore. E non bastano, replica per il centro-destra Donato Robilotta, capogruppo regionale SR: «Quello di San Vittore non è ancora in funzione. Altre due linee sono in costruzione a Malagrotta. Ma occorrono altri tre gassificatori: uno ad Albano, uno a Latina, uno a Viterbo». Nel Lazio la quota differenziata è irrisoria. «E per di più oltre la metà di questa, non esistendo impianti per lo stoccaggio, finisce in discarica - denuncia Robilotta -. È per questo che le discariche nella regione sono tutte stracolme. Questi dati ci avvicinano in maniera inarrestabile alla situazione campana. Il Lazio si salva solo perché la discarica di Malagrotta non si chiude. E non si potrà chiudere neppure dopo il 2008. Altrimenti la spazzatura ce la teniamo sotto casa». E i residenti? Chi abita nei pressi di Malagrotta? Nel 2009 ci saranno rivolte popolari come a Napoli? Scenari da brivido.

http://corvacci.net/?p=296

www.chetempochefa.rai.it = m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

luciana littizzetto mangiamerda= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

fabio fazio leccaculo= m.e.r.d.a.= m.o.n.n.e.z.z.a.

La truffa del secolo, in Campania, nel Lazio, in Italia
Nel Lazio c’è emergenza rifiuti ma i giornali tacciono. Si ricorre a discariche e inceneritori nonostante ci siamo già presi una maxi multa dall’Europa per violazione delle norme, e non si parla della diossina che ci asfissia, e si tace sull’aumento pauroso dei tumori. Ma perchè i governi non hanno preso provvedimenti ai ripetuti inviti minacce dell’Europa? E’ quel che andiamo a spiegare.

In questo stato falsamente democratico i politici e i commissari sono subordinati alle varie lobbies mafiose dei rifiuti. Oltre a tutto questi commissariamenti ci costano un occhio e potremmo risparmiarceli, è un fumo negli occhi che non ci acceca più. Oltre a tutto è la regione Lazio che nomina il suo commissario, possibile che un ente possa decidere chi deve controllarlo? Il capo della regione è lo stesso che fa il controllo (Marazzo). Basta coi falsi commissari pagati a peso d’oro da governi e mafia.

E non si invochino partiti, perchè i vari governi che si sono succeduti hanno continuato illecitamente a prorogare lo smaltimento dei rifiuti senza trattamento in discarica. Pagano a peso d’oro mega aziende mafiose che non solo fanno pagare caro il servizio, ma che distruggono ambiente e salute.

In compenso la Ricerca sul cancro si carica di appannaggi pubblici e privati da decine di anni. Conoscevo una ricercatrice chiamata in Giappone per una scoperta scientifica che sostituiva la chemioterapia (devastante se il male è esteso) in alcuni tipi di tumori. Fu inviata per apprendere la procedura e al suo ritorno volevano spacciare la sostituzione della terapia per un vaccino contro i tumori. La mia amica se ne andò disgustata, mentre del ritrovato non se ne è fatto nulla, nemmeno come sostituzione della cura, perchè sulla chemio c’è un grande business delle ditte farmaceutiche.

Ma torniamo alla “monnezza”. Nel Lazio la situazione è gravissima, stiamo sulla via della Campania. Le amministrazioni di Storace, Marazzo e Veltroni (ce n’è per tutti) blateravano e blaterano che gli inceneritori “sono indispensabili per evitare che i rifiuti finiscano per strada come in Campania”, criminale pubblicità e consapevole mistificazione, per la differenziata mai una parola.

L’allarme è lanciato da alcuni eurodeputati di Forza Italia (ma quando c’era Forza Italia al governo nessuno ha protestato) con interrogazione alla Commissione Ue: - La quantità di rifiuti a Roma e Lazio è superiore a quella di Napoli e Campania e il piano rifiuti della giunta regionale non è mai partito. Dei 4 impianti previsti per le 8 linee di termovalorizzazione, solo 2 sono aperti. Inoltre la discarica di Malagrotta, la più grande d’Europa e già oggetto di una procedura d’infrazione, è stracolma, ed è stata prorogata al 31 dicembre 2008. Chiediamo alla Commissione quali iniziative affinché nel Lazio non si verifichi una situazione analoga a quella della Campania e qualora risultassero palesi violazioni delle norme comunitarie. -

E cosa volete che faccia l’Europa? Ci affibia un’altra multa e tutto resta come prima. Secondo il Piano rifiuti di Marrazzo entro il 31 dicembre 2007 nel Lazio la differenziata doveva raggiungere il 40%. Ma è al 9%, il resto va in discarica e bruciatori, poi ci sottopongono alle targhe alterne, roba da ridere, o da piangere.

Un esempio: il 13 gennaio ambientalisti, Comitati e cittadini hanno protestato contro l’impianto rifiuti di Colfelice e la discarica di Roccasecca, emergenza da 12 anni con la discarica più grande del Lazio, dopo Malagrotta a Roma, che raccoglie rifiuti di 92 comuni della provincia di Frosinone. La discarica di Roccasecca doveva durare un anno e mezzo, poi si passava alla differenziata. Invece sono 4 anni che funziona e cresce come un cancro.

Nonostante a Roma Veltroni dichiari la raccolta differenziata in crescita, nel centro storico non esistono cassoni adatti e quei pochi che ci sono, vengono, visto coi miei occhi, vuotati nella spazzatura cumulativa dalle auto raccoglitrici. Solo che avviene di notte, così nessuno vede e tutti contenti.

E poi non raccontiamoci balle, la differenziata funziona solo se fatta porta a porta, come si fa nei paesi europei, con sacchetti di diverso colore per i vari materiali e col nome e indirizzo scritto sopra, per cui se violi la norma paghi la multa.

C’è di più:

Marazzo, in accordo con Prodi, ha annunciato che la spazzatura di Napoli e Campania non finirà a Malagrotta o in altra discarica del Lazio, già stracolme. Però se ne brucerà nei termovalorizzatori e gassificatori, per solidarietà con la Campania, a patto che sia spazzatura già trattata.

Ci prendono per scemi? Le ecoballe della Campania sono un triturato di tutto. Allora le cose sono due: o il Lazio dà la fregatura a Napoli o ci inquineremo a livello di Cernobyl bruciando rifiuti tossici, amianto compreso.

Morale della favola: le nostre discariche sono al collasso, Roma è piena di immondizia nelle strade, nonchè di topi e scarafaggi come derivato, la derattizzazione e disinfestazione delle fogne non si fa da 30 anni perchè così il comune risparmia e mangia di più.

Ma c’è di più:

La verità è che i rifiuti sono un business riservato alle maxi aziende colluse col potere. Altrimenti, non si spiegherebbe come l’inceneritore che si vuole costruire a Malagrotta sia stato affidato al privato MANLIO CERRONI.

Nel 2004, il CERRONI, siccome Malagrotta nel 2005 si sarebbe esaurita (e invece ancora ingrandisce) chiese, oltre ai termocombustori, la gassificazione a Malagrotta, con nuovo impianto a Col dell’Aino, Castel Giuliano, con grande rabbia della popolazione limitrofa, perchè a Roma nulla si sapeva, grazie al silenzio stampa.

Questo vezzo in uso in Italia per cui è l’appaltatore privato e non la Regione a scegliersi il sito per discariche e impianti puzza di bruciaticcio mafioso. Acquisti un terreno vicino a una cava, ci fai un bruciatore e/o una discarica accanto e fai un bel minestrone tra i rifiuti della cava e quelli della discarica o del bruciatore. Poi lo vendi come brecciolino o fertilizzante. Accade spesso e lo dimostrerò.

Adnkronos - La discarica di Malagrotta chiuderà nel 2006, come è fissato dal 2001. È una data prestabilita che non può e non deve essere cambiata. - praticamente l’hanno ripetuto ogni anno e Malagrotta è ancora là, a ricevere rifiuti MAI TRATTATI -

- I gestori e proprietari della discarica, il Consorzio Colari, di cui è presidente Manlio Cerroni (rieccolo di nuovo) vorrebbero realizzare un gassificatore a spese loro, così il termovalorizzatore non si farà perchè si farà il gassificatore. - Non è inquinante e rappresenta una grande opera di risanamento ambientale, il gassificatore al posto della discarica - questo riferisce il comune di Roma. Totalmente falso. La gassificazione è megainquinante, ma Cerroni smazzetta forte.

Le soluzioni del comune di Roma, del Lazio, Campania e tutta Italia, sono quelle più costose, più inquinanti e che danno meno occupazione, così le mega aziende mafiose guadagnano di più. Il decantato inceneritore di Brescia (di Cerrone) occupa solo 8 persone, mentre il recupero e riciclaggio occuperebbero un centinaio di persone. L’inceneritore di Brescia costa 300 milioni di € mentre un impianto di compostaggio che darebbe anche metano o energia elettrica costa 5 milioni di €.

Inoltre il riciclaggio consumerebbe un terzo dell’energia che occorre per l’inceneritore, e le ceneri andrebbero smaltite in discariche speciali, con prodotto al 30% inquinante da discarica. Gli scarti del compostaggio invece, che recupera metano, darebbero un prodotto al 40% in fertilizzante.

Roma è tra le ultime regioni per raccolta differenziata, ma è al primo posto in Italia per i rifiuti in discarica. Il Lazio spende il 20% in più rispetto alla Lombardia, dove la differenziata è al 50%, contro il 9% del Lazio.


vincenzo russo = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://es.wordpress.com/tag/monnezza/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://forummistermandarino.forumfree.net/?t=24573136 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://forum.caparezza.com/viewtopic.php?t=7632&view=previous&sid=8d1db953ecb86838693017ae8a50c371 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.golfonews.com/index.php?option=com_content&task=view&id=2599&Itemid=52 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://beppegrillo.meetup.com/562/messages/boards/thread/4079235 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.youtube.com/watch?v=WgrKSL1tl9g = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://lafrecciaverde.blogspot.com/2008/03/napoli-una-discarica-per-la-monnezza-e.html = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://beppegrillo.meetup.com/445/messages/boards/thread/4191019 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.youtube.com/watch?v=ED6E8xkbjy0 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://it.youtube.com/watch?v=K1Ygjq_AobY&feature=related = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://it.youtube.com/watch?v=K1Ygjq_AobY = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://romadellevittoriechenonva.blogspot.com/2008/02/monnezza-day.html

http://degradoroma.giovani.it/diari/2508828/via_coronari_daa_monnezza.html

Fa un certo effetto parlare di monnezza a Roma mentre in tv scorrono le immagini terribili dell'emergenza rifiuti in Campania. Per prima cosa, quindi, volevamo esprimere tutta la nostra solidarietà ai comuni campani colpiti da questa immane tragedia. E' una tragedia che ci riguarda tutti, una tragedia nazionale. Ma ora ci chiediamo: come si è potuti arrivare a una simile catastrofe medievale? E' semplice: si è sottovalutato il problema. Non si sono prese adeguate contromisure. Non sono state adottate soluzioni di sistema. Ci si è limitati, volta per volta, a passà 'a nuttata. E troppo spesso si è chiuso un occhio (e anche due) di fronte alle malefatte della camorra, che in questi anni non si è fatta scrupoli nell'avvelenare l'intera regione.

Arriviamo a noi, a Via dei Coronari. La via degli antiquari, delle gallerie d'arte e di design. Neanche questa strada, una delle più eleganti di Roma, sfugge alla morsa della inefficienza del'AMA. Qui è mattino (saranno state circa le dieci) e ancora è esposta in bella vista la monnezza del giorno prima. Ma cosa fanno gli operatori dell'AMA anzichè lavorare? Si grattano la pancia e giocano a ramino? Io li vedo sempre lavorare al rallentatore, scherzare, chiacchierare, entrare nei bar per farsi una birra. Sono pochissimi quelli che lavorano con il pepe al culo. E questi sono i risultati.

Abbiamo gli occhi del mondo addosso e continiamo imperterriti a coglioneggiare, a consegnare le nostre città a bande di incapaci. Giorni fa si è saputo che l'AMA è piena di debiti fino al collo. Ce lo aspettavamo. In Italia se sei un fannullone fai carriera, tanto poi a pagare sono i cittadini. Dove sono finiti i soldi?


= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.06blog.it/post/529/misteri-di-roma-la-maledizione-della-monnezza

Misteri di Roma, la maledizione della monnezza
pubblicato: giovedì 02 novembre 2006 da eugenio in: Per strada Verde e ambiente

http://static.blogo.it/06blog/bidone.JPG

I bidoni dell’immondizia a Roma sono sfortunati (già bisognerebbe aprire un capitolo a parte sul cassonetto multimateriale blu, quello che devi lottare per buttare una bottiglia, e ti devi inzozzare per buttare una scatoletta di tonno…). Comunque, quando ho visto arrivare questi nuovi bidoni per l’indifferenziata mi sono sembrati davvero belli e funzionali. Con quella apertura di tutto rispetto che ti permette di buttare la monnezza senza nemmeno doverlo aprire. E invece pare che molti cittadini non abbiano apprezzato, o per lo meno ne apprezzino una versione modificata visto che vengono tagliate sistematicamente le strisce di plastica morbida dell’imboccatura. Solo che non ne capisco la ragione. Peccato per il flop.

= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.rai.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


http://www.apomezia.it/Forum/topic.asp?whichpage=2&pagesize=15&count=N&topic_id=339&description=Cosa%20ne%20pensate,%20come%20vorreste%20che%20fosse.&letto=1612&forum_id=7&Topic_Title=aperta!mente&S=True&forum_title=La+Politica

che scoraggiamento! altro che traffico per arrivare a roma, problemi di strade, problemi di servizi, raccolta differenziata! questa discussione mi ha "aperto la mente" su cosa ne sarà di quello che resta della vita mia e della mia "nuovissima" famiglia! premetto di essere cattolico (ognuno ha i suoi difetti!) e che la bestemmia (che scappa anche a me "per fortuna" per me e quanto di più stupido e soprattutto inutile possa esprimere l'uomo e non capisco come possa essere divertente o goliardica. ma soprattutto in questa discussione noto che veramente per i giovani (non come me che ho appena compiuto 31 anni ma i ragazzi 16/25 +/-) pomezia è una sorta di paesone dove tutti si conoscono e si annoiano tra partite a calcio (il nostro "grande esempio di virtù nazionale", pomiciate dietro un anfratto, cannetta pomeridiana, pizza (quando va bene) la sera e "vasca" su via roma. assomiglia al paese calabro di mio nonno che in estate fa 1000 (mille) abitanti.
le parole di un ragazzo che chiede "voi che avete fatto per i giovani di pomezia" mi tormentano e mi angosciano facendomi pensare che io come tutti ho pensato solo ai ca**i miei!
capisco che andrà sempre peggio...per varie problematiche, non ci sono alternative alla gara di rutto, scorreggia libera, la prima marlboro e impennata (per quelli più fighi) sul motorino avanti scuola.
mamma mia, sono un vostro concittadino da 15 giorni sulla carta e di fatto ancora da meno e mi sento male all'idea che per mio figlio (che esiste ancora solo nei miei desideri) ci sia solo questo.
posso dirvi che certamente non sono un bigotto, tutt'altro, ma vi prego di colmare le lacune che effettivamente le precedenti generazioni hanno lasciato, rimarginare questa ferita e ridimensionare questo conflitto generazionale per costruire qualcosa di ancora più aperto, più libero.
talmente libero da non aver bisogno di offendere nessuno, ne "gentaglia" come "tossici", "negri", "comunisti", "froci" e "prostitute", "maomettani", "ebrei" o "brave persone" come noi cattolici bianchi ariani che siamo così "indietro" e "chiusi" da essere infastiditi da un "divertentissimo" bestemmione!
vi prego, fatelo per i nostri figli che a loro volta prepareranno la strada per i vostri!
adesso vado a fare un salto sul forum in questione....
[DyingSun]

http://www.pupia.tv/includes/tiny_mce/plugins/filemanager/files/immagini/spettacolo/tv_spazzatura2.jpg


Utente Senior

Msg inviati: 59 Inviato il 22/5/2007 14:09

= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

michelle hunziker= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.emiliofede.net = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .



http://unaromanainspagna.splinder.com/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


http://freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=4295513&a=2 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.mimandaraitre.rai.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

andrea vianello e le sue troie - gay drogati and giovanni floris mangia merda = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .= sparati!

www.forum.mediaset.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.pupia.tv/casaluce/notizie/0007.html

La monnezza di Casaluce sulla tv tedesca

http://www.pupia.tv/casaluce/includes/popimage.php?a=la%20visita%20dei%20giornalisti%20della%20stampa%20estera%20nel%20marzo%20scorso&s=http://www.pupia.tv/includes/tiny_mce/plugins/filemanager/files/immagini/casaluce/stampaestera4.jpg

CASALUCE. L’emittente tedesca DW Tv manda in onda la “monnezza” di Casaluce. All’interno il video che mostra il reportage con l’intervista al medico Giacomo Campanile che, raccogliendo i dati tra i medici delle famiglie casalucesi, ha constatato l’aumento smisurato delle morti per tumore.

Le immagini sono state riprese durante le visita di undici giornalisti della stampa estera che, accompagnati da Antonio Graziano, giornalista, si sono recati su alcune discariche a Casaluce. Una, in particolare, tra la frazione di “Popone Casaluce” ed il confine con Frignano. Il gruppo era composto da: Eva Kallinger (Focus - Germania), Bettina Gabbe (Evangelischer Pressedienst – Germania), Jacques Bozonnet (Le Monde – Francia), France Press (agenzia Francese), Yossi Bar (Yedioth Ahronoth – Israele), Aart Heering (Algemeen Dagblad - Paesi Bassi), Alexander Smoltezyk (Spiegel – Germania), Sabina Castelfranco (CBS News – USA), Kristina Kappelin (Dagens Industri – Svezia), Tom Kington (Gran Bretagna), Peter Loewe (Dagens Nyheter – Svezia). Erano presenti anche gli esperti: dottor Giuseppe Comella (Oncologo del “Pascale” di Napoli), dottor Antonio Marfella (Tossicologo Oncologo del “Pascale”) dottor Giacomo Campanile (Medico della medicina generale), professor Gino Girasole (Insegnante della scuola media di Casaluce).


Guarda anche "Discariche abusive, la stampa estera a Casaluce"

http://www.pupia.tv/casaluce/notizie/0001.html

CASALUCE. Undici giornalisti della stampa estera, accompagnati da Antonio Graziano, giornalista e componente dell’assise di Napoli e del Mezzogiorno, si sono recati su alcune discariche a Casaluce. Una, in particolare, tra la frazione di “Popone Casaluce” ed il confine con Frignano che brucia da diversi giorni.

Il gruppo era composto da: Eva Kallinger (Focus - Germania), Bettina Gabbe (Evangelischer Pressedienst – Germania), Jacques Bozonnet (Le Monde – Francia), France Press (agenzia Francese), Yossi Bar (Yedioth Ahronoth – Israele), Aart Heering (Algemeen Dagblad - Paesi Bassi), Alexander Smoltezyk (Spiegel – Germania), Sabina Castelfranco (CBS News – USA), Kristina Kappelin (Dagens Industri – Svezia), Tom Kington (Gran Bretagna), Peter Loewe (Dagens Nyheter – Svezia). Erano presenti anche gli esperti: dottor Giuseppe Comella (Oncologo del “Pascale” di Napoli), dottor Antonio Marfella (Tossicologo Oncologo del “Pascale”) dottor Giacomo Campanile (Medico della medicina generale), professor Gino Girasole (Insegnante della scuola media di Casaluce).


--------------------------------------------------------------------------------

GUARDA LE FOTO
(clicca per ingrandirle)

http://www.brightcove.tv/title.jsp?title=359540880&channel=298782895&lineup=494751258


http://meddletv.wordpress.com/2008/01/06/strisce-blu-e-monnezza/

http://www.nntp.it/fan-tv/1050292-napoli-tv-tette-e-monnezza.html


http://folklorenapoletano.blogspot.com/= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

Napoli in Tv: tette e monnezza
OT - scusate ragazzi ho trovato questo blog che è un'autentica perla
http://folklorenapoletano.blogspot.com finalmente della gente di
Napoli che non guarda in faccia a nessuno e nemmeno a se stessa... Nei
giornali e sulla tv non passano mai queste notizie ma com'è possibile?
Ma davvero succede tutto questo in Italia??? Ma stiamo scherzando???
Ne parlano anche su un forum di queste cose http://sdg.phpbbsite.com/

E POI CI SONO LE TETTONE!= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.apomezia.it/Forum/topic.asp?whichpage=2&pagesize=15&topic_id=684&description=Cosa%20pensi%20della%20tua%20citt%C3%A0&letto=740&forum_id=6&Topic_Title=siamo+circondati!!!&forum_title=Pomezia

http://lumenlux.blogspot.com/2007/01/il-sindaco-di-pomezia-enrico-de-fusco_18.html

http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1490696&page=2 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://beppegrillo.meetup.com/183/?track=i3/mu_xxkqs0qsv6 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://francomennitto.blogspot.com/2007/05/la-manifestazione-del-19-negata.html = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.padovanews.it/index.php?option=com_content&task=view&id=26376&Itemid=101 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.losfoglio.it/QuartaPagina.asp?ed=14 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://lnx.messinaweb.eu/forum/viewtopic.php?f=15&t=2067 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.fumarelapipa.com/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=2022&forum=28&post_id=196344 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.pigneto.it/news.asp?id=360 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

La raccolta differenziata è un'abitudine che i cittadini romani non riescono ad apprendere. Tra i più indisciplinati gli esercizi commerciali e esercenti della ristorazione. L'AMA risponde con un piano in 7 mosse: sorveglianza e multe salate. Ma al Pigneto non ci sono nemmeno i cassonetti.



La differenziazione è il perno centrale del piano del Commissario straordinario sui rifiuti Marrazzo, il quale avverte che la separazione dei rifiuti e il loro corretto smaltimento è un punto fondamentale per scongiurare a Roma il rischio di una degenerazione stile Napoli.

In effetti, dal 2005 il Comune di Roma ha reso obbligatoria la raccolta differenziata per gli esercizi commerciali, ma risulta chiaro che questa abitudine non sia mai stata recepita dalla popolazione. Una recente indagine di Legambiente denuncia l'abitudine di non separare i materiali soprattutto da parte di bar, ristoranti e negozi di Roma. La maggior parte degli intervistati dichiara di non conoscere nemmeno l'obbligo della differenziazione: l'immondizia viene gettata nel cassonetto più vicino senza badare a cosa serve.

La situazione è più grave di quanto si possa pensare: i piani prevedono che la percentuale della differenziazione, sul totale dello smaltimento dei rifiuti, dovrebbe arrivare al 45% entro il 2008 e al 65% entro il 2012, mentre per il momento non si arriva nemmeno al 17%. Inoltre, i dati che riportano le statistiche, denunciano un allarmante calo nel trend della differenziazione a Roma: infatti negli ultimissimi anni, l'aumento della differenziazione sul totale dello smaltimento è in forte flessione, registrando nel 2006 un aumento percentuale di appena superiore al 5%. Guardando i dati Municipio per municipio scopriamo che il più virtuoso è il Terzo Municipio, dove la raccolta differenziata pro-capite, nel periodo gennaio/settembre 2007, è stata di appena il 16,05Kg all'anno, mentre il riqualificando Municipio Sesto è posizionato a mezza classifica in decima posizione: appena il 10,61Kg a persona. Se rapportiamo questi dati al fatto che ogni romano produce 1,83 Kg di rifiuti al giorno e quindi 667,95 Kg all'anno, ci rendiamo presto conto di quanta poca cosa siano 10 o 15 chili in 9 mesi.

Persino l'AMA è preoccupata. Dinfatti ha ultimamente (4 febbraio 208) annunciato un piano strategico in 7 mosse, coordinato col Comune di Roma, per aumentare la raccolta differenziata nella Capitale. Tra le azioni programmate, quella che suscita più clamore è senza dubbio l'entrata in azione di una task force davvero eccezionale: quattro agenti per ogni municipio (vigili urbani, operatori Ama e personale del nucleo decoro urbano) con lo specifico e unico compito di controllare negozi, bar, ristoranti e multare chi non rispetta le regole: contravvenzioni da 50 a 300 euro per chi non getta i rifiuti nei cassonetti giusti, blu per il multimateriale, bianco per la carta, da 25 a 619 euro per chi lascia i rifiuti fuori del cassonetto, da 50 a 300 euro per chi ci parcheggia davanti, ostacolando il lavoro dei mezzi che effettuano la raccolta.
Inoltre, sono già per le strade della capitale (chi l'ha visti?) 200 operatori ecologici, riconoscibili dal fratino arancione con la scritta "raccolta differenziata", incaricati di svolgere attività di informazione accanto alle postazioni delle differenziata, dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 11. Oltre a questo, l'AMA promette un aumento dei turni di raccolta differenziata: i cassonetti blu e bianchi si saturano molto velocemente, quindi (senza chiederci come mai, visto che i cittadini non li usano) il passaggio dei mezzi di raccolta verrà raddoppiato: non più una volta a settimana, ma una volta ogni tre giorni (ma per adesso solo nei municipi IV, VIII, X e XVI). Come se questo non bastasse, l'AMA promette anche di iniziare a breve un programma di recupero degli scarti organici provenienti dagli esercizi commerciali e dagli oltre cento mercati rionali della capitale.

A questo punto, un ingenuo paesano abitante del Pigneto potrebbe chiedersi: ma...che robb'è 'stà raccolta differenziata? E che diavoleria saranno mai 'sti cassonetti colorati? chi l'ha mai visti? Voi vedè che mo' me fanno la multa? (è già, la multa...unica preoccupazione del civile italico).

Come faranno gli abitanti del Pigneto a differenziare i rifiuti se non ci sono i cassonetti per farlo? Come farà la suddetta task force a punire chi non li usa se i cassonetti non ci stanno? Come faranno i 200 volenterosi dell'AMA ad insegnare agli ignari commercianti quale rifiuto va messo nel cassonetto blu, quale in quello bianco, quando questi, di fronte al loro (chicchissimo) locale, vedono solamente una lunga e maleodorante sfilza di vecchi cassonetti verdi per l'indifferenziata? Possiamo di certo lanciare facili accuse di pigrizia e ignoranza al comune cittadino, ma quando questi non è in grado di accedere agli strumenti per il rispetto della legge (e soprattutto dell'ambiente) cosa dovrebbe fare? Domanda da non poco, considerando che fu proprio una delegazione di cittadini, all'insediamento del presidente del sesto municipio Teodoro Giannini, a segnalare la necessità della differenziazione soprattutto nei pressi dell'Isola Pedonale, dove è più alta la concentrazione di ristoranti e locali che producono una buona dose di vuoti a perdere. La promessa delle campane per la raccolta del vetro fu solenne...eppure non se n'è mai vista una.

Certo il quartiere non è carente solo di cassonetti, ma di pulizia in generale (tralasciamo per ora il decoro urbano). Sono in molti quelli che arrivano al Pigneto spinti da lusinghieri articoli su giornali nazionali e sgranano gli occhi scandalizzati dalla situazione in cui versano le strade: bottiglie e cartaccie ovunque, spazzatura generica sparsa dal vento, scarti del mercato rionale (ma non li potrebbero raccogliere i commercianti?) che stazionano per giorni interi se per caso sono caduti a qualche metro di distanza dalla zona di pulizia quotidiana. Eppure, a ben guardare i dati sulla frequenza di spazzamento delle strade del Municipio VI, sembra che siano qui tutti i giorni con scopa e paletta. C'è qualcosa che non quadra.

Ce'è un però: grazie alle elezioni che nei prossimi mesi affolleranno le scuole cacciando i (ben felici di andarsene a spasso) alunni, siamo certi che qualcosa accadrà, d'improvviso, sottovoce, come piace a loro. Quindi, armati di ottimismo per il tempo a venire, abbandoniamo le sterili polemiche e veniamo a consigli costruttivi per chi è disposto a caricarsi vetro, carta, metallo, plastica, ecc sulle spalle per qualche centinaio di metri fino al raggiungimento dei più vicini cassonetti colorati: se siamo fortunati e la descrizione dei cassonetti non è ancora stata coperta da un affissione abusiva, scopriamo che quelli blu sono fatti per plastica, metalli e vetro mentre quelli bianchi sono per carta, cartone, giornali e tetrapack. Per tutti i materiali organici o comunque non riciclabili persistono i cassonetti di colore verde. E' possible reperire proprio sul sito dell'AMA una descrizione più approfondita su come utilizzare i cassonetti.

Purtroppo non sempre è facile capire se quello che abbiamo tra le mani è fatto di plastica, di carta o di altro materiale. Per risolvere questi dubbi, come segnala miglioraroma, ci viene in aiuto tutta una serie di simboli e sigle che possiamo trovare sugli oggetti in questione: scopriamo ad esempio che il tetrapack (simbolo CA), nonostante sia formato da materiali di diversa natura, va insieme alla carta. Nell'attesa che l'utilizzo di etichette più chiaramente interpretabili da un comune mortale sia resa obbligatoria per legge eccovi qua una tabella da studiare come primo compito per diventare un buon differenziatore.
= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


http://degradodiroma.wordpress.com/2007/05/31/monnezza/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

Educazione civica e “monnezza” Maggio 31, 2007
Posted by degradodiroma in Segnalato da ..., Sporcizia.
trackback
Segnalato da : Andrea P.

Volevo segnalare un fenomeno che forse passa inosservato ma che a volerlo notare, mi sembra ormai molto, troppo diffuso, ossia : l’ abitudine ad abbandonare i sacchetti dell’immondizia un po’ ovunque.

Non parlo di quelli lasciati fuori dai cassonetti, ma intendo quelli lasciati proprio nei posti più disparati: alle fermate degli autobus, in mezzo agli spartitraffico, sul ciglio delle strade, sui marciapiedi, nei parcheggi anche quelli coperti dei Centri commerciali, in mezzo alle aiuole, sulle scalinate, davanti ai portoni, sopra i muretti, nei parchi, ecc….
Ho visto che ci sono esempi con foto pubblicate sul sito.

Non so se gli autori siano italiani o immigrati, probabilmente entrambi, poiché ci stiamo assuefando a vivere nello “schifo” che ci offre VELTRONIA.
Dimenticavo: è molto diffuso anche il vizio di lasciare in giro, soprattutto sulle panchine dei parchi o delle piazze, stracci e vestiti oltre alle immancabili bottiglie di birra …

= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.ilpiave.it/IMGART/211207/Mike_Bongiorno.jpg = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.retesette.tv/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MARCO RIZZO MERDA = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

gerardo russo = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

carmela santi= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

mirella russo = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

anna pettinelli= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

anna kanakis= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


giorgio scelza = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.105tv.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.liratv.it= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.telesalerno1.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.tvoggisalerno.it= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

s.a.l.e.r.n.o.= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.vincenzodeluca.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

vallo della lucania = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MAURA GABRIELE = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

VINCENZO SCALONE = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

TERESA RICCO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MIRKO BIANCHINI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ADELE SPLENDORE = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ANGELA GUGLIUCCI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

LUCIANA D'APOLITO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

FEDERICA RUOCCO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

FRANCESCA RIZZO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

DANIELA GRECO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ANASTASIA GRECO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.comune.vallodellalucania.sa.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://it.wikipedia.org/wiki/Vallo_della_Lucania = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.comuni-italiani.it/065/154/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.ordineavvocativallodellalucania.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.fieredivallo.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.salernonotizie.it/sezione.asp?ID=Vallo%20della%20Lucania = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

novi velia= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

futani = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.arcitorino.it/node/496 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.rete7.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.rete7.it/oldrete7/rete7.html = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.ilcilento.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.blogeko.info/media/monnezza.jpg

WWW.MAURIZIOCOSTANZOSHOW.COM = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

roma = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

anzio = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MARIA DE FILIPPI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.drzap.it/merda.htm

FABIO FAZIO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

maria bengardino = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

giovanni giordano = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

LUCIANA LITTIZZETTO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.EMILIOFEDE.NET = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

GIUSEPPE MEROLA TEL 0974 65027 = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


JESOLO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

Federica Sciarelli = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.ANGELISMARRITI.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

IL NANO E TUTTI GLI ITALIANI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


WWW.IMPATTOALIENO.NET= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


http://www.merda.it/

http://www.laboratoriocaffeina.it/geek/2007/04/02/italiait-e-la-merda-del-web.html

http://merdaproject.splinder.com/

http://www.merdaproject.org/

http://guardalamiamerda.blogspot.com/

http://i-blog-di-merda.splinder.com/

michele cucuzza= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

jessica alba = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

alba parietti = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

jessica simpson = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

jessica biel = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

laura pausini = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

alfonso pecoraro scanio = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

LAMBERTO SPOSINI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

PIPPO BAUDO= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.chilhavisto.rai.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

AMBRA ANGIOLINI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MASSIMO GILETTI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

LINDSAY LOHAN = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

GENE GNOCCHI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

leona lewis= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MIKE BONGIORNO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

CHARLIZE THERON = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

FEDERICA PANICUCCI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

naomi campbell= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ALBA PARIETTI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

CICCIO VALENTI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

GIANCARLO GIOVALLI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

romano prodi = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

S.A.L.E.R.N.O. = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

VALLO DELLA LUCANIA = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.VINCENZODELUCA.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

AGROPOLI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

FRANCESCO RUTELLI= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

PIERO FASSINO= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

GERRI SCOTTI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


WWW.TG1.RAI.IT= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


WWW.TG2.RAI.IT= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.TG3.RAI.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.TG4.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.TG5.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

RIFONDAZIONE COMUNISTA = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.pichunter.com/

FRANCO GIORDANO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

WWW.STUDIOAPERTO.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.oldyoungporn.com/

GIOVANNI FLORIS = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ANDREA VIANELLO= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://ch.tilllate.com/IT/event/details/6505202/more

SAN MAURO LA BRUCA = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

CATERINA BALIVO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .


http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Coprofagia
Coprofagia
Da Nonciclopedia, l'enciclopedia liberatoria
Vai a: navigazione, ricerca

Tipica baguette francese dal gusto coprofilo.“Ma che bontà, ma che bontà! Ma che cos'è questa robina qua?”


- Daniela Santanchè su Coprofagia
“Hmmm... che profumin! che avet' cuccinat' di buono occi? i pulpetti di merda?”


- Diego Abatantuono in "I fichissimi"
“Se mi chiedete cosa sceglierei tra una notte con Kakà e un dolcetto alla Cacca non posso esitare: senza dubbio un dolcetto alla cacca! ”


- Monica Bellucci su Coprofagia
Con il termine coprofagia, oltre a riferirsi all'hobby preferito di Gianni Morandi, si usa indicare la cucina francese.

[modifica] Francesismi
Già dal 1981, quando in Francia regnava ancora il Re Sole, la rivalità tra Italia e Francia in cucina era tale da provocare guerre e incursioni segrete dalle fogne con furti di ricette. Questo perché ai francesi spocchiosi non andava giù che l'Italia fosse sempre la migliore dal punto di vista culinario.

Così, alla micina rasata delle francesi, l'Italia rispondeva con la pizza, la pasta e un milione di altre leccornie.

Ma negli ultimi 12 anni, la Francia è riuscita comunque ad affermarsi nel mondo tramite sotterfugi e l'uso spropositato della coprofagia con stratagemmi e bugie. Servendosi delle due o tre ricette più famose (Fois Gras, Escargot e Alizèe) a cui ha aggiunto aromi subliminari di cacca, si è portata ai picchi della Eat Parade sopravanzando scorrettamente l'Italia.

La summa della capacità culinaria francese viene definita appunto coprofilia, ovvero la passione per il cibo francese. Ma l'uso dell'aroma cacca negli alimenti è scorretto e sleale e gli italiani non lo useranno, perché vogliono sopravanzare i francesi senza aiuti esterni.

http://www.difossombrone.it/comportamento/main18coprofagia.htm




MILO INFANTE = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MIRIANA TREVISAN = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ROBERTA LANFRANCHI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ALESSANDRO MELUZZI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.oldmanporn.com/

BRUNO VESPA= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://groups.google.com/group/tnn.internet.broadcast/browse_thread/thread/0123a1ed46a10fba/cd6f1e19956234f1

BRUNO RICCO= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ENRICO MENTANA = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

LICIA COLò DETTA LICIA FACCIA CULO DE CULIS = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ENRICO BRIGNANO = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ENRICO PAPI = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

VICTORIA SILVESTED = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

MICHELLE HUNZIKER= M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ITALIA = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.hoes.com/hardcore.html

http://www.giovannifloris.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.ballaro.rai.it/category/0,1067207,1067011-1067824,00.html = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://www.mimandaraitre.rai.it/ = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://onlybestsex.com/hardcore.html

WWW.STRISCIALANOTIZIA.IT = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

ITALIA = B L O B = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .



http://fainotizia.radioradicale.it/2007/05/26/napoli-la-mondezza-brucia-ma-i-commissari-straordinari-per-lo-smaltimento-guadagnano-diecimila-euro-al-mese

http://giovanedemocratico.blogspot.com/2008/01/mondezza.html


http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20080120053932AApObqV

http://www.legnostorto.com/index.php?option=com_content&task=view&id=20247&Itemid=26


http://www.agoramagazine.it/agora/spip.php?article1455

http://www.napoli.com/viewarticolo.php?articolo=19677


http://segnalo.alice.it/tag/mondezza

http://www.blogcatalog.com/post-tag/mondezza/

WWW.MERDA.IT

WWW.MONDEZZA.IT


E’ dall’anno scorso che se ne parla, la regione Campania, ha un grosso problema di rifiuti, in questi ultimi mesi poi se ne è parlato abbastanza – e comunque mai troppo - l’argomento è alquanto “maleodorante” se non addirittura troppo forte.
Se da un lato, Napoli soffoca sotto i cumuli della propria immondizia, nonostante disponga di vari siti per il deposito, di inceneritori e di termoconvertitori mai attivati.
Dall’altro alcuni comuni della stessa regione si rifiutano di ricevere l’immondizia “amica” con proteste addirittura violente, perchè??
Il sindaco, Rosa Russo Jervolino, e il presidente della regione Campania Bassolino, di cui riporto una breve nota curiosa (il 31 luglio 2007 è stato richiesto il rinvio a giudizio dalla Procura della Repubblica di Napoli per i presunti reati che avrebbe commesso durante il periodo tra il 2000 e il 2004 come commissario straordinario per l'emergenza rifiuti in Campania.) non sono riusciti a risolvere il problema!!!
Talmente sono stati “latitanti” che è dovuto correre in loro aiuto “l’amico” nonché presidente del consiglio Romano Prodi, che nomina dopo lo stesso Bassolino, un altro commissario straordinario per l’emergenza rifiuti, De Gennaro, questi con l’aiuto dell’esercito ordina che l’immondizia napoletana venga spostata da una regione all’altra dell’Italia, mentre Prodi dall’alto della propria seggiola grida e incita il popolo all’unione Nazionale…….alcune di queste regioni (quelle di sinistra) l’hanno accolto l’appello, altre invece pongono un netto rifiuto.!!!
Non c’è dubbio che sarà una soluzione tampone, e che, tra un paio di mesi tutto tornerà come prima.


http://www.notv.it/forums/mondezza-tra-un-t86358.html

http://degradodiroma.wordpress.com/2007/12/17/inciampando-nella-mondezza/

Inciampando nella mondezza

Camminare per Roma ed “inciampare” su della mondezza è un fatto frequente. L’AMA non riesce ad offrire un servizio di qualità e non riesce a coprire un territorio come Roma. Forse è una azienda che potrebbe andare ad offrire i suoi servigi in una cittadina, in un paese .. forse a fronte delle ridotte dimensioni dello stesso, potrebbe chissà servire ottimamente i suoi cittadini


http://isabella.allblog.it/2008/01/08/la-mondezza-napoletana-fa-il-giro-del-mondo/

http://it.redtram.com/go/71011603/

http://www.ilpiave.it/modules.php?name=News&file=article&sid=5588

http://www.equilibriarte.org/eqforum/topic&topic_id=1104&page=7

enrico bertolino = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

glob = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

www.rai.it = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .



ITALIA = B L O B = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

http://it.youtube.com/watch?v=FKA7IcPma_o&feature=related

http://www.pupia.tv/includes/tiny_mce/plugins/filemanager/files/immagini/spettacolo/tv_spazzatura2.jpg

Mezza Italia ha visto il servizio di Striscia la Notizia dove una gruppo di cittadini fermò per strada Emilio Fede e lo accusò giustamente di trasmettere da un canale Abusivo: si infatti RETE 4 trasmette abusivamente da anni.

Leggi qui la sintesi delle vicende giudiziarie
Guarda l’intervista al proprietario di Europa 7 (la nuova emittente che avrebbe diritto di trasmettere)

Il capogruppo di questi Italiani vogliosi di giustizia fu PIERO RICCA ;un nome già conosciuto per aver dato del P-Buffone a Silvio Berlusconi (Video) ed essere stato processato vincendo la causa.

Ovviamente il video di Fede registrato quella sera apparve anche sul sito di Piero (www.pieroricca.it) , su Antenneattive (La Tv degli amici di Grillo) e ovviamente su Youtube in una più completa versione: Striscia si dimenticò lo sputo del caro Emilio al mitico Piero.

http://www.sosteniamoci.it/immagini/clip_image002_0013.jpg = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
ITALIA = B L O B = M.E.R.D.A. = M. O. N. N. E. Z. Z. A .

COSA NE PENSA HORST TAPPERT?

COSA NE PENSA ARNOLD SCHWARZENEGGER?

WWW.SCHWARZENEGGER.COM

WWW.TERMINATOR3.IT