Friday, 4 July 2008

Caffe`

OK oggi vi parlo di caffe`.

Gli Inglesi hanno un rapporto strano con il caffe`. C'e` questo luogo comune percui si dice che gli Italiani siano grandi bevitori di caffe`, ma sono sicuro che gli Inglesi (e forse anche altre popolazioni nord europee) ne bevono molto di piu`.

In ufficio ho notato che molti colleghi hanno sempre una mug (vedi foto) piena di caffe` o te`. Appena l'hanno finito, tornano in cucina e se ne fanno un'altra.

La differenza ovviamente sta nel tipo di caffe` che bevono. Il "tipico" caffe` Inglese altro non e` che Nescafe` solubile diluito con molta acqua bollente. Il caffe` lungo, per intenderci, quello che con molto fastidio, gli Italiani in vacanza a Londra si vedono servire quando, ingenuamente, ordinano un caffe`, aspettandosi di riceverlo in una tazzina Lavazza. Per avere quel tipo di caffe`, si chiede un "espresso".

La prima frase che un ospite si sentira` dire entrando in una casa Inglese e`: "I'll put the kettle on!" ovvero "accendo il bollitore" per il caffe` o il te`.

La tazzona di te` o caffe` e` una bevanda che non si consuma in meno di un minuto come avviene per l'espresso Italiano. Bisogna aspettare 3-4 minuti perche` si raffreddi leggermente e poi si sorseggia per altri 10-15 minuti.

Detto questo pero` negli ultimi 10 anni la Gran Bretagna ha scoperto il caffe` Italiano ed ecco che sono nate catene importanti che sono oramai presenti ovunque: Caffe` Nero, Costa e Starbucks per nominarne alcune.

Ci sono alcune differenze sostanziali fra il bar Italiano e le catene Inglesi.

Il modo di bere il caffe`. In Italia il caffe` al bar si beve di fretta, al banco. Al massimo in alcuni bar ci puo` essere qualche tavolino con sedie rigide in cui consumare un cappuccino. In Gran Bretagna il coffee shop ha normalmente divani e poltrone che incoraggiano la clientela a rimanere a lungo. Starbucks ha cominciato a vendere il quotidiano The Times. I coffee shops diventano un luogo dove leggere un libro o incontrare amici.

  • Gli orari. In Italia quasi nessuno si sognerebbe di ordinare un cappuccino dopo pranzo e sicuramente non alla sera. In Gran Bretagna il caffe` viene consumato a qualsiasi ora del giorno. Inoltre puo` essere bevuto anche come accompagnamento al pranzo, mentre in Italia si preferisce bere qualcosa di freddo con il pasto.

  • La quantita'. In Italia un cappuccino e` un cappuccino. In Gran Bretagna bisogna specificare la misura (piccolo, medio o grande) e anche il piccolo e` di solito piu` grande di quello servito in un bar Italiano.
  • L'opzione d'asporto. Per conquistare il popolo di coloro che lavora in ufficio la mattina e non ha tempo per sedersi su una poltrona di un coffee shop a sorseggiare un litro di cappuccino, in Gran Bretagna si puo` avere il caffe` da asporto, servito in un bicchiere di carta con coperchio in plastica. Il coperchio ha una piccola apertura da cui sorseggiare.
  • Le tipologie. Oltre alla misura, in Gran Bretagna sono nate innumerevoli varianti di caffe` e percio` e` possibile specificare per esempio il tipo di latte che si desidera (intero, scremato, etc.); si possono aggiungere "shots" di sciroppi (nocciola per esempio) e periodicamente, per tenere vivo il business, le catene inventano nuovi tipi di caffe`. In questo momento per esempio, Starbucks pubblicizza un caffe` freddo estivo con sciroppo al cioccolato fondente e pezzi di biscotto sbriciolati dentro... vi lascio immaginare.

  • I prezzi. Sono sicuramente piu` alti che in Italia, ma non necessariamente perche` "qui tutto e` piu` caro". Secondo me la ragione e` perche` il caffe` servito in queste catene non e` tipico di questo Paese; e` uno "sfizio" che ci si toglie ogni tanto e in quanto tale si e` disposti a pagarlo maggiormente.

  • La temperatura. In Italia il cappuccino viene servito caldo, ma quasi tiepido. In Gran Bretagna (probabilmente abituati ad usare il bollitore per il loro caffe` lungo), il latte raggiunge quasi l'ebollizione e pertanto e` necessario aspettare qualche minuto prima di berlo. Il "pentolino" in cui viene bollito il latte dalla macchina del caffe` ha normalmente un termometro incorporato e al "barista" che di solito e` un ragazzetto straniero appena arrivato nel Paese da poche settimane, viene insegnato durante l'addestramento, a che esatta temperatura il latte per i vari drink deve essere (piu` caldo per la cioccolata in tazza che per i caffe' per esempio).

14 comments:

Cris said...

ciao!!!!!!!complimenti per il blog!!!!!!!!ti volevo proporre uno scambio link!!!!!il mio blog è http://wwwblogdicristian.blogspot.com/ ciao fammi sapere.

LuCa said...

ehilà, bentornato!!
carino questo post, sai, quando parli delle differenze italia/uk mi diverto troppo, sono i miei post preferiti!
ah, riguardo agli altri post...le foto bellissime, sopratutto quella del tipo che fa surf, anche la foto sul blog non è male ma conoscendoti sono certo che la cambierai presto! XD e guarda, di sicuro i nostri parlamentari avrebbero rifiutato...!
ps: grazie per le dritte su 'THE shining' XD
ps2: in questi giorni si batte la fiacca e non ho voglia di scrivere....forse oggi pomeriggio butto giù un articolo divertente, che fa sempre bene!

Anonymous said...

Ciao Marco,leggendo i tuoi post sulle abitudini inglesi mi viene spesso da fare il confronto con quelle tedesche e anche questa volta sono quasi identiche.Qui, la maggior parte dei nostri amici,ti offre il "cappuccino fatto in casa"anche alla sera tardi..e viene bevuto cosi´lentamente(come dici tu) che alla fine e´gia´freddo e senza schiuma...
...paese che vai...caffe´che trovi...
buon weekend Anna

marcouk76 said...

@ Cristian: Ti aggiungo subito!

@Luca: Sono contento che ti piacciano questi post!
Spero ti torni un po' di voglia di scrivere presto!

@ Anna: Immaginavo che anche i teutonici avessero un simile rapporto con la caffeina!

LuCa said...

la voglia è tornata si..guarda, quasi quasi faccio un megapost sulla mia vacanza a londra..sono stato 4 giorni, due anni fa..è stato BELLISSIMO!!
ps: sono andato con i miei, per viaggiare da solo è presto, però è comunque un sogno nel cassetto che ho, quello di girare TUTTO il mondo, vorrei visitare almeno una volta tutti i continenti...! sarebbe bellissimo!

Pandoro said...

Mi è sembrato molto interessante questo post.
Non capisco perchè però mi è piaciuto molto (no, non può essere prechè mi piace il caffè o cappuccino perchè non mi piace 'ancora' nessuno dei due).

Però volevo dire che mia madre, mio padre e tutte le persone che conosco dicono sempre quando vanno all'estero e poi tornano: "eh ma il caffè italiano è il caffè italiano!" "Quello all'estero è acquetta".

Mi spieghi se hanno ragione? E perchè?

Ps: mi sono scordato cosa scrivere nel ps... ouch!

Pandoro said...

ahahah bella la tazza

ahah

marcouk76 said...

@Pandoro: Beh, come ho scritto nel post, il caffè Inglese sarebbe Nescafè solubile allungato con acqua bollente perciò è chiaro che con tutta quell'acqua non è così concentrato come una tazzina di espresso.

Inoltre il cappuccino Inglese è comunque più lungo perchè c'è molto più latte e quindi, anche in questo caso quello Italiano è più concentrato.

...e il PS?!?

Pandoro said...

Eccolo il ps!

Ps: ma nella foto si intravedono mulini olandesi (no, ora che l'ho rivista non mi sembrano affatto lol)??
Ps2: ma 'I'll put...' non dovrebbe essere futuro? O mi sono perso qualcosa?

marcouk76 said...

Ti alzi presto eh?!? Sarà il caldo!

No i mulini sono quelli di Santorini, Grecia.

Mmm... non sono molto bravo a spiegare il perchè si dica in un certo modo invece che in un altro, ma, nonostante penso siano corrette entrambe le espressioni, sono sicuro che un Inglese direbbe "I'll" perchè è l'azione che va a compiere e quindi nel futuro (anche se immediato!)... i misteri della lingua Inglese!

Pandoro said...

Cool!

I'll answer you!

MMM insomma, lol!

I'll use it for college!

Artemisia said...

Anch'io trovo il post molto carino.
Devo dire che su questo argomento mi sento molto poco italiana (e non è l'unico argomento). Mi piace molto il gusto del caffè ma trovo che il caffè italiano sia troppo ristretto (infatti al bar lo chiedo sempre lungo). Personalmente adoro bere roba bollente che ha bisogno di essere sorseggiata e che magari ti scalda anche le mani tenenedo la tazza (ovviamente non in questo periodo!).
Quindi sono un amante del tè e delle tisane di tutti i tipi e quanto al caffè ne prendo uno solo al giorno quando arrivo in ufficio e stop. Per esempio dopo un pasto abbondante la maggior parte degli Italiani chiede un caffè per digerire. A me il caffè non fa digerire, anzi. Preferirei un tè o una camomilla!
Nescafè, Lavazza, Starbucks... ma quanta pubblicità fai? :-)
Ma che gran rompiballe che sono?! :-)))

PS non hai parlato delle tue preferenze in fatto di caffè.

marcouk76 said...

@Arte: Beh, per quanto mi riguarda, io ho comprato la macchina per espresso da casa e perciò di solito i cappuccini me li faccio da solo.

Non intendevo fare pubblicità... perdonato?

Carla said...

Hai mai provato la crema di caffè che vendono in Sicilia?E' un caffè già dolcificato freddo con aggiunta di latte e semighiacciato quasi come una granita,io l'ho trovato perfetto per il mio palato che detesta il classico caffè espresso che vendono nei bar italiani.