Saturday, 8 March 2008

Al Gataz!

Traduzione dal dialetto bolognese "Il gattaccio"! Era questo il nome non ufficiale del mio gatto. Il nome che gli avevo dato io invece era "Floppy", ma non ha mai avuto successo. Era un gatto grigio che prendemmo in un canile/"gattile" quando aveva circa 3 mesi. Io invece avevo forse 10 anni.
Mia madre non ha mai legato molto con questo animale che per 13 anni ha considerato una sorta di intruso, un ospite indesiderato. Mia madre e il Gataz si sono guardati sempre con diffidenza.

Mio padre invece lo adorava, lo viziava, lo assecondava in tutto. Vivendo in un appartamento, smontò la porta della terrazza e segò un buco nel legno di modo che il Gataz potesse entrare ed uscire a suo piacimento per fare i bisogni all'aperto.

Io ero un po' nel mezzo. Ero affezionato al Gataz, ma allo stesso tempo cercavo di "educarlo" un po', magari dandogli qualche botta se "rompeva" un po' troppo! Tutto inutile: il Gataz divenne un gatto viziato ed aggressivo! Gli ospiti lo temevano e veniva a cercarti quando voleva lui! Allora sì che si lasciava prendere in braccio e accarezzare, ma se non ne aveva voglia allora erano dolori: morsi, graffi, agguati, ...

Una volta scappò. Aveva il terrore di essere portato in giardino, ma mio padre insisteva e voleva che si abituasse. Lo portava dietro casa nelle calde serate estive e io da in casa lo sentivo miagolare in maniera straziante. Una di queste sere scesi e il gataz, vedendomi corrergli incontro scappò oltre la siepe e lo perdemmo! Mio padre era disperato e passò giorni a cercarlo e a chiedere in giro. Dopo circa una settimana un vicino suonò al campanello: era tornato ed era davanti al portone che cervava di entrare.

Il gataz ha fatto una brutta fine. Io ero già uscito di casa, ma mi ricordo che anche mia madre si era intenerita quando lo aveva visto morire, solo, in terrazza, il più possibile lontano da noi.

Una delle prime cose che farò quando mi trasferirò nella casa nuova sarà prendere un nuovo gatto! Marco 2 non è convinto, ma io non sento ragioni!


5 comments:

BIKECITY said...

cavolo il gatto nella foto sembra il mio tale e quale a "Lolly"....
che dire... io prima preferivo il cane ma da quando le mie figlie mi hanno costretto a prendere un gatto ho scoperto tutte le virtu' del felino domestico...

Daniele Verzetti il Rockpoeta said...

Concordo, i gatti sono davvero unici e meravigliosi.

Anonymous said...

che storia triste...povero floppy...povero gattaccio... io amo i gatti,e un pò ci sono rimasta male quando ho letto che lo "picchiavi"..ma forse perkè eri solo un bambino...io prima amavo molto di più i cani,ma da quando il destino ha fatto comparire in casa il mio Trudy,amo i gatti..e li reputo molto più fedeli dei cani..i cani sono ruffiani,giocano e seguono chiunque gli dia da mangiare o una pallina..i gatti invece riconoscono il padrone e sanno lasciarti i tuoi spazi,ma anche tu devi lasciargli i suoi..
si,marco..un gatto è meraviglioso!
baci
meri***

Anonymous said...

Si, probabilmente lo e

Anonymous said...

Perche non:)