Wednesday, 5 March 2008

H2O

Prendo spunto da un articolo che mi ha segnalato ieri Artemisia. Il nostro caro sindaco di Londra, Ken Livingstone, che proprio quest'anno cercherà di vincere un terzo mandato (!), dopo avere combattuto contro le auto in generale con il suo Congestion Charge, poi più specificatamente contro gli SUV proponendo una super tassa, ora se la prende con l'acqua in bottiglia.

Personalmente avevo già partecipato ad un paio di discussioni online su un sito inglese fra coloro che criticavano chi spende quasi £1 (1.30€) per una bottiglietta da mezzo litro di acqua da portarsi in giro e chi difendeva il proprio diritto di fare ciò che voleva, fondamentalmente!
Davanti alle prove è veramente difficile capire perchè tanta gente si ostini a comperare l'acqua in bottiglia. Se c'è una cosa che è abbastanza nota di Londra è che piove spesso e pertanto l'acqua del rubinetto non ha stagnato per giorni nelle falde perchè il ricambio è continuo. Vari studi hanno dimostrato come l'acqua del rubinetto non abbia niente da invidiare a quella in bottiglia, anzi, in molte ricerche ne è uscita vincitrice in termini qualitativi.

In termini di costi poi non ci sono paragoni. All'utente finale un litro d'acqua del rubinetto costa £0.01 al litro contro circa £1 al litro per quella in bottiglia.

Per non parlare poi dell'impatto ambientale! A parte la plastica, ma il viaggio che queste bottiglie devono fare su camion... L'acqua che va per la maggiore qui è l'Evian che ovviamente viene importata da Evian, piccolo paese sulle rive del lago di Ginevra! Ogni bottiglietta quindi si fa ben oltre 1000km (secondo me inutilmente!) per arrivare fino a noi.

Ma quella dell'acqua Evian non è la storia più sconvolgente. Come tutti sanno a Londra si trova di tutto e, molto spesso circolano bottiglie d'acqua che arrivano addirittura dalla Nuova Zelanda!!! Che bisogno ci sarà mai di fare arrivare dell'acqua dalla Nuova Zelanda?!? E' acqua, mica vino! Secondo me queste pratiche dovrebbero essere rese illegali con un accordo mondiale tipo protocollo di Kyoto.

Ovviamente il consorzio produttori di acqua in bottiglia (eh sì, esiste anche quello!), non è stato molto contento di questa uscita di Ken e ha detto che 3 quarti dell'acqua in bottiglia venduta è imbottigliata in Gran Bretagna.




9 comments:

noel said...

Bisogna ammettere che come sindaco ha delle buone idee.
Putroppo il business dell'acqua minerale è alto, qua in Italia abbiamo un sacco d'acqua buonissima e la gente si ostina a comprare quella in bottiglia. Nella cintura di TO dove io abito è ottima, io a casa non ho MAI bevuto acqua in bottiglia ma solo dal rubinetto che, come si sa, è molto + controllata ed ha tolleranze molto + basse rispetto a quella in commercio.
Bravo Livingstone!

Artemisia said...

Grande Lingstone! Ci riprovo: lo volete in cambio di Domenici?

Quella contro l'acqua minerale e' una delle mie battaglie personali (vedi post Oro blu). Purtroppo non sono riuscita a convincere nemmeno i parenti stretti!

Potere della pubblicita'!

BIKECITY said...

Ken Livingstone????
Marco proponigli di fare il sindaco a Roma sai uno cosi' a Roma servirebbe come il pane

Artemisia said...

Bykecity, mettiti in coda, l'ho prenotato prima io Ken. ;-)

Saretta said...

MEMEMEMEMEME!!!
prova a passare............
sono curiosa

marcouk76 said...

Ah Saretta! Ci aveva provato anche myfunnyvalentine un paio di giorni fa... Non sono ancora convinto!

Saretta said...

acc!!! peccato!!!

Daniele said...

Scusami, ma cosa propone in concreto Livingstone?

marcouk76 said...

Beh, Ken Livingstone ovviamente come sindaco non può vietare l'acqua in plastica.

Quello che propone è una campagna di sensibilizzazione che ha mandato su tutte le furie i produttori d'acqua in bottiglia.