Friday, 2 January 2009

Il Regno Unito continua a dire NO all'Euro

Ieri la Slovacchia e` diventata la 16ma nazione che e` entrata a fare parte della cosiddetta "eurozone" ovvero il gruppo di paesi europei che hanno adottato l'Euro come propria moneta.

Dei membri storici dell'Unione Europea solo la Danimarca e il Regno Unito si sono chiamati fuori dall'entrare nell'Euro; la Danimarca ha in programma un referendum a breve e l'opinione precedentemente contraria ad abbandonare la propria moneta, sta cambiando per via della crisi economica mondiale. Il resto dei paesi dell'Est europa farebbe carte false per adottare l'euro ma non puo` per via degli stringenti criteri economici necessari. L'Islanda dopo la recente crisi che ha portato al fallimento delle proprie banche, vorrebbe entrare nella moneta unica ma non puo` non facendo nemmano parte dell'Unione Europea. La Svezia per ora sta alla finestra avendo gia` condotto un referendum in cui i propri cittadini si sono espressi contro l'euro qualche anno fa.

In Gran Bretagna lo scambio euro/sterlina che qualche anno fa aveva raggiunto persino €1=£1.50 e` ora ad un minimo storico di praticamente €1=£1. Cosa significa questo? Significa che fare le vacanza a Londra non e` mai stato cosi` economico, ma che chi abita qui e vuole farsi una settimana in Grecia, dovra` essere pronto a sborsare circa il 30% in piu` di quello che pagava pochi anni fa, senza tenere in considerazione la normale inflazione naturalmente.

Grodon Brown, il Primo Ministro Britannico, laburista, e` sempre stato in favore dell'euro e anche Tony Blair prima di lui, ma poiche` l'opinione pubblica si e` sempre dichiarata fortemente contraria, nessuno dei due si e` mai azzardato a proporre un referendum per timore di vedere calare la propria popolarita`.

La Banca d'Inghilterra recentemente ha tagliato i tassi di interesse a piu` riprese e nel giro di 18 mesi circa sono passati dall'oltre 5% al 2%. Questa e` una buona notizia per chi ha preso soldi in prestito dalle banche (mutui e prestiti) che si vedra` ridurre il tasso di interesse applicato al proprio prestito in proporzione o quasi ma allo stesso tempo chi risparmia e` penalizzato perche` gli interessi che ricevera` saranno minori.

Il taglio del tasso di interesse della Banca Centrale se da un lato e` necessario per fare fronte alla crisi, dall'altro non fa che aumentarla creando sfiducia nei confronti della Gran Bretagna da parte dei mercati finanziari internazionali e questo cari amici lettori -se non vi siete ancora addormentati- cosa provochera`?!? Si' tu in prima fila con la mano alzata... esatto! La sterlina potrebbe (il condizionale in questo caso e` facoltativo) indebolirsi ulteriormente nei confronti dell'euro durante il corso del 2009.

In conclusione di tutto questo discorso qualcuno potrebbe pensare che l'opinione pubblica degli inglesi, come quella dei danesi, stia cambiando e che magari qualche mente illuminata inizi a capire che magari adottare l'euro anche in Gran Bretagna non sarebbe poi cosi` male. Ma no, qui vi sbagliate. Piu` testardi di un caprone, il 71% degli inglesi in un sondaggio condotto in questi giorni, si e` dichiarato contro l'euro con solo il 23% a favore!

3 comments:

Pandoro said...

Tenetevi la sterlina! Tenetevi la sterlina!

=O ho appena visto, dopo che me l'hai fatto notare, che un euro corrisponde a 0,9636£.

E che quindi una sterlina vale 1,0378€. Mamma mia! Mi ricordo quando sono venuto lì l'ultima volta o a Marzo comunque il cambio era: 1,57€ -> 1£... Peccato che quest'anno non ci passo, sennò potevo cambiare i soldi sin da ora! Certo però i prezzi aumenteranno... vero? Ohibò, 'la city' sta crollando...

Saretta said...

completamente fuorı daı mıeı stereoptıpı
londra=expansive!!!!
magarı quando torno ın ıtalıa un gıretto me lo posso anche fare.... =)

Artemisia said...

Uffa questi Inglesi che voglio sempre distinguersi dagli altri! Ben gli sta!