Monday, 11 February 2008

TESCO

In Gran Bretagna ci sono 4 grandi catene di supermercati: Tesco, Sainsburys, Asda e Morrisons.

Quando sono arrivato qui, circa 10 anni fa la catena più importante era la Sainsburys ma oggi Tesco controlla il 30% del mercato degli alimentari ovvero come Sainsburys e Asda messi insieme!
In particolare a Londra questa catena ha comperato una serie di alimentari che si chiamavano "Harts" e che erano una via di mezzo fra un negozio di alimentari e un supermercato e li ha trasformati in Tesco. In pratica al momento Tesco è praticamente ovunque!

Gli aspetti positivi di questa catena sono che i prezzi sono sicuramente contenuti, i supermercati più grandi sono aperti 24 ore su 24, mentre quelli medio-piccoli dalle 7 alle 23; questo supermercato inoltre offre il self checkout ovvero la possibilità per il cliente di scannerizzare i prodotti per conto proprio a delle apposite macchinette senza dover fare la fila o interagire con le cassiere.
Un altro vantaggio del self checkout è che magari a volte invece di selezionare le mele Pink Lady a £2.50/kg uno "inavvertitamente" può decidere di selezionare le Braeburn a £1.30/kg!!

Ogni giorno faccio la stessa strada per andare al lavoro e passo sempre davanti ad un cosiddetto "cornershop", ovvero uno di quei negozietti normalmente gestiti da famiglie di origine indiana aperto 24 ore su 24. Un paio di settimane prima di Natale Tesco ha aperto un piccolo supermercato proprio di fianco a questo negozio e da 3 giorni il cornershop ha chiuso perchè probabilmente nessuno ci andava più.

Le citiche però sono tante e crescono ogni giorno. Una situazione di mercato oligarchica non è mai positiva, a mio parere. Nel mio caso, per esempio i 3 supermercati più vicini sono tutti Tesco! Se voglio trovare un Sainsbury devo fare almeno 3-4 km. C'è stata una trasmissione qualche tempo fa in cui un paese nella contea dello Oxfordshire era stata soprannominata Tesco-city perchè c'erano solamente 4 supermercati, tutti Tesco!

Questa compagnia è anche spesso criticata per la spietata espansione senza considerazione nei riguardi dei cittadini e dell'architettura storica urbana. Questo, per esempio, è un sito fondato da un gruppo di cittadini che si oppongono per l'apertura di Tesco nei pressi del famoso lago di Loch ness dove la catena controlla già il 51% del mercato!

Concludo con la pubblicità che quest'anno le Spice Girls hanno fatto a Natale per Tesco (come se loro veramente ci andassero a fare la spesa al in questo supermercato!!!)

6 comments:

Daniele Verzetti il Rockpoeta said...

Questa problematica esiste anche in Italia, la differenza a quanto vedo è che oltremanica qualcuno protesta e non sta zitto. O quantomeno ci prova.

Anna said...

Mbè, qui non è eclatante come nel Regno Unito. Davvero TESCO sta dappertutto. Io ho sempre trovato unicamente commessi indiani da Tesco. E' un caso o è proprio così?
E poi un'altra domanda: ma chi fa la spesa al reparto degli alimentari di Harrods, solo gli sceicchi?

marcouk76 said...

Non credo ci siano solamente commessi indiani a Tesco. E` comunque risaputo che lavorare in un supermercato garantisce semplicemente il cosiddetto "minimum wage" ovvero salario minimo che attualmente non credo arrivi a £6 per ora; pertanto di solito e` consuetudine trovare minoranze etniche che non parlano l'Inglese come prima lingua.
Harrods. Sicuramente hanno prezzi molto alti, ma di gente ricca nella zona (quartiere Knightsbridge) ce n'e` parecchia pertanto credo non siano solo gli sceicchi a fare la spesa li`. Anche perche` se cosi` fosse, avrebbero probabilmente chiuso il reparto alimentare considerato che di sceicchi in giro non ce ne sono poi cosi` tanti! ;-)

Artemisia said...

Mi pare di capire che Tesco sia per il nord Europa quello che Walmart e' per gli USA. Qui in Toscana siamo feudo della Coop alla quale pero' fa concorrenza l'Esselunga di Caprotti.
Caprotti, un imprenditore vecchia maniera che finanzio' la prima campagna elettorale di Forza Italia, ogni tanto minaccia di vendere e mi pare che anche la Tesco fosse interessata all'acquisto.

marcouk76 said...

Sì hai perfettamente ragione. Tesco ricorda molto WalMart, sotto quel punto di vista.

Pandoro said...

Come ho detto prima mi ricordo che da Testo ho visto sempre tantissima gente!!

Comunque sia, davvero puoi scambiare un prodotto per un'altro, pagando di meno?