Thursday, 28 February 2008

The Woman who stops traffic

Kris Murrin è una signora di mezza età che sta (su sta, ci vuole l'accento?!?) cercando di compiere un'impresa a dir poco ardua: convincere gli abitanti di 3 città britanniche a lasciare a casa l'auto almeno un giorno alla settimana. Un esperto in traffico le ha mostrato una simulazione al computer che dimostra come l'attuale situazione del traffico di Marlow (una cittadina del Buckinghamshire). che corrisponde ad un quotidiano ingorgo che affligge l'intero centro, potrebbe essere risolta se ogni cittadino lasciasse a casa la machina almeno un giorno alla settimana.


Andando a parlare con alcuni genitori nelle scuole, si è resa conto che la maggior parte degli alunni abita a meno di un chilometro dalla scuola ma si ostina a guidare. Il motivo? Troppe macchine e perciò la bicicletta è pericolosa. Un cane che si morde la coda!

La maggior parte degli impiegati di un'azienda usano l'auto per andare in città nella pausa pranzo che dista circa un chilometro con la falsa percezione che sia il mezzo più rapido. Così gli ha proposto una "gara": lei in bici, un impiegato in macchina e altri 3 a piedi. Ovviamente quello in auto avrebbe dovuto anche trovare un parcheggio. Il risultato? 4 minuti per la bicicletta 9 in macchina e 10 a piedi.


Nonostante le varie resistenze da parte dei cittadini, Kris ha capito che l'unico modo per fare cambiare le abitudini alla gente era quello di fare una prova pratica e perciò decide di organizzare un giorno senza l'auto con la collaborazione del comune, delle radio locali, di un'azienda di marketing e di un negozio di bici.


Il risultato ha superato ogni aspettativa. In una scuola con 208 alunni solo 9 quel giorno sono arrivati in auto e il centro della città era completamente privo di ingorghi.


Considerato il successo, nella prossima puntata Kris cercherà di convincere gli abitanti dellà città più obesa del Regno Unito, Bolton, a tirare fuori le bici...

Questo programma va in 3 puntate il martedì su Channel 4.





Per chi vuole saperne di più:

10 comments:

Noel said...

Cavolo...io abito nella prima cintura di Torino e devo fare 14 km per andare in ufficio. Ci credi che se dovessi farlo in bici rischierei la vita? La strada che dovrei fare non ha piste ciclabili e le auto sfrecciano come missili.
Vorrei vivere anche io in GB...anche se si mangia male e il tempo fa cagare ;)

marcouk76 said...

Beh, è chiaro che questo tipo di progetto, ovvero convincere un intero paese a lasciare a casa l'auto un giorno a settimana, può funzionare solo in piccoli centri dove le distanze casa-lavoro/scuola sono fattibili in bici.
Marlow, dove è stata fatta la prima campagna, ha solo 14000 abitanti, la metà di Novi Ligure, per intenderci!

Artemisia said...

Grande questa Kris Murrin! Prima di tutto perche' e' andata a parlare con la gente per capire come stavano le cose invece di affidarsi "ad alcuni esperti del settore" e poi perche' non si e' fermata alle obiezioni ricevute ma e' andata ai fatti concreti (gara bici-auto). Che donna! Candidiamola nel PD!
Si' certo questo si puo' fare nelle realta' piccole ma non credo che in Italia (tranne pochi fulgidi esempi) anche nelle realta' piccole gli amministratori locali si preoccupino di scendere in strada e andare a parlare con la gente.

PS "sta" non vuole l'accento.

marcouk76 said...

Grazie Artemisia! Soprattutto per il PS!

noel said...

E' vero che a Londra gli autobus girano tutta la notte?? Mi hanno detto questo. Ricordo che quando sono venuto io 3 anni fa la metro chiudeva verso mezzanotte ma non ho preso mai il bus.
Sarebbe una cosa positiva così si possono prendere i mezzi anche x uscire la sera...anche se a TO di sera i bus sono pieni di immigrati che spacciano e vogliono scipparti. Ovviamente nessuno col biglietto

LuCa said...

Proprio una brava persona questa qui! Ce ne forrebbero anche da noi...! Certo, che abbiamo le associazioni come la critcal mass! (blog di alessio x saperne di più)
concordo con artemisia, sta senza accento :)

ps: ho in mente un pregettino nel quale spero mi sosterrai..una sorta di 'premio'..pensavo di chiamarlo 'vaffanculo award'! sai, riguardo il mio ultimo post..pensavo che molti di noi hanno qualcuno a cui assegnare un rpemio del genere, e quindi: ecco nascere l'idea!

creerò un banner ed entro sta sera, spero di aver terminato tutto...!

bye bye!

marcouk76 said...

@ Noel: Si' e' vero, gli autobus circolano tutta la notte e negli ultimi anni la frequenza notturna e` aumentata tantissimo tanto che ora su molte linee c'e` un autobus ogni 15 minuti tutta la notte!

Si parla da tanto di tenere aperta la metro 24 ore, ma non si fa mai. Di notte viene fatta la manutenzione e la pulizia. Ho preparato un post sulla metro di Londra che pubblichero' molto presto.

@ LuCa: Eh la critical mass c'e` anche qui. Passa proprio sotto casa mia. Sopratutto d'estate quando si tengono le finestre aperte improvvisamente il rumore del traffico s'interrompe e viene sostituito dal rumore delle migliaia di ruote di bici e dai campanelli! Molto bello!

Partecipero` senz'altro al tuo progetto!!!

LuCa said...

ehi marco! nn sapevo esistesse anche là la critical mass!!
cmq, accidenti, brutte notizie! il post è ok, però manca la parte principale! IL BANNER!!! AAAARGH! sto diventando scemo tutto il pomeriggio che cerco di crearne uno che abbia un link che rimandi al mio blog! tu sai qualcosa a proposito??
thanks!
ps: rispondimi al mio indirizzo mail! luca_r_92@yahoo.it

marina said...

brava la signora!
io però sono per le maniere forti: diventare impopolari e chiudere DAVVERO il centro alle auto.
Le domeniche verdi non servono, la gente non si convince e in più ci sono moltissime persone che usano l'auto proprio e solo di domenica, togliergliene una per pura ipocrisia è da sciocchi
marina

Artemisia said...

Ha ragione Marina. Io, per esempio, uso l'auto solo (e non sempre) di domenica.
Sarei anch'io per le maniere forti (stile Livingstone) ma purtroppo non c'e' abbastanza coraggio di diventare impopolari.